Mimmo Lucano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Domenico Lucano)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Domenico Lucano

Sindaco di Riace
In carica
Inizio mandato10 giugno 2024
PredecessoreAntonio Trifoli

Durata mandato12 giugno 2004 –
3 ottobre 2018
PredecessoreCosimo Salvatore Comito
SuccessoreGiuseppe Gervasi (vicesindaco f.f.)

Europarlamentare
LegislaturaX
Gruppo
parlamentare
GUE/NGL
CircoscrizioneItalia meridionale

Dati generali
Partito politicoIndipendente di sinistra
Titolo di studioPerito chimico
ProfessioneInsegnante

Domenico Lucano, detto Mimmo (Melito di Porto Salvo, 31 maggio 1958), è un politico e attivista italiano.

Quattro volte sindaco di Riace, è divenuto celebre per il suo approccio nella gestione dei rifugiati politici e immigrati in genere[1], nel contesto della crisi europea dei migranti. Durante la sua amministrazione della cittadina calabrese, circa 450 tra rifugiati e immigrati si sono stabiliti nel piccolo villaggio ionico accanto ai suoi 1 800 abitanti.[2][3]

Nel 2010 si è posizionato terzo nella World Mayor, un concorso mondiale organizzato da City Mayors Foundation che a cadenza biennale stila la classifica dei migliori sindaci del mondo.[4] Nel 2016 è comparso al 40º posto nella lista dei leader più influenti dettata dalla rivista americana Fortune.[3][5]

Nel 2024 è eletto eurodeputato nelle liste di Alleanza Verdi e Sinistra.

I ricami di Herat
Gli aquiloni di Islamabad

Si diploma come perito chimico e successivamente si trasferisce a Roma per studiare Medicina; vi rimane quattro anni, poi decide di abbandonare gli studi e tornare in Calabria. Diventa insegnante, professione che esercita prima a Roma, poi a Bussoleno, ma vivendo a Santena in Provincia di Torino[6]. Si sposa e ha tre figli,[7][8] ma si separa nel 2010.

Il primo luglio 1998 da libero cittadino insieme ad altri riacesi accoglie alcuni curdi che sbarcano sulle coste di Riace[9] ed inizia a interessarsi alle modalità di accoglienza adottate a Badolato un anno prima.

Associazione "Città Futura"

[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1999 insieme ad altri riacesi fonda l'associazione "Città Futura", associazione dedicata a Don Pino Puglisi con l'intenzione di aprire le case ormai abbandonate di Riace superiore e recuperare i mestieri di "una volta" orbitando intorno al concetto di ospitalità.[10] Successivamente crea la cooperativa "Il Borgo e il cielo" per gestire i nuovi laboratori di tessitura, ceramica, vetro e confetture, la cooperativa è composta da 10 persone tra cui due immigrati[11].

Nelle elezioni comunali del 2000 entra nel consiglio comunale come componente della minoranza.[12]

Sindaco di Riace

[modifica | modifica wikitesto]

1º mandato (2004-2009)

[modifica | modifica wikitesto]
Murale di alcuni morti uccisi in Calabria creato nella "settimana dei colori" del 2009

Nel 2004 per la prima volta si candida a sindaco e viene eletto il 12 giugno 2004 con il 35,4% dei voti. Dopo un anno[13] aderisce a Recosol, la rete di comuni solidali[14] con cui partecipa a progetti di tipo solidale e il consiglio comunale devolve parte del ricavato della annuale Festa dei Santi Cosma e Damiano in un progetto in Niger[13] e poi per un nuovo progetto nel Sahel. Nel 2006 riceve il premio in "ricordo di Tom Benetollo" e dalla Provincia di Roma riceve il premio sostenibilità ambientale. A giugno 2006 organizza a Riace il primo convegno degli oltre 100 amministratori della rete dei comuni solidali.[15]

Dal 2008 una nuova emergenza migranti viene proclamata da Lampedusa e diffusa nei media, e la sfida del sindaco di Riace nei confronti del sindaco dell'isola siciliana finisce sulle prime pagine del Corriere della Sera[16].

2º mandato (2009-2014)

[modifica | modifica wikitesto]
Il sindaco Mimmo Lucano all'Anfiteatro di Riace

Nella primavera del 2009 si ricandida per la seconda volta con la lista civica "L'altra Riace" e il 14 giugno 2009 vince con 611 voti (51,7%).[17][18]

Nell'estate del 2009 Mimmo Lucano insieme a Domenico Congiusta promuove la "Settimana dei colori" dove le associazioni ARCI e Libera delle città di Torino, Cosenza e Napoli crearono a Riace dei murales con tema le Vittime di 'Ndrangheta: Rocco Gatto, Giuseppe Valarioti, Totò Speranza, Gianluca Congiusta e Francesco Fortugno ma anche Peppino Impastato[19][20].

Da settembre 2009 Stignano accoglie l'appello di Lucano di aiutare il sindaco di Lampedusa Dino De Rubeis per l'accoglienza di alcuni richiedenti asilo in case sfitte[21], a cui segue anche il comune di Caulonia. Verranno accolti poi i migranti del CPT di Ragusa e Crotone[21].

Nel 2010 arriva terzo nella competizione mondiale dei sindaci, il World Mayor, grazie ai progetti di accoglienza del comune sviluppati negli ultimi 10 anni.[4][22] Lo stesso anno viene intervistato nel cortometraggio di Wim Wenders, Il volo: nel film è ispirato a lui il personaggio interpretato da Ben Gazzara.[23]

3º mandato (2014-2018)

[modifica | modifica wikitesto]
Il teatro dove si svolge dal 2009 il "Riace in Festival"
Villaggio Globale
Porta Europa a Riace
Il Parco delle fontane e la gestione degli asini per la raccolta differenziata e l'onoterapia
Villaggio globale

Nel 2014 si ricandida per la terza volta con la lista civica "L'altra Riace" e vince con 613 voti (54,48%).[24]

Nel 2016 viene inserito tra i 50 più importanti leader del mondo (al 40º posto) dalla rivista Fortune.[25] L'anno successivo, nel 2017 il sindaco riceve il premio per la Pace Dresda 2017 che assegna l'omonima città tedesca[26] e il Los Angeles Times redigerà un intero articolo sul paese.[27]

A fine anno arriva la relazione del prefetto di Reggio Calabria, Michele Di Bari. I verbali di dicembre 2016 riferiscono di anomalie nel funzionamento del sistema che portano ad aprire una indagine della magistratura su Domenico Lucano accusato di truffa e concussione. Il Ministro dell'Interno Minniti a seguito di ciò blocca i fondi, non riconoscendo più al Comune i bonus e le borse lavoro degli ultimi tre anni (pari ai 35 euro giornalieri stanziati per ogni migrante).

Una seconda relazione del prefetto del 26 gennaio 2017 ha toni differenti e loda il modello d'integrazione.[28]

Il 3 ottobre 2018 viene sospeso dalla carica di sindaco. Il 27 aprile 2019 si candida come consigliere comunale a sostegno della candidata sindaca, l'assessora ai lavori pubblici uscente Maria Spanò, per la lista "Il cielo sopra Riace". La lista è arrivata terza con 320 voti, riuscendo ad eleggere un solo consigliere comunale; Lucano ha avuto 140 preferenze personali, il più alto numero di preferenze fra tutti i candidati, venendo quindi eletto consigliere.

In occasione delle elezioni europee del 2019, Lucano annuncia il proprio sostegno alla lista elettorale La Sinistra, composta da membri di Sinistra Italiana e Rifondazione Comunista.[29]

4º mandato (dal 2024)

[modifica | modifica wikitesto]

In contemporanea alle elezioni europee del 2024, si ricandida alla carica di sindaco di Riace: con il 46,3% viene rieletto per la quarta volta primo cittadino del comune calabrese.[30][31]

Candidatura in regione ed elezione ad europarlamentare

[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre del 2021, si presenta ufficialmente alle elezioni regionali in Calabria del 2021, come capolista in tutte le circoscrizioni della lista civica Un'altra Calabria è possibile (sostenuta anche da Sinistra Italiana), in supporto della candidatura di Luigi de Magistris alla presidenza della Regione.[32] Nelle suddette elezioni, Lucano raccoglie 9.779 preferenze a livello personale; tuttavia, la sua lista ottiene solo il 2,39% dei voti complessivi, non superando quindi la soglia di sbarramento del 4%, necessaria ad ottenere seggi in consiglio regionale.[33]

In vista delle elezioni europee del 2024, Lucano annuncia di aver accettato la candidatura da europarlamentare propostagli dai referenti politici di Alleanza Verdi e Sinistra, Angelo Bonelli e Nicola Fratoianni; nella stessa occasione, afferma anche di aver rifiutato un'offerta analoga dal Partito Democratico, a causa di visioni divergenti sulla guerra in Ucraina.[34][35] Viene quindi candidato come capolista nella circoscrizione meridionale, nonché nelle circoscrizioni nord-orientale, nord-occidentale e insulare,[36][37] risultando poi essere eletto europarlamentare con 101.800 preferenze[38][39].

Procedimenti giudiziari

[modifica | modifica wikitesto]

Giustizia penale

[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2017 il sindaco Lucano è iscritto tra gli indagati dalla Procura di Locri in merito alla gestione del sistema dell'accoglienza: i reati contestati sono truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche ai danni dello Stato e dell'Unione europea, concussione e abuso d'ufficio.[40][41]

Il 2 ottobre 2018, a conclusione dell'operazione Xenia[42], viene messo agli arresti domiciliari con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina (per aver progettato nel 2017 di far ottenere la cittadinanza italiana ad una donna nigeriana senza permesso di soggiorno attraverso un matrimonio combinato[43], ma poi non avvenuto[44]) e illeciti nell'affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti urbani a due cooperative locali che impiegavano migranti[43] (il giudice dichiara però infondate le accuse di concussione, truffa allo stato e abuso d'ufficio)[45]. In particolare, secondo il prefetto, la gestione dei fondi era stata superficiale, ma non era sopravvenuto alcun illecito da essa. Rimangono le accuse di aver collaborato per fare un matrimonio combinato per far ottenere il permesso ad una donna nigeriana di rimanere a Riace e di aver forzato la procedura per assegnare la gestione rifiuti di Riace alle cooperative Ecoriace e Aquilone.[46][47][48][49][50] Il prefetto lo sospende da Sindaco[51][52].

Il 16 ottobre 2018 il tribunale del riesame revoca i domiciliari ma sancisce il divieto di dimora a Riace.[53][54] Il 26 febbraio 2019 la Cassazione annulla il divieto di dimora, decisione che tuttavia verrà applicata dal tribunale di Locri solo a settembre.[55][56][57][58] Sempre secondo la Cassazione inoltre sarebbe risultata infondata l'accusa di aver celebrato o progettato matrimoni di comodo.[59]

L'11 aprile 2019 Lucano viene rinviato a giudizio per abuso d'ufficio e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.[60] Il 12 aprile 2019 viene iscritto nel registro degli indagati insieme ad altre nove persone per truffa e falso in relazione alla gestione dei migranti a Riace.[61] Nel dicembre 2019 riceve un ulteriore avviso di garanzia per il rilascio di una carta d'identità ad una giovane madre eritrea e al figlio neonato privi di permesso di soggiorno[43][62] e un ulteriore avviso di garanzia per aver attestato la conformità di tre appartamenti assegnati a migranti, ma in realtà privi di certificati di collaudo statico e di abitabilità.[43]

Il 30 settembre 2021 il Tribunale di Locri lo condanna in primo grado alla pena di 13 anni e 2 mesi di reclusione per i reati di truffa, peculato, falso ideologico e abuso d'ufficio, appesantiti dall'aver "costituito un'associazione per delinquere che aveva lo scopo di commettere un numero indeterminato di delitti contro la Pubblica Amministrazione" in concorso con altri imputati[63][64][65]. A Lucano non è stato concesso alcun tipo di attenuante, nonostante l'incensuratezza. La pena è quasi il doppio rispetto a quanto richiesto dal pubblico ministero: perché il giudice ha riqualificato l'abuso d'ufficio nel più grave reato di truffa aggravata e non ha riconosciuto il vincolo di continuazione fra tutti i reati, andando quindi a sommare aritmeticamente le pene per due diversi filoni, invece che applicare l'istituto del cumulo giuridico, che avrebbe portato ad una pena inferiore.[66][67][68] Secondo il giudice di primo grado inoltre Lucano avrebbe "strumentalizzato il sistema dell'accoglienza a beneficio della sua immagine politica" creando, con i fondi destinati all'accoglienza dei migranti, progetti di valorizzazione del territorio, ma anche investimenti che gli avrebbero fruttato un arricchimento personale.[69][70][71][72]

L'11 ottobre 2023 la sentenza di appello vede la condanna ridotta a 1 anno e 6 mesi, con pena sospesa, limitatamente al reato di falso in atto pubblico su una delibera del comune. Viene poi prescritto il reato di abuso d'ufficio relativo a due ulteriori distinti episodi: la falsa certificazione alla Siae di concerti a Riace nel 2015, e l'affidamento del servizio di raccolta rifiuti a due cooperative sociali non registrate all'albo regionale. Per tutte le altre accuse viene assolto assieme a 15 degli altri 16 coimputati.[59][73][74][75][76][77][78]

Giustizia amministrativa

[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 maggio 2019 il Tar di Reggio Calabria con sentenza n. 356/2019 ha annullato il provvedimento con cui nell’ottobre del 2018 il Viminale ha smantellato il sistema d'accoglienza del borgo[79]. Il provvedimento del Ministero è stato considerato illegittimo poiché adottato in violazione delle norme sul procedimento[80][81].

Il 9 giugno 2020 il Consiglio di Stato ha sconfessato la chiusura dei progetti Sprar voluta dall'allora ministro dell'Interno Salvini.[82]

Il "modello Riace"

[modifica | modifica wikitesto]
Cartello di Riace

Il sistema d'accoglienza che il sindaco ha messo in pratica è stato giornalisticamente definito Modello Riace e consiste in diverse azioni intraprese nel corso degli anni: aderire al sistema SPRAR, ottenere fondi regionali o mutui per la ristrutturazione delle case dismesse e attraverso le associazioni dare accoglienza e ospitalità ai rifugiati e ai richiedenti asilo che potranno lavorare nel comune attraverso laboratori artigiani di tessitura, lavorazione del vetro, confettura[83]. Tra le altre misure intraprese in attesa dell'erogazione in ritardo dei fondi risulta la creazione della moneta locale l'euro di Riace, una sorta di bonus di spesa del taglio di 1, 2, 10, 20, 50 e 100 euro utilizzabile anche dai turisti[84]. Nel 2017, il modello coinvolgeva 550 migranti ospitati a Riace, ma dalla cittadina ne erano passati almeno 6000.[85]

Anche i comuni di Stignano e Caulonia insieme a Riace durante la crisi umanitaria di Lampedusa del 2009 diedero disponibilità di 200 posti a confronto di Milano che si rese disponibile per 20.[86]

Nella relazione del prefetto di Locri del dicembre 2016 i verbali riferiscono anomalie nel funzionamento del sistema. Da qui è scattata l'indagine della magistratura su Domenico Lucano per truffa e concussione. Il ministero dell'Interno poi ha bloccato i fondi, non riconoscendo più al Comune i bonus e le borse lavoro degli ultimi tre anni (pari ai 35 euro giornalieri stanziati per ogni migrante). Nella seconda (26 gennaio 2017) i toni sono differenti e lodano il modello d'integrazione.[28]

Il 12 gennaio 2019 a Caulonia, con la presenza di Lucano, si è costituito un Comitato promotore della Fondazione “È stato il vento” per cercare di sostenere il comune di Riace e rilanciare quel modello di accoglienza. Presidente Onorario è stato eletto Giuseppe Lavorato, tra gli aderenti anche il missionario Comboniano Alex Zanotelli.[87]

Riconoscimenti

[modifica | modifica wikitesto]

Nella cultura di massa

[modifica | modifica wikitesto]
Murale contro la 'ndrangheta

Nel 2010 il regista Wim Wenders realizza il cortometraggio Il volo, in cui il sindaco viene interpretato da Ben Gazzara.

Nel 2016 il documentario Un paese di Calabria descrive il paese di Riace e il suo progetto di accoglienza dalla viva voce del sindaco Lucano e di alcuni suoi concittadini.[90][91][92]

Nel 2017 Picomedia, Ibla Film e Rai Fiction hanno realizzaro la miniserie Tutto il mondo è paese ispirata alla storia di Riace e di Mimmo Lucano (interpretato da Beppe Fiorello). Tuttavia, in attesa delle decisioni della magistratura[93] la Rai ha deciso di sospendere la messa in onda della fiction, inizialmente prevista per la stagione televisiva 2018/2019.[94]

Nel 2019 un gruppo di cantanti e musicisti italiani ha pubblicato il manifesto di solidarietà È Stato il Vento - Artisti per Riace, per appoggiare il modello di integrazione e accoglienza di Riace.[95]

  1. ^ Hari Sreenivasan, Sreenivasan, Hari, PBS News Hour Weekend, 3 aprile 2016.
  2. ^ Lucy Ash, Italian mayor saves his village by welcoming refugees, in BBC News, 10 gennaio 2011. URL consultato il 26 settembre 2016.
  3. ^ a b Sylvia Poggioli, Poggioli, Sylvia, National Public Radio, 12 aprile 2016. URL consultato il 13 aprile 2016.
  4. ^ a b c World Mayor: The 2010 results, su worldmayor.com. URL consultato il 2 agosto 2020.
  5. ^ Riace: The Italian village abandoned by locals, adopted by migrants, in BBC News, 25 settembre 2016. URL consultato il 26 settembre 2016.
  6. ^ Sasso, 2012, pp. 28-30.
  7. ^ Il sindaco che ha perso la famiglia per accogliere i profughi, in corriere.it, 24 luglio 2017. URL consultato il 30 aprile 2019.
  8. ^ Il sindaco calabrese tra i potenti della Terra, in repubblica.it, 30 marzo 2016. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  9. ^ Sasso, 2012, p. 26.
  10. ^ Sasso, 2012, p. 30.
  11. ^ Sasso, 2012, p. 33.
  12. ^ Sasso, 2012, p. 40.
  13. ^ a b Sasso, 2012, p. 34.
  14. ^ Comuni Aderenti, su comunisolidali.org. URL consultato il 2 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 15 maggio 2021).
  15. ^ Sasso, 2012, p. 53.
  16. ^ Sasso, 2012, p. 17.
  17. ^ Comune di Riace. Liste e risultati, in la Repubblica, 2009. URL consultato il 24 settembre 2018.
  18. ^ Barillà, 2017, pp. 59-60.
  19. ^ Sasso, 2012, p. 71.
  20. ^ Barillà, 2017, pp. 65-66.
  21. ^ a b Sasso, 2012, p. 78.
  22. ^ City Mayors: Domenico Lucano - Mayor of Riace
  23. ^ Claudio Panella, Il volo. Un cortometraggio in 3D di Wim Wenders, su cultframe.com, CultFrame, luglio 2017. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  24. ^ Comune di Riace. Liste e risultati, in La Repubblica, 26 maggio 2014. URL consultato il 24 settembre 2018.
  25. ^ a b I 50 leader del mondo del 2016
  26. ^ a b Riace si scopre multietnica e piace ai turisti, in agi.it, 4 maggio 2017. URL consultato il 2 settembre 2018.
  27. ^ Riace e Gioiosa Ionica protagoniste anche sul "Los Angeles Times", in Ciavula. URL consultato il 2 settembre 2018.
  28. ^ a b Integrazione dei migranti: il modello Riace funziona. Lo dice la Prefettura, in Il Sole 24 Ore. URL consultato il 24 agosto 2018.
  29. ^ Europee, la Sinistra che non guarda al Pd: “Calenda? Semmai Lucano”. Tra i capilista Silvia Prodi e Marilena Grassadonia, in Il Fatto Quotidiano. URL consultato il 14 maggio 2019.
  30. ^ Non solo l'Europa, Mimmo Lucano rieletto sindaco di Riace - Notizie - Ansa.it, su Agenzia ANSA, 10 giugno 2024. URL consultato il 10 giugno 2024.
  31. ^ Simona Musco, «Contro di me un processo politico. Porterò in Europa il modello della mia Riace», su www.ildubbio.news. URL consultato il 29 giugno 2024.
  32. ^ Regionali Calabria, 4 candidati presidente, 22 liste: tanti i "parenti" e qualche clamorosa esclusione, su la Repubblica, 4 settembre 2021. URL consultato il 29 febbraio 2024.
  33. ^ Calabria: 9.779 voti a Lucano ma non viene eletto in Consiglio. La sua lista non supera lo sbarramento fermandosi al 2,39%, su La Stampa, 6 ottobre 2021. URL consultato il 29 febbraio 2024.
  34. ^ Matteo Marcelli, Il caso. Lucano, il ritorno contro la guerra. Avs lo candida per le Europee, su Avvenire, 28 febbraio 2024. URL consultato il 29 febbraio 2024.
  35. ^ L’ex sindaco di Riace Mimmo Lucano si candiderà alle elezioni europee con Alleanza Verdi e Sinistra, su Il Post, 29 febbraio 2024. URL consultato il 29 febbraio 2024.
  36. ^ Tutti i candidati italiani alle elezioni europee del 2024, su eunews.it, 2 maggio 2024. URL consultato il 2 maggio 2024.
  37. ^ Le liste con i candidati dei principali partiti italiani per le elezioni europee, su Il Post, 2 maggio 2024. URL consultato il 19 maggio 2024.
  38. ^ https://www.ansa.it/europee_2024/notizie/2024/06/10/europee-per-meloni-23-milioni-di-preferenze-ecco-i-big-del-voto_39f0e575-7433-4124-9606-34529f9957a4.html
  39. ^ Simona Musco, La rivincita dei “reietti”: Lucano si riprende Riace, Salis piega Orbàn, su www.ildubbio.news. URL consultato il 29 giugno 2024.
  40. ^ Alessia Candito, Migranti, sindaco Riace indagato per concussione e truffa. Lucano: "Attacco a nostro sistema di integrazione", in La Repubblica, 6 ottobre 2017. URL consultato il 16 gennaio 2018.
  41. ^ Lucio Musolino, Riace, sindaco dell’accoglienza indagato per abuso e concussione. Lui: “Non ci sono ombre”, in Il Fatto Quotidiano, 6 ottobre 2017. URL consultato il 16 gennaio 2018.
  42. ^ Simona Musco, Arrestato il sindaco di Riace Mimmo Lucano. L’accusa? Aiutava i profughi, su www.ildubbio.news. URL consultato il 29 giugno 2024.
  43. ^ a b c d Per cosa è stato condannato a oltre 13 anni Mimmo Lucano, su Il Post, 30 settembre 2021.
  44. ^ Francesco Oggiano, «Io, che volevo sposare la rifugiata di Riace». Storia di un matrimonio che non s'aveva da fare, in Vanity Fair, 11 ottobre 2018.
  45. ^ Arrestato il sindaco di Riace, Domenico Lucano - Calabria, in ANSA.it, 2 ottobre 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  46. ^ Riace, il sindaco Lucano arrestato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, in repubblica.it, 2 ottobre 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  47. ^ Riace, arrestato il sindaco Lucano: “Favoriva l’immigrazione clandestina anche con matrimoni di comodo”, in ildattoquotidiano.it, 2 ottobre 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  48. ^ (EN) Italy's migrant-friendly mayor of Riace, Domenico Lucano, arrested, in bbc.co.uk, 2 ottobre 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  49. ^ (EN) Pro-refugee Italian mayor arrested for 'aiding illegal migration', in The Guardian, 2 ottobre 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  50. ^ (EN) Mayor of Italian town famous for welcoming migrants arrested for allegedly aiding illegal immigration, in Telegraph, 2 ottobre 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  51. ^ Riace, Lucano: "Agli arresti per reato di umanità". Il prefetto lo sospende da sindaco, in repubblica.it. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  52. ^ Vox populi (VIDEO), Riace: ma dov’è andato Mimmo Lucano?, in CalabriaMagnifica.it. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  53. ^ Mimmo Lucano, revocati i domiciliari: divieto di dimora a Riace, in repubblica.it, 16 ottobre 2018. URL consultato il 4 ottobre 201816 ottobre 2018.
  54. ^ Mimmo Lucano: revocati i domiciliari, ma deve lasciare Riace, in CalabriaMagnifica.it, 16 ottobre 2018. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  55. ^ Non ci sono irregolarità negli appalti del comune di Riace, su Il Post, 2 aprile 2019. URL consultato il 3 aprile 2019.
  56. ^ Mimmo Lucano, Cassazione: non ci sono indizi di comportamenti fraudolenti, su rainews. URL consultato il 3 aprile 2019.
  57. ^ Mimmo Lucano torna a Riace, su corrieredellumbria.corr.it. URL consultato il 9 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 14 ottobre 2021).
  58. ^ Mimmo Lucano può tornare a Riace: revocato il divieto di dimora, su corrieredellumbria.corr.it. URL consultato il 9 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 14 ottobre 2021).
  59. ^ a b https://www.ilfattoquotidiano.it/2023/10/11/mimmo-lucano-sentenza-appello-condanna-1-anno-e-6-mesi/7320395/
  60. ^ Domenico Lucano, sindaco di Riace, è stato rinviato a giudizio per abuso di ufficio e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, su Il Post, 11 aprile 2019. URL consultato il 12 aprile 2019.
  61. ^ Riace: altra indagine su Lucano, truffa e falso - Calabria, su Agenzia ANSA, 12 aprile 2019. URL consultato il 12 aprile 2019.
  62. ^ Migranti, nuovo avviso di garanzia per Mimmo Lucano, su adnkronos.com.
  63. ^ Il Corriere della Calabria, 18 dicembre 2021.
  64. ^ "“Mimmo Lucano si è arricchito sfruttando l’accoglienza dei migranti”: la sentenza integrale", Lucio Musolino. ilFattoQuotidiano.it, 18 dicembre 2021.
  65. ^ Il Tempo, 18 dicembre 2021.
  66. ^ Mimmo Lucano condannato a 13 anni e 2 mesi, com’è stata calcolata la pena?, su tg24.sky.it.
  67. ^ Lucano condannato: come è stata calcolata la pena, su corriere.it.
  68. ^ Mimmo Lucano: perché il giudice ha raddoppiato la condanna, su today.it.
  69. ^ ANSA, 17 dicembre 2021.
  70. ^ Corriere della Calabria, 17 dicembre 2021.
  71. ^ La Stampa, 17 dicembre 2021.
  72. ^ Corriere della Sera, 17 dicembre 2021.
  73. ^ https://www.rainews.it/articoli/2023/10/reggio-calabria-crollano-le-accuse-per-mimmo-lucano-condannato-in-appello-a-un-anno-e-sei-mesi--7357f6f4-d1a5-419d-b178-e506466cf2d4.html
  74. ^ https://www.adnkronos.com/cronaca/mimmo-lucano-in-appello-cadono-le-accuse-condannato-solo-per-abuso-dufficio_1V5VpwycyhtBU6g75z5FQk
  75. ^ https://tg.la7.it/cronaca/mimmo-lucano-sentenza-ribaltata-in-appello-condannato-a-1-anno-e-mezzo-di-reclusione-e-assolto-dai-11-10-2023-195895
  76. ^ https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/calabria/riace-appello-lucano-scende-condanna_71204471-202302k.shtml
  77. ^ https://www.nicolaporro.it/la-sinistra-tira-un-sospiro-di-sollievo-mimmo-lucano-e-santo/
  78. ^ Simona Musco, Nessun «arrembaggio alle risorse pubbliche», Lucano puntava ad una «economia della speranza», su www.ildubbio.news. URL consultato il 29 giugno 2024.
  79. ^ Riace vince il ricorso, il Tar annulla l'espulsione dallo Sprar, su la Repubblica, 21 maggio 2019. URL consultato il 10 giugno 2020.
  80. ^ smusco, Sprar, vince Riace: la sua esclusione fu «un atto illegittimo del Viminale», su www.ildubbio.news. URL consultato il 29 giugno 2024.
  81. ^ TAR Calabria: annullato provvedimento di revoca al Progetto Riace. ASGI: una vittoria del diritto, su Asgi, 22 maggio 2019. URL consultato il 10 giugno 2020.
  82. ^ Riace, il Consiglio di Stato dà ragione a Mimmo Lucano, su la Repubblica, 9 giugno 2020. URL consultato il 10 giugno 2020.
  83. ^ Barillà, 2017, pp. 81-131.
  84. ^ Barillà, 2017, pp. 101-116.
  85. ^ Barillà, 2017, p. 116.
  86. ^ Barillà, 2017, p. . 95.
  87. ^ Nasce la "nuova" Riace: una fondazione per rilanciare quel modello di accoglienza, su la Repubblica, 12 gennaio 2019. URL consultato il 2 agosto 2020.
  88. ^ A Milano cittadinanza onoraria al sindaco di Riace Mimmo Lucano, in giornaledeinavigli.it, 21 dicembre 2018. URL consultato il 1º febbraio 2019.
  89. ^ Marsiglia omaggia Mimmo Lucano, cittadinanza onoraria per l'ex sindaco di Riace, su Gazzetta del Sud. URL consultato il 30 dicembre 2022.
  90. ^ Un paese di Calabria, il documentario che racconta l’integrazione possibile ma che nessun fa vedere in Italia, in il Fatto Quotidiano, 22 luglio 2017. URL consultato il 6 ottobre 2018.
  91. ^ 'Un paese di Calabria', il doc su Riace in streaming gratuito, in la Repubblica, 5 ottobre 2018. URL consultato il 6 ottobre 2018.
  92. ^ Un paese di Calabria, su bofilm.it. URL consultato il 6 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2018).
  93. ^ Sindaco di Riace, Salvini e M5S attaccano La Rai sospende la Fiction.., su giustizianews24.it. URL consultato l'8 ottobre 2018.
  94. ^ Fiorello racconta la fiction su Riace. Forse messa in onda in inverno, in corrieredellacalabria.it, 12 agosto 2018. URL consultato il 31 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 12 aprile 2019).
  95. ^ "E' Stato il Vento": molti artisti pubblicano un manifesto per Riace, in talassamagazine.it, 16 aprile 2019. URL consultato il 17 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2019).
  • Chiara Sasso, Riace, Terra di accoglienza, Gruppo Abele, 2012, p. 117, ISBN 978-88-6579-025-0.
  • Antonio Rinaldi, Riace il paese dell'accoglienza. Un modello alternativo di integrazione, Imprimatur, 2016.
  • Tiziana Barillà, Mimì Capatosta. Mimmo Lucano e il modello Riace, Fandango libri, 2017, ISBN 978-88-6044-505-6.

Voci correlate

[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]
Controllo di autoritàVIAF (EN1253154260550524480009 · SBN RMBV289804 · LCCN (ENn2019073295 · GND (DE1171213433 · WorldCat Identities (ENviaf-1253154260550524480009