Embraer EMB 312 Tucano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Embraer EMB-312 Tucano)
Jump to navigation Jump to search
Embraer EMB 312 Tucano
Embraer EMB 312 Tucano - AirExpo Muret 2007 0142 2007-05-12.jpg
Un Tucano della francese Armée de l'air fotografato presso l'AirExpo 2007 vicino all'aeroporto Muret-Lherm, vicino a Tolosa
Descrizione
Tipoaddestratore basico
Equipaggio2
CostruttoreBrasile Embraer
Data primo volo16 agosto 1980
Data entrata in serviziosettembre 1983
Esemplari504
Dimensioni e pesi
Lunghezza9,86 m
Apertura alare11,14 m
Altezza3,4 m
Superficie alare19,40
Peso a vuoto1 810 kg
Peso max al decollo3 175 kg
Propulsione
Motoreun turboelica
Pratt & Whitney Canada PT6A-25C
Potenza750 shp (559 kW)
Prestazioni
Velocità max448 km/h
Autonomia2 055 km
Tangenza9 144 m
Armamento
Bombevari tipi di bombe, razzi e missili
Piloni4
Notedati riferiti alla versione EMB 312

i dati sono estratti dal sito Vectorsite.net[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'Embraer EMB 312 Tucano è un monomotore turboelica da addestramento basico ad ala bassa prodotto dall'azienda brasiliana Embraer dagli anni ottanta.

Impiegato nelle scuole di volo militare di diverse aeronautiche militari mondiali, il Tucano è caratterizzato da una cabina di pilotaggio a due posti scalati in tandem, in modo da garantire una più ampia visibilità all'istruttore posto sul seggiolino posteriore.

Analogamente ad altri addestratori simili ne è stata commercializzata una versione da attacco leggero, inoltre è stato prodotto su licenza dall'azienda britannica Short Brothers plc.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Un Tucano della pattuglia acrobatica brasiliana Esquadrilha da fumaça in fase di atterraggio.
  • EMB 312 - versione standard
    • T-27 - denominazione ufficiale FAB della versione da addestramento basico biposto
    • AT-27 - denominazione ufficiale FAB della versione light attack biposto
    • EMB 312F - versione modificata con avionica di produzione francese su richiesta dell'Armée de l'air e prodotta in 80 esemplari

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

  • EMB 312H - prototipo sviluppato in collaborazione tra Northrop ed Embraer per concorrere al programma JPATS USAF per la fornitura di un addestratore avanzato.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Il Tucano odell'Ecole de Pilotage et Navigation de l'Armée de l'Air.

Al dicembre 2011 risultavano 11 le forze aeree che mantenevano in linea i Tucano, con due che avevano deciso di dismetterli:[3]

Angola Angola
14 esemplari inclusi sei acquistati dal Perù. Al 2015 risultano in servizio 13 esemplari.[4]
Argentina Argentina
24 esemplari. 14 in servizio all'ottobre 2017.[5]
Brasile Brasile
Colombia Colombia
Al luglio 2018 sono in servizio 14 T-27, che sono stati portati allo standard T-27M e sottoposti ad un aggiornamento che comprende nuovi sistemi avionici, miglioramenti strutturali e nuovi sistemi di atterraggio.[6][7][8]
Egitto Egitto
opera con 54 aerei di cui 40 prodotti su licenza dalla Helwan.
Honduras Honduras
9 esemplari.
Iran Iran
13 esemplari.
Mauritania Mauritania
5 EMB-312F in servizio al 2017.[9]
Paraguay Paraguay
opera con 6 esemplari (3 persi in incidenti).
Perù Perù
30 acquistati tra il 1987 ed il 1992, 3 persi e 6 venduti all'Angola, ne restano in servizio 21 al dicembre 2016.[10]
Venezuela Venezuela
31 EMB-312 (12 erano A-27 per missioni COIN) acquistati nel 1986-1987, 19 in servizio al settembre 2018.[11]

Passati[modifica | modifica wikitesto]

Francia Francia
operò con 50 esemplari della versione EMB 312F.
Iraq Iraq
operò con 80 esemplari di costruzione Helwan.

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 giugno 2015 nello schianto di un Embraer EMB 312 Tucano ha perso la vita il pluripremiato compositore James Horner, mentre sorvolava la Foresta Nazionale di Los Padres.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Goebel, The EMBRAER Tucano & Super Tucano su Vectorsite.net.
  2. ^ "Super Tucano." Archiviato il 15 agosto 2012 in Internet Archive. Embraer Defense Systems. Retrieved: 3 agosto 2008.
  3. ^ Hoyle 2011, pp. 32–52.
  4. ^ "Le forze aeree del mondo, Angola" - Aeronautica & Difesa" N. 346 - 08/2015 pag. 68
  5. ^ "Il ritorno del trainer" - Aeronautica & Difesa" N. 372 - 10/2017 pp. 60-61
  6. ^ "Le forze aeree del mondo. Colombia" - "Aeronautica & Difesa" N. 381 - 07/2018 pag. 72
  7. ^ "Le Forze Armate Colombiane, maestre del conflitto asimmetrico" - "Rivista italiana difesa" N. 11 - 11/2017 pp. 68-79
  8. ^ "COLOMBIA CIAC FINISHING LOCAL T-27M UPDATES, EYES INTERNATIONAL WORK", su janes.com, 28 settembre 2017, URL consultato il 29 settembre 2017.
  9. ^ (EN) World Air Force 2017 (PDF), su Flightglobal.com, p. 12. URL consultato il 22 ottobre 2017.
  10. ^ "Il futuro delle Forze Armate Peruviane" - RID Rivista italiana difesa" N. 12 - 12/2016 pp. 76-78
  11. ^ "Le Forze Armate venezuelane" - "Rivista italiana difesa" N. 9 - 09/2018 pp. 56-67

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]