Erse (astronomia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Erse
(Giove L)
Satellite diGiove
Scoperta8 febbraio 2003
Parametri orbitali
Semiasse maggiore22 992 000 km
Periodo orbitale714,47 giorni
Inclinazione rispetto
all'equat. di Giove
164,917°
Eccentricità0,2378
Dati fisici
Diametro medio~2 km
Massa
~1,5 × 1013 kg
Densità media~2,6? × 103 kg/m³
Acceleraz. di gravità in superficie~0,00081 m/s²
Albedo~0,04
Dati osservativi
Magnitudine app.23,4

Erse (o Herse), o Giove L è un satellite naturale irregolare del pianeta Giove.

Scoperta[modifica | modifica wikitesto]

È stato scoperto l'8 febbraio 2003, da Brett J. Gladman, John J. Kavelaars, Jean-Marc Petit, Lynne Allen e da un gruppo di astronomi dell'Università delle Hawaii.[1][2] Al momento della scoperta ha ricevuto la designazione provvisoria S/2003 J 17.

Denominazione[modifica | modifica wikitesto]

L'11 novembre 2009,[3][4] l'Unione Astronomica Internazionale (IAU) gli ha assegnato la denominazione ufficiale in riferimento a Ersa, o Erse (in lingua greca rugiada), che secondo la mitologia greca era figlia di Zeus ed Eos (aurora).[5]

Parametri orbitali[modifica | modifica wikitesto]

Il satellite è caratterizzato da un moto retrogrado e appartiene al gruppo di Carme, composto da satelliti retrogradi e irregolari che orbitano attorno a Giove a una distanza compresa fra 23 e 24 milioni di chilometri, con una inclinazione orbitale pari a circa 165°.

Il satellite ha un diametro di circa 2 km e orbita attorno a Giove in 672,752 giorni, a una distanza media di 22,134 milioni di chilometri, con un'inclinazione media di 165° rispetto all'eclittica (161° rispetto al piano equatoriale del pianeta) e un'eccentricità orbitale di 0,2493.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Daniel W. E. Green, IAUC 8116: Satellites of Jupiter and Saturn, 11 aprile 2003 (scoperta)
  2. ^ Brian G. Marsden, MPEC 2003-G19: S/2003 J 17, 3 aprile 2003 (scoperta e efemeridi)
  3. ^ Jennifer S. Blue, L Named Herse Archiviato il 12 maggio 2013 in Internet Archive., 2009 November 9
  4. ^ Jennifer S. Blue, IAUC 9094: Satellite of Jupiter (subscription required) 2009 November 11 (denominazione)
  5. ^ Keightley, p. 55; Hard, p. 46; dal frammento 57 di Alcmane.
  6. ^ Planetary Satellite Mean Orbital Parameters, JPL

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare