Carlos Spencer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlos Spencer
Carlos Spencer.jpg
Carlos Spencer nel 2008
Dati biografici
Paese Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Altezza 184 cm
Peso 95 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Mediano d'apertura
Ritirato 2010
Carriera
Attività provinciale
1993-2004 Auckland 93 (515)
2010 Golden Lions 2 (0)
Attività di club¹
1996-2005 Blues 96 (608)
2005-2009 Northampton 77 (163)
2009-2010 Gloucester 13 (16)
2010 Lions 12 (17)
Attività da giocatore internazionale
1997-2004 Nuova Zelanda Nuova Zelanda 35 (291)
Attività da allenatore
2011-2012 Lions All. 3/4
Palmarès internazionale
3º posto RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2003

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 25 marzo 2013

Carlos James Spencer (Levin, 14 ottobre 1975) è un ex rugbista a 15 e allenatore di rugby a 15 neozelandese, in carriera mediano d'apertura di Blues e Northampton, nonché 35 volte internazionale per gli All Blacks con cui vanta un terzo posto alla Coppa del Mondo di rugby 2003; dopo il ritiro dall'attività agonistica è divenuto allenatore e dal 2011 guida i tre quarti della franchise sudafricana in Super Rugby dei Lions.


Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Proveniente da Levin, nella regione del Manawatu-Wanganui, Spencer si mise in evidenza nel 1993, a soli 17 anni, quando con la squadra di terza divisione dell'Horowhenua sfidò Auckland per la Ranfurly Shield di quell'anno[1]; la sua prestazione fu notata da Graham Henry, all'epoca allenatore di Auckland, che lo volle in squadra nella stagione successiva.

Quando la disciplina passò professionistica nel 1995 e nacquero le franchise del neoistituito campionato del Super 12, Spencer entrò a fare parte della selezione di Auckland in tale nuovo torneo, i Blues, vincendone la prima edizione e bissando il successo la stagione successiva.

Nel 1997 debuttò negli All Blacks a Wellington in un test match contro l'Argentina e prese successivamente parte alla Coppa del Mondo di rugby 1999 in Galles, anche se nel corso di tale torneo non mise mai piede in campo. Fu invece, a partire dal 2000, presenza regolare in Nazionale, e prese parte alla Coppa del Mondo di rugby 2003 subito dopo avere vinto il suo terzo titolo del Super Rugby con i Blues. Nella semifinale della Coppa del Mondo contro i padroni di casa dell'Australia fu proprio un suo passaggio errato a innescare un intercetto del wallaby Stirling Mortlock concluso in meta per il provvisorio 0-7[2]; gli All Blacks persero l'incontro 10-22 e dovettero disputare la finale per il terzo posto, vinta sulla Francia.

Disputò altri incontri nel Tri Nations 2004, i suoi ultimi in Nazionale, poi, a causa di un infortunio, saltò tutta la stagione 2005 di Super Rugby con i Blues[3]; nel maggio di tale anno firmò un contratto triennale con la squadra inglese del Northampton[3]. Alla fine del triennio rinnovò per ulteriori due anni, fino al 2010[4], ma a gennaio 2009 giunse a un accordo di risoluzione consensuale per via della situazione finanziaria del club[4]. Pochi giorni dopo si accordò per 17 mesi con il Gloucester[5].

In realtà anche tale contratto fu risolto in anticipo di qualche mese sulla sua scadenza naturale: a gennaio 2010 Spencer fu lasciato libero di tornare nell'Emisfero Sud, nei sudafricani Bulls con un contratto di giocatore-allenatore[6].

Nel 2011, dopo la fine dell'attività agonistica, divenne assistente allenatore dei tre quarti del tecnico dei Lions, il suo connazionale John Mitchell[7]; tuttavia alla fine della stagione 2012 tutto lo staff tecnico fu esonerato per via degli scarsi risultati[8].

All'inizio del 2013 è stato per qualche settimana consulente tecnico dei tre quarti della franchise degli Sharks, sempre in Sudafrica[9].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Peter Calder, Carlos Spencer is just a country lad, honest, in The New Zealand Herald, 29 luglio 2000. URL consultato il 25 marzo 2013.
  2. ^ (EN) Clockwatch: Australia 22-10 New Zealand, in BBC, 15 novembre 2003. URL consultato il 25 marzo 2013.
  3. ^ a b (EN) Robert Lowe, Spencer signs three-year deal with Northampton, in The New Zealand Herald, 9 maggio 2005. URL consultato il 25 marzo 2013.
  4. ^ a b (EN) Carlos Spencer leaves Northampton Saints, in The Daily Telegraph, 30 gennaio 2009. URL consultato il 25 marzo 2013.
  5. ^ (EN) Carlos Spencer joins Gloucester from rivals Northampton, in The Daily Telegraph, 3 febbraio 2009. URL consultato il 25 marzo 2013.
  6. ^ (EN) King Carlos joins Lions in Super 14, in The New Zealand Herald, 7 gennaio 2010. URL consultato il 25 marzo 2013.
  7. ^ (EN) Duncan Johnstone, Carlos Spencer shuffles into Lions coaching, in The Age, 2 febbraio 2011. URL consultato il 25 marzo 2013.
  8. ^ (EN) Lions sack Carlos Spencer from coaching staff, in Stuff, 3 agosto 2012. URL consultato il 25 marzo 2013.
  9. ^ (EN) Spencer helps out at Sharks, in Sport 24, 18 gennaio 2013. URL consultato il 25 marzo 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]