Cose di Cosa Nostra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cose di Cosa nostra
Titolo originale Cose di Cosa nostra
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1971
Durata 93 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Steno
Soggetto Roberto Amoroso, Giulio Scarnicci, Steno
Sceneggiatura Roberto Amoroso, Aldo Fabrizi, Roberto Gianviti, Steno
Casa di produzione Ramofilm (Roma) - Pac Film (Parigi)
Distribuzione (Italia) Euro International Film
Fotografia Carlo Carlini
Montaggio Antonietta Zita
Musiche Manuel De Sica
Scenografia Vincenzo Del Prato
Costumi Gabriele Mayer
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Cose di Cosa nostra è un film del 1971, diretto da Steno.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un boss della mafia italoamericana chiamato Don Calogero Bertuccione per mezzo del suo braccio destro Don Cefalù, ordina al picciotto Salvatore Lo Coco, siciliano emigrato negli Stati Uniti d'America, di tornare al suo paese natale Castropizzi per uccidere Don Nicola Manzano detto "Nicky" perché sospettato di essere una spia. Salvatore non vuole ma deve ubbidire per evitare la vendetta mafiosa sulla sua famiglia. Arrivato in Italia cerca qualcuno che possa sostituirlo, ma senza successo. Dopo una serie di vicende grottesche riesce ad entrare nella villa di Don Manzano dove poi scopre che Don Bertuccione ed i suoi uomini sono stati uccisi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema