Estelle Parsons

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Estelle Parsons, nome completo Estelle Margaret Parsons (Marblehead, 20 novembre 1927), è un'attrice statunitense.

Vinse il premio Oscar alla miglior attrice non protagonista nel 1968 per l'interpretazione in Gangster Story.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi formata all'Actor's Studio[1], Estelle Parsons divenne un'affermata attrice teatrale[2], recitando a Broadway in drammi come Good People e August: Osage County e anche in alcuni musical, tra cui Nice Work If You Can Get It.. Debuttò sul grande schermo relativamente tardi, all'età di 35 anni, raggiungendo l'apice della carriera nel 1967 con l'interpretazione della nevrastenica Blanche, cognata e complice di Clyde (Warren Beatty)[1] nel film Gangster Story di Arthur Penn. Per questo ruolo di donna isterica, costretta controvoglia a diventare una fuorilegge, la Parsons ottenne il premio Oscar alla miglior attrice non protagonista[2].

L'anno successivo ottenne un'altra candidatura all'Oscar per il film La prima volta di Jennifer (1968), per la regia di Paul Newman, nel quale interpretò il memorabile ruolo di una fanatica religiosa con tendenze lesbiche[2]. Dopo un altro ruolo di coprotagonista nel crepuscolare Un uomo senza scampo (1970) di John Frankenheimer[1], l'attrice faticò a trovare ruoli interessanti[2] e proseguì la carriera lavorando soprattutto per il palcoscenico e per il piccolo schermo, dove fu protagonista della serie televisiva Roseanne, dal 1988 al 1997[1].

Un significativo ritorno al cinema avvenne negli anni novanta, prima con il ruolo di Mrs. Truehart in Dick Tracy (1990) di Warren Beatty, poi con l'apparizione nella commedia A proposito di donne (1994) di Herbert Ross, quindi con l'interpretazione della regina Margherita d'Angiò nel film Riccardo III - Un uomo, un re (1996, diretto da Al Pacino, in cui apparve anche nel ruolo di se stessa[1].

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Le Garzantine - Cinema, Garzanti, 2000, pag. 884
  2. ^ a b c d Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, pag. 402

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar alla miglior attrice non protagonista Successore
Sandy Dennis
per Chi ha paura di Virginia Woolf?
1968
per Gangster Story
Ruth Gordon
per Rosemary's Baby
Controllo di autorità VIAF: (EN67782328 · LCCN: (ENn81036620 · ISNI: (EN0000 0001 1663 8912 · GND: (DE173931685 · BNF: (FRcb14214055h (data) · NLA: (EN36413573