Duchi nelle parie britanniche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
George Henry Fitzroy nella sua cappa da lord temporal come membro della Camera dei Lord in qualità di duca di Grafton
Nobiltà britannica
Crown of Saint Edward (Heraldry).svg

Parie
Divisioni
Non ufficiali

Jacobite Standard (1745).svg Parìa giacobita

† parìa creata dagli Stuart in esilio e non riconosciuta dal governo degli Hannover né dai loro successori
Storia
Flag of the United Kingdom.svg Portale Regno Unito
Modifica

Questa pagina indica tutti i titoli ducali esistenti, estinti, dormienti, abbandonati o sequestrati nelle parie d'Inghilterra, Scozia, Gran Bretagna, Irlanda e Regno Unito.

Introduzione ai ducati britannici[modifica | modifica wikitesto]

Edoardo III d'Inghilterra creò i primi tre ducati d'Inghilterra (Cornovaglia, Lancaster e Clarence). Il suo primogenito, Edoardo il principe nero, venne creato duca di Cornovaglia e fu il primo duca inglese dal 1337. Due settimane dopo la morte del principe il ducato venne ricreato per suo figlio, di appena nove anni, Riccardo di Bordeaux, che succedette al padre come Riccardo II.

Il secondo ducato venne concesso originariamente a Henry di Grosmont, I duca di Lancaster, ma alla sua morte venne ricreato per il terzogenito di Edoardo III, Giovanni di Gand, I duca di Lancaster. Nello stesso giorno Edoardo III creò duca anche il suo secondogenito, Lionello di Anversa, I duca di Clarence. Quando Riccardo II raggiunse la maggiore età, creò duchi i suoi due zii: Edmund di Langley, I duca di York e Thomas di Woodstock, I duca di Gloucester.

In origine, i ducati erano riservati unicamente a quanti fossero di sangue reale, sia per discendenza che per matrimonio. Dalla fine del medioevo, ad ogni modo, ed in particolare da dopo la battaglia di Bosworth Field del 22 agosto 1485, vennero creati un totale di 31 ducati (con 16 famiglie distinte); il titolo di duca di Cornovaglia venne associato in maniera permanente al principe di Galles ed il ducato di Lancaster divenne proprietà della Corona inglese.

Il primo duca di Norfolk morì nella battaglia di Bosworth Field nel 1485. Tre decenni più tardi il ducato di Norfolk venne restaurato a suo figlio da Enrico VIII. Quando Elisabetta I d'Inghilterra salì al potere l'unico figlio vivente del duca era Thomas Howard, IV duca di Norfolk. Elisabetta non creò duchi, e fece decapitare Thomas Howard all'età di 36 per aver complottato contro di lei, cercando di sposare Maria di Scozia con l'intento di detronizzarla dal trono inglese. Dal 1572, questa classe di pari poteva dirsi estinta, e non vennero più creati altri duchi per tutto il regno di Elisabetta I. Nuovi titoli ducali vennero ricreati al periodo degli Stuart, a partire da quando Giacomo I ricreò il ducato di Buckingham nel 1623 per George Villiers.

Con l'unica eccezione del ducato di Cornovaglia e del ducato di Lancaster (con notevoli territori annessi), tutti i titoli ducali in Inghilterra vennero creati quasi sempre senza estesi tenimenti feudali e come tale i titoli non erano legati al possesso della terra ma unicamente alla fedeltà al sovrano, da cui integralmente dipendevano nella loro esistenza. Inoltre la successione non avveniva in quanto chi ereditava il titolo ducale era erede dell'ultimo detentore del titolo, ma piuttosto perché era discendente della prima persona alla quale il titolo era stato conferito, indipendentemente dal fatto che fosse maschio o femmina.

Ducati nella Parìa d'Inghilterra, 1337–1707[modifica | modifica wikitesto]

  •   Indica un ducato reale.
  •   Indica un ducato esistente.
Ducato Data di creazione Primo detentore Cognome Status attuale Note
Cornovaglia 9 febbraio 1337 Edoardo di Woodstock Plantageneti (originariamente) Esistente Detenuto dal primogenito vivente del monarca che ne è anche l'erede apparente; il titolo è attualmente detunto dal principe Carlo del Galles.
Lancaster 6 marzo 1351 Enrico di Grosmont Plantageneti Estinto 13 marzo 1361  
Clarence 13 November 1362 Lionello di Anversa Plantageneti Estinto 17 ottobre 1368  
Lancaster 13 novembre 1362 Giovanni di Gand Plantageneti Unito alla corona 30 settembre 1399 Il sovrano è indicato anche come duca di Lancaster. Vedi anche Ducato di Lancaster.
Cornovaglia 20 novembre 1376 Riccardo di Bordeaux Plantageneti Unito alla Corona il 22 giugno 1377 Distinto dalla creazione del 1337, dal momento che il detentore non era il primogenito del monarca
York 6 agosto 1385 Edmondo di Langley Plantageneti Unito alla Corona il 4 marzo 1461 Revocato 1415–1425; novembre 1459–7 ottobre 1460
Gloucester 6 August 1385 Tommaso di Woodstock Plantageneti Revocato 8 settembre 1397  
Irlanda 13 ottobre 1386 Robert Vere Revocato il 3 febbraio 1388 Creazione a vita.
Hereford 29 settembre 1397 Enrico di Bolingbroke Plantageneti Unito alla Corona il 30 settembre 1399
Aumale 29 settembre 1397 Edoardo di Norwich Plantageneti Privato del titolo il 3 novembre 1399 Anche conte di Rutland dal 1390 e duca di York dal 1402
Exeter 29 settembre 1397 John Holland Privato del titolo nel 1399 Discendente di Edmund di Woodstock, conte di Kent, figlio di Edoardo I.
Surrey 29 settembre 1397 Thomas Holland Revocato nel 1399 Discendente di Edmund di Woodstock, conte di Kent, figlio di Edoardo I.
Norfolk 29 settembre 1397 Thomas Mowbray Estinto il 17 gennaio 1476 Titolo non in uso dal 1399 al 1425. Discendenti per linea femminile da Thomas di Brotherton, conte di Norfolk, figlio di Edoardo I.
Norfolk 29 settembre 1397 Margaret Plantageneti Estinto il 24 marzo 1400 Titolo creato a vita
Lancaster 10 novembre 1399 Enrico di Monmouth Plantageneti Unito alla Corona il 20 marzo 1413 Anche duca di Cornovaglia
Clarence 2 luglio 1412 Thomas di Lancaster Plantageneti Estinto il 22 marzo 1421  
Bedford 16 maggio 1414 Giovanni di Lancaster Plantageneti Estinto il 14 settembre 1435  
Gloucester 16 maggio 1414 Humphrey di Lancaster Plantageneti Estinto il 28 febbraio 1447  
Exeter 18 novembre 1416 Thomas Beaufort (Plantageneti) Estinto il 30 dicembre 1426 Figlio di Giovanni di Gand, nipote di Edoardo III.
Exeter 6 gennaio 1443 John Holland Revocato il 4 novembre 1461 Discendente di Edmund di Woodstock, conte di Kent, figlio di Edoardo I.
Somerset 28 agosto 1443 John Beaufort (Plantageneti) Estinto il 27 maggio 1444 Discendente di Giovanni di Gand, nipote di Edoardo III.
Buckingham 14 settembre 1444 Humphrey Stafford Revocato il 17 maggio 1521 Revocato anche nel periodo 2 novembre 1483–novembre 1485. Discendente di Humphrey, duca di Gloucester, figlio minore di Edoardo III.
Warwick 5 aprile 1445 Henry Beauchamp Estinto l'11 giugno 1446  
Somerset 31 maggio 1448 Edmund Beaufort (Plantageneti) Revocato il 3 aprile 1464 Revocato anche nel periodo 1461–1463. Discendente del figlio di Giovanni di Gand, nipote di Edoardo III.
Suffolk 2 luglio 1448 William de la Pole Riconsegnato il 26 febbraio 1493 Revocato nel periodo 1450–1463. Sposò Elisabetta di York, sorella di Edoardo IV e di Riccardo III.
Clarence giugno 1461 George Plantageneti Revocato il 18 febbraio 1478  
Gloucester 1461 Riccardo Plantageneti Unito alla Corona il 22 giugno 1483  
Bedford 5 gennaio 1470 George Neville Privato del titolo nel 1478 Promesso sposo di Elisabetta di York, sorella di Edoardo IV.
York 28 maggio 1474 Richard di Shrewsbury Plantageneti Estinto nel 1483 Anche Duca di Norfolk dal 1477
Norfolk 12 giugno 1477 Richard du Shrewsbury Plantageneti Estinto nel 1483 Anche Duca di York
Bedford 1478 George Plantageneti Estinto nel 1479
Norfolk 28 giugno 1483 John Howard, Fitzalan-Howard Esistente Titolo revocato dal 22 agosto 1485–1 febbraio 1514,
27 gennaio 1547–ottobre 1553,
2 giugno 1572–settembre 1660. Discendente per linea femminile di Thomas di Brotherton, conte di Norfolk, figlio di Edoardo I.
Bedford 27 ottobre 1485 Jasper Tudor Estinto il 21 dicembre 1495  
York 31 ottobre 1494 Enrico Tudor Unito alla Corona il 21 aprile 1509 Anche duca di Cornovaglia dal 1502
Somerset 24 febbraio 1499 Edmund Tudor Estinto il 19 giugno 1500  
Suffolk 1 febbraio 1514 Charles Brandon Estinto il 14 luglio 1551 Marito di Maria Tudor, sorella di Enrico VIII ed ex regina di Francia.
Richmond e Somerset 18 giugno 1525 Henry Fitzroy Estinto il 22 luglio 1536 Figlio illegittimo di Enrico VIII.
Somerset 16 febbraio 1547 Edward Seymour Esistente Revocato dal 22 gennaio 1552–13 settembre 1660. Zio materno di Edoardo VI.
Northumberland 11 ottobre 1551 John Dudley Revocato il 22 agosto 1553  
Suffolk 11 ottobre 1551 Henry Grey Revocato il 23 febbraio 1554 Sposò lady Frances Brandon, figlia di Charles Brandon, duca di Suffolk e Mary Tudor, sorella di Enrico VIII.
York 6 gennaio 1605 Carlo Stuart Unito alla Corona il 27 marzo 1625 Anche duca di Albany nella parìa di Scozia e duca di Cornovaglia dal 1612
Richmond 17 maggio 1623 Ludovic Stuart Estinto il 16 febbraio 1624  
Buckingham 18 maggio 1623 George Villiers Estinto il 16 aprile 1687  
Richmond 8 agosto 1641 James Stuart Estinto il 12 dicembre 1672  
Cumberland 24 gennaio 1644 Rupert del Reno Nessuno (principe reale) (Wittelsbach) Estinto il 29 novembre 1682 Creato per il principe Rupert del Reno
York 27 gennaio 1644 James Stuart Unito alla Corona il 6 febbraio 1685  
Dudley 23 maggio 1644 Alice Dudley Estinto il 22 gennaio 1669 A vita
Gloucester 13 maggio 1659 Henry Stuart Estinto il 13 settembre 1660  
Albemarle 7 luglio 1660 George Monck Estinto il 6 ottobre 1688  
Monmouth 14 febbraio 1663 James Scott (ramo illegittimo degli Stuart) Revocato il 15 luglio 1685  
Cambridge 23 agosto 1664 James Stuart Estinto il 20 giugno 1667  
Newcastle upon Tyne 16 marzo 1665 William Cavendish Estinto il 26 luglio 1691  
Kendal 1666 Charles Stuart Estinto il 22 maggio 1667  
Cambridge 7 ottobre 1667 Edgar Stuart Estinto l'8 giugno 1671  
Cleveland 3 agosto 1670 Barbara Villiers, Fitzroy (ramo illegittimo degli Stuart) Estinto il 18 maggio 1774 Anche duca di Southampton dal 1709
Portsmouth 19 agosto 1673 Louise Penancoët de Kérouaille Estinto il 14 novembre 1734 A vita
Richmond 9 agosto 1675 Charles Lennox (ramo illegittimo degli Stuart) Esistente Anche duca id Gordon nella parìa del Regno Unito dal 1876 e duca di Lennox nella parìa di Scozia
Southampton 10 settembre 1675 Charles Fitzroy (ramo illegittimo degli Stuart) Estinto il 18 maggio 1774 Anche duca di Cleveland dal 1709
Grafton 11 settembre 1675 Henry Fitzroy (ramo illegittimo degli Stuart) Esistente  
Ormonde 9 novembre 1682 James Butler Revocato il 20 agosto 1715 Anche duca di Ormonde nella parìa d'Irlanda
Beaufort 2 dicembre 1682 Henry Somerset (ramo illegittimo dei Plantageneti) Esistente Discendente da Giovanni di Gand, figlio di Edoardo III attraverso la casata dei Beaufort.
Northumberland 6 aprile 1683 George Fitzroy (ramo illegittimo degli Stuart) estinto il 3 luglio 1716  
St. Albans 10 gennaio 1684 Charles Beauclerk (ramo illegittimo degli Stuart) Esistente  
Berwick-upon-Tweed 19 marzo 1687 James Fitzjames (ramo illegittimo degli Stuart) Non chiaro Secondo la tradizione storiografica il titolo venne revocato nel 1695, ma non vi è documentazione a tal proposito. In caso di mancanza di prove di revoca, il titolo spetterebbe oggi ai duchi di Peñaranda del Duero.
Cumberland 9 aprile 1689 Giorgio Oldenburg Estinto il 28 ottobre 1708  
Bolton 9 aprile 1689 Charles Paulet Estinto il 25 dicembre 1794  
Schomberg 10 aprile 1689 Frederick Schomberg Estinto il 5 luglio 1719 Anche duca di Leinster nella Parìa d'Irlanda dal 1691
Shrewsbury 30 aprile 1694 Charles Talbot Estinto il 1º febbraio 1718  
Leeds 4 maggio 1694 Thomas Osborne Estinto il 20 marzo 1964  
Bedford 11 maggio 1694 William Russell Esistente  
Devonshire 12 maggio 1694 William Cavendish Esistente  
Newcastle upon Tyne 14 maggio 1694 John Holles Estinto il 15 luglio 1711  
Marlborough 14 dicembre 1702 John Churchill, Spencer, Spencer-Churchill Esistente  
Buckingham e Normanby 23 marzo 1703 John Sheffield Estinto il 30 ottobre 1735  
Rutland 29 marzo 1703 John Manners Esistente  
Montagu 14 aprile 1705 Ralph Montagu Estinto il 16 luglio 1749  
Cambridge 9 novembre 1706 Giorgio Hanover Unito alla Corona l'11 giugno 1727 Anche duca di Cornovaglia dal 1714

Ducati nella Parìa di Scozia, 1398–1707[modifica | modifica wikitesto]

  •   Indica i ducati reali.
  •   Indica i ducati esistenti.
Titolo Data di creazione Cognome Status attuale Note
Rothesay[1] 28 aprile 1398 Stuart Esistente Detenuto dal primogenito del monarca che ne è anche l'erede apparente; anche duca di Cornovaglia dal 1603
Albany[2] 28 aprile 1398 Stuart Revocato il 24 maggio 1425  
Albany[3] 1457 Stuart Estinto il 2 giugno 1536 Revocato nel 1479–1482 e nel 1483–1514
Ross[4] 29 gennaio 1488 Stuart Estinto il 17 gennaio 1504  
Montrose[5] 18 maggio 1488 Lindsay Estinto nel dicembre del 1495 Privato del titolo nel 1488–1489, titolo a vita dal 1489
Ross[4] 1514 Stuart Estinto il 18 dicembre 1515 Alexander Stewart venne indicato come duca di Ross, ma non venne mai formalmente creato pari di Scozia
Albany[6] 1541 Stuart Estinto nel 1541 Arthur Stewart venne indicato come duca di Albany, ma non venne mai formalmente creato pari di Scozia
Albany[6] 20 luglio 1565 Stuart Unito alla Corona il 24 luglio 1567  
Orkney[7] 12 maggio 1567 Hepburn Revocato il 29 dicembre 1567  
Lennox[8] 5 agosto 1581 Stuart Estinto il 12 dicembre 1672 Anche duca di Richmond nella Parìa d'Inghilterra dal 1623 al 1624 e dal 1641; sedette nella camera dei Lords come conte di Richmond dal 1613 al 1623 e come conte di March dal 1624 al 1641
Albany[6] 23 dicembre 1600 Stuart Unito alla Corona il 27 marzo 1625 Anche duca di York nella parìa d'Inghilterra dal 1605 e duca di Rothesay dal 1612
Kintyre e Lorne 1602 Stuart Estinto dal 1602  
Hamilton[9] 12 aprile 1643 Hamilton, Douglas-Hamilton Esistente Anche duca di Brandon nella Parìa di Gran Bretagna dal 1711; sedette nella camera dei Lords inglese come conte di Cambridge nella Paria d'Inghilterra dal 1643 al 1651 e come duca di Brandon nella Parìa di Gran Bretagna dal 1782 al 1963
Hamilton[10] 20 settembre 1660 Douglas (Hamilton) Estinto il 18 aprile 1694 A vita; marito suo jure della duchessa di Hamilton
Albany[6] 31 dicembre 1660 Stuart Unito alla Corona il 6 febbraio 1685 Anche duca di York nella Paria d'Inghilterra
Buccleuch[11] 20 aprile 1663 Scott Revocato il 15 luglio 1685 Anche duca di Monmouth nella Paria d'Inghilterra
Buccleuch[11] 20 aprile 1663 Scott, Montagu-Douglas-Scott Esistente Anche duca di Queensberry dal 1810; sedette nella Camera dei Lords come conte di Doncaster nella Paria d'Inghilterra dal 1743 al 1963
Lauderdale[12] 1 maggio 1672 Maitland Estinto il 24 agosto 1682  
Lennox[13] 9 settembre 1675 Lennox Esistente Anche duca di Gordon nella parìa del Regno Unito dal 1876 e duca di Richmond nella parìa d'Inghilterra
Rothes[14] 29 maggio 1680 Leslie Estinto il 27 luglio 1681  
Gordon[15] 3 novembre 1684 Gordon Estinto il 28 maggio 1836 Sedette nella Camera dei Comuni come conte di Norwich nella parìa di Gran Bretagna dal 1784 al 1836
Queensberry[16] 3 novembre 1684 Douglas, Montagu-Douglas Scott Esistente Anche duca di Dover nella parìa di Gran Bretagna dal 1708 al 1778 e duca di Buccleuch dal 1810
Argyll[17] 23 giugno 1701 Campbell Esistente Anche duca di Greenwich nella parìa di Gran Bretagna dal 1718 al 1743 e duca di Argyll nella parìa del Regno Unito dal 1892; sedette nella Camera dei Lords col titolo di conte di Greenwich dal 1705 al 1743, e come Barone Sundridge dal 1782 al 1892
Douglas[18] 10 aprile 1703 Douglas Estinto il 21 luglio 1761 Creato per il marchese di Douglas
Atholl[19] 30 giugno 1703 Murray Esistente Sedette nella Camera dei Lords come conte Strange dal 1786 al 1957
Montrose[20] 24 aprile 1707 Graham Esistente Sedette nella Camera dei Lords come conte Graham dal 1782 al 1963
Roxburghe[21] 25 aprile 1707 Ker Esistente Quiescente dal 22 ottobre 1805 all'11 maggio 1812; sedette nella Camera dei Lords come conte Ker dal 1782 al 1804 e come conte Innes dal 1837 al 1963

Duchi nella parìa di Gran Bretagna, 1707–1801[modifica | modifica wikitesto]

  •   Indica i ducati reali.
  •   Indica i ducati esistenti.
Titolo Data di creazione Primo titolare Cognome Status attuale Note
Dover 26 maggio 1708 James Douglas, duca di Queensberry Douglas Estinto il 22 ottobre 1778 Anche duca di Queensberry nella parìa di Scozia
Kent 28 aprile 1710 Henry Grey, marchese di Kent Grey Estinto il 5 giugno 1740  
Brandon 10 settembre 1711 James Hamilton, duca di Hamilton Douglas-Hamilton Esistente Anche duca di Hamilton nella parìa di Scozia
Ancaster e Kesteven 26 luglio 1715 Robert Bertie, marchese di Lindsey Bertie Estinto l'8 febbraio 1809  
Kingston-upon-Hull 10 agosto 1715 Evelyn Pierrepont, marchese di Dorchester Pierrepont Estinto il 23 settembre 1773  
Newcastle upon Tyne 11 agosto 1715 Thomas Pelham-Holles, conte di Clare Pelham-Holles Estinto il 17 novembre 1768 Anche dua di Newcastle-under-Lyne dal 1757
York e Albany 5 luglio 1716 Ernesto Augusto, principe-vescovo di Osnabrück Hanbover Estinto il 14 agosto 1728  
Portland 6 luglio 1716 Henry Bentinck, conte di Portland Bentinck Estinto il 30 luglio 1990  
Wharton 28 gennaio 1718 Philip Wharton, marchese di Wharton Wharton Estinto il 31 maggio 1731  
Kendal 19 marzo 1719 Melusine von der Schulenburg, duchessa di Munster Schulenburg Estinto il 10 maggio 1743 Anche duchessa di Munster nella parìa d'Irlanda; paria concessa a vita
Greenwich 27 aprile 1719 John Campbell, duca di Argyll Campbell Estinto il 4 ottobre 1743 Anche duca di Argyll nella parìa di Scozia
Manchester 28 aprile 1719 Charles Montagu, conte di Manchester Montagu Esistente  
Chandos 29 aprile 1719 James Brydges, conte di Carnarvon Brydges Estinto il 29 settembre 1789  
Dorset[22] 17 giugno 1720 Lionel Cranfield Sackville, conte di Dorset Sackville Estinto il 29 luglio 1843  
Bridgewater[22] 18 giugno 1720 Scroop Egerton, conte di Bridgewater Egerton Estinto l'8 marzo 1803  
Edimburgo[23] 26 luglio 1726 Federico Luigi Hannover Unito alla Corona il 25 ottobre 1760 Anche duca di Cornovaglia dal 1727 al 1751
Cumberland[23] 27 luglio 1726 Ernesto Augusto Hannover Estinto il 31 ottobre 1765  
Newcastle-under-Lyne[24] 17 novembre 1756 Thomas Pelham-Holles, duca di Newcastle upon Tyne Pelham-Holles, Pelham-Clinton Estinto il 25 dicembre 1988 Anche duca di Newcastle upon Tyne sino al 1768
York e Albany[25] 1º aprile 1760 Edoardo Augusto Hannover Estinto il 17 settembre 1767  
Gloucester e Edimburgo[26] 19 novembre 1764 Guglielmo Enrico Hannover Estinto il 30 novembre 1834  
Northumberland 22 ottobre 1766 Hugh Percy, conte di Northumberland Percy Esistente  
Cumberland e Strathearn 22 ottobre 1766 Enrico Federico Hannover Estinto il 18 settembre 1790  
Montagu 5 novembre 1766 George Montagu, conte di Cardigan Montagu Estinto il 23 maggio 1790  
York e Albany[27] 29 novembre 1784 Federico Augusto Hannover Estinto il 5 gennaio 1827  
Clarence e St. Andrews[28] 20 maggio 1789 Guglielmo Enrico Hannover Unito alla Corona il 26 giugno 1830  
Kent e Strathearn[29] 24 aprile 1799 Edoardo Augusto Hannover Estinto il 23 gennaio 1820  
Cumberland e Teviotdale[29] 24 aprile 1799 Ernesto Augusto Hannover Sospeso il 28 marzo 1919  

Duchi nella parìa d'Irlanda, 1661–1868[modifica | modifica wikitesto]

  •   Indica un ducato esistente.
Ducato Data di creazione Primo insignito Cognome Status attuale Note
Ormonde 30 marzo 1661 James Butler, marchese di Ormonde Butler Estinto il 17 dicembre 1758 Anche duca di Ormonde nella parìa d'Inghilterra sino al 1715; il titolo venne considerato generalmente come revocato dopo il 1715 ed il terzo duca, fratello del secondo duca, che lo ottenne dopo il 1745, non lo utilizzò.
Leinster 3 marzo 1691 Meinhardt Schomberg Schomberg Estinto il 16 luglio 1719 Anche duca di Schomberg nella parìa d'Inghilterra dal 1693
Munster 18 luglio 1716 Ehrengard Melusine von der Schulenburg Schulenberg Estinto il 10 maggio 1743 Anche duchessa di Kendal nella parìa di Gran Bretagna dal 1719
Leinster[30] 26 novembre 1766 James FitzGerald, marchese di Kildare FitzGerald Esistente Sedette nella Camera dei Lords col titolo di Visconte Leinster dal 1747 al 1999
Abercorn 10 agosto 1868 James Hamilton, marchese di Abercorn Hamilton Esistente Sedette nella Camera dei Lords col titolo di marchese di Abercorn dal 1868 al 1999

Ducati nella parìa del Regno Unito, 1801–oggi[modifica | modifica wikitesto]

  •   Indica i ducati reali.
  •   Indica un ducato esistente non reale.
Ducato Data di creazione Primo titolare Cognome Status attuale Note Ref.
Sussex 27 novembre 1801 Augusto Federico Hannover Estinto il 21 aprile 1843   [31]
Cambridge 27 novembre 1801 Adolfo Hannover Estinto il 17 marzo 1904   [31]
Duca di Wellington 11 maggio 1814 Arthur Wellesley, marchese di Wellington Wellesley Esistente   [32]
Buckingham e Chandos 4 febbraio 1822 Richard Temple-Nugent-Brydges-Chandos-Grenville, marchese di Buckingham Temple-Nugent-Brydges-Chandos-Grenville Estinto il 26 marzo 1889   [33]
Sutherland 28 gennaio 1833 George Leveson-Gower, marchese di Stafford Leveson-Gower; Sutherland-Leveson-Gower; Egerton Esistente   [34]
Cleveland 29 gennaio 1833 William Vane, marchese di Cleveland Vane; Powlett Estinto il 21 agosto 1891   [34]
Inverness 10 aprile 1840 Cecilia Underwood Underwood Estinto il 1º agosto 1873 Moglie del duca di Sussex. [35]
Edimburgo 24 maggio 1866 Alfredo Sassonia-Coburgo-Gotha Estinto il 30 luglio 1900   [36]
Westminster 27 febbraio 1874 Hugh Grosvenor, marchese di Westminster Grosvenor Esistente   [37]
Connaught e Strathearn 24 maggio 1874 Arturo Sassonia-Coburgo-Gotha Estinto il 26 aprile 1943   [38]
Gordon 13 gennaio 1876 Charles Gordon-Lennox, duca di Richmond Gordon-Lennox Esistente Anche duca di Richmond nella parì d'Inghilterra e duca di Lennox nella parìa di Scozia [39]
Albany 24 maggio 1881 Leopoldo Sassonia-Coburgo-Gotha Sospeso il 28 marzo 1919   [40]
Fife 29 luglio 1889 Alexander Duff, conte di Fife Duff Estinto il 29 gennaio 1912 Il titolo venne ricreato per la figlia ed erede del duca (vedo in seguito). [41]
Clarence e Avondale 24 maggio 1890 Alberto Vittorio Sassonia-Coburgo-Gotha Estinto il 14 gennaio 1892   [42]
Argyll 7 aprile 1892 George Campbell, duca di Argyll Campbell Esistente Anche duca di Argyll nella parìa di Scozia [43]
York 24 maggio 1892 Giorgio del Galles Sassonia-Coburgo-Gotha Unito alla Corona il 6 maggio 1910 Anche duca di Cornovaglia dal 1901 [44]
Fife 24 aprile 1900 Alexander Duff, duca di Fife Duff; Carnegie Esistente   [45]
York 5 giugno 1920 Alberto Windsor Unito alla Corona l'11 dicembre 1936   [46]
Gloucester 31 marzo 1928 Enrico Windsor Esistente   [47]
Kent 12 ottobre 1934 Giorgio Windsor Esistente   [48]
Windsor 8 marzo 1937 Edoardo Windsor Estinto il 28 maggio 1972   [49]
Edimburgo 20 novembre 1947 Carlo Mountbatten-Windsor Esistente   [50]
York 23 luglio 1986 Andrea Mountbatten-Windsor Esistente   [51]
Cambridge 29 aprile 2011 William del Galles Mountbatten-Windsor Esistente   [52]
Sussex 19 maggio 2018 Henry del Galles Mountbatten-Windsor Esistente [53]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Scots Peerage, vol. VII, pp. 312–313.
  2. ^ Scots Peerage, vol. I, p. 147.
  3. ^ Scots Peerage, vol. I, p. 151.
  4. ^ a b Scots Peerage, vol. VII, p. 246.
  5. ^ Scots Peerage, vol. III, p. 22.
  6. ^ a b c d Scots Peerage, vol. I, p. 155.
  7. ^ Scots Peerage, vol. II, p. 164.
  8. ^ Scots Peerage, vol. V, p. 356.
  9. ^ Scots Peerage, vol. IV, p. 377.
  10. ^ Scots Peerage, vol. IV, p. 381.
  11. ^ a b Scots Peerage, vol. II, p. 237.
  12. ^ Scots Peerage, vol. VI, p. 305.
  13. ^ Scots Peerage, vol. V, p. 363.
  14. ^ Scots Peerage, vol. VII, p. 301.
  15. ^ Scots Peerage, vol. IV, p. 549.
  16. ^ Scots Peerage, vol. VII, p. 138.
  17. ^ Scots Peerage, vol. I, p.369.
  18. ^ Scots Peerage, vol. I, p. 210.
  19. ^ Scots Peerage, vol. I, p. 479.
  20. ^ Scots Peerage, vol. VI, p. 263.
  21. ^ Scots Peerage, vol. VII, p. 350.
  22. ^ a b (EN) The London Gazette (PDF), n. 5859, 11 June 1720.
  23. ^ a b (EN) The London Gazette (PDF), n. 6494, 12 July 1726.
  24. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 9634, 9 November 1756.
  25. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 9987, 29 March 1760.
  26. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 10470, 13 November 1764.
  27. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 12598, 23 November 1784.
  28. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 13097, 16 May 1789.
  29. ^ a b (EN) The London Gazette (PDF), n. 15126, 20 April 1799.
  30. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 10676, 11 November 1766.
  31. ^ a b (EN) The London Gazette (PDF), n. 15429, 21 November 1801.
  32. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 16894, 31 May 1814.
  33. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 17781, 12 January 1822.
  34. ^ a b (EN) The London Gazette (PDF), n. 19013, 15 January 1833.
  35. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 19842, 31 March 1840.
  36. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 23119, 25 May 1866.
  37. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 24068, 24 February 1874.
  38. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 24098, 26 May 1874.
  39. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 24283, 11 January 1876.
  40. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 24977, 24 May 1881.
  41. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 25958, 27 July 1889.
  42. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 26055, 24 May 1890.
  43. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 26276, 8 April 1892.
  44. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 26291, 25 May 1892.
  45. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 27186, 24 April 1900.
  46. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 31931, 4 June 1920.
  47. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 33371, 30 March 1928.
  48. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 34094, 9 October 1934.
  49. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 34349, 12 December 1936.
  50. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 38128, 21 November 1947.
  51. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 50606, 23 July 1986.
  52. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 59798, 1º June 2011.
  53. ^ Jenny.minard, Prince Harry and Ms. Meghan Markle: Announcement of Titles, in The Royal Family, 19 maggio 2018. URL consultato il 19 maggio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]