John Mitchell (rugbista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Mitchell
John Mitchell cropped.JPG
Mitchell alla guida del Western Force, Super 14 2006
Dati biografici
Nome John Eric Paul Mitchell
Paese Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Altezza 190 cm
Peso 108 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Terza linea centro
Ritirato 1995
Carriera
Attività provinciale
1985-1995 Waikato 134 (268)
Attività di club¹
1995-1996 Garryowen
1996-1997 Sale Sharks
Attività da allenatore
1996-1998 Sale Sharks
1997-2000 Inghilterra Inghilterra All. 2ª
2000-2001 Waikato Giov.
2001 Chiefs
2001-2003 Nuova Zelanda Nuova Zelanda
2003-2005 Waikato
2005-2010 Western Force
2010-2012 Lions
2012 Sale Sharks

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 23 gennaio 2013

John Eric Paul Mitchell (Hawera, 23 marzo 1964) è un ex rugbista a 15 e allenatore di rugby neozelandese, già commissario tecnico degli All Blacks ;il suo incarico più recente è stato quello di allenatore del Sale Sharks per circa un mese fino a fine 2012.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Attività di giocatore[modifica | modifica wikitesto]

In virtù della propria altezza fu orientato, durante la sua carriera scolastica, alla pallacanestro, arrivando fino alle giovanili della Nazionale neozelandese di tale disciplina[1]; terminata la scuola, tuttavia, si rivolse al rugby. Mitchell entrò nella selezione provinciale di Waikato, per la quale esordì nel 1985 vincendo il campionato nazionale provinciale nel 1990, e continuò a rappresentarla fino al 1995; nel 1996 fu in Irlanda al Garryowen, e l'anno successivo in Inghilterra al Sale Sharks come giocatore-allenatore[2].

Attività di allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Terminata l'attività agonistica nel 1997, continuò per un'ulteriore stagione a guidare il Sale[2]; nel frattempo aveva risposto all'invito di Clive Woodward a entrare nello staff tecnico della Nazionale inglese[2], nel quale rimase per tre anni[2], prima di tornare in Nuova Zelanda nel 2000 per assumere la guida tecnica della seconda squadra di Waikato[3].

Nel 2001 giunse l'opportunità di allenare nel Super 12 nella franchise degli Chiefs[3]; nell'ottobre di tale anno, tale esperienza gli aprì le porte alla conduzione degli All Blacks[2][3], la cui maglia aveva vestito da giocatore nel 1993 in sei occasioni, anche se non si trattò mai di test match. La conduzione tecnica di Mitchell fu molto controversa; in particolare fu discussa la sua decisione di lasciare fuori giocatori di spessore, come per esempio Christian Cullen[4], dapprima sostituito con Ben Blair, poi, all'infortunio di quest'ultimo, con Ben Atiga[4], fatto esordire nella Coppa del Mondo di rugby 2003 per cinque minuti e poi mai più utilizzato; dopo il terzo posto finale nella competizione il suo incarico non fu rinnovato e il suo posto fu preso da Graham Henry.

Nella stagione successiva fu di nuovo a Waikato, per poi lasciarla nel 2005[5] e assumere la guida tecnica della neoistituita formazione del Western Force, franchise australiana che si affacciava al Super Rugby per la prima volta nel 2006.

Anche la direzione di tale franchise portò a controversie, con un ammutinamento a fine 2008 dei giocatori, il che rese necessaria l'intermediazione della dirigenza, che fu costretta a commissariare Mitchell e a fargli avere rapporti con la squadra solo tramite i suoi vice, anche se tale restrizione fu tolta dopo poco meno di un mese[6] e Mitchell poté guidare il club fino a tutto il Super 14 2010.

Al termine di tale torneo, infatti, Mitchell chiese la risoluzione del contratto con un anno di anticipo per trasferirsi in Sudafrica alla franchise dei Lions[7]; da allenatore della squadra provinciale, i Golden Lions, vinse la Currie Cup che mancava dal 1999 nella bacheca di tale club[8]; tuttavia nel 2012, dopo alcune lamentele dei giocatori dei Lions e il piazzamento all'ultimo posto della conference sudafricana del Super Rugby con conseguente esclusione dal torneo della franchise, Mitchell fu rimosso dall'incarico di tecnico e sottoposto a un'indagine disciplinare per comportamento scorretto[8], dalla quale tuttavia non emersero fatti a suo carico; avendo chiesto invano di riavere il suo posto di allenatore[8] mentre, nel frattempo, era stato promosso a consulente tecnico del club[9], non rimase in tale nuovo ruolo per molto tempo: a fine novembre fu rilasciato dai Lions per diventare l'allenatore del Sale Sharks[10]; tuttavia anche tale incarico durò poco, perché dopo solo un mese chiese di poter essere lasciato libero di tornare in Sudafrica per motivi familiari[11].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The mystery of John Mitchell in Stuff, 18 gennaio 2009. URL consultato il 31 marzo 2013.
  2. ^ a b c d e (EN) New All Black coach thanks Woodward in Evening Standard (Londra), 3 ottobre 2001. URL consultato il 31 marzo 2013.
  3. ^ a b c (EN) Mick Cleary, Ex-England assistant coach John Mitchell has been given the top position in New Zealand rugby in The Daily Telegraph, 3 ottobre 2001. URL consultato il 31 marzo 2013.
  4. ^ a b (EN) Gregor Paul, Atiga's star shone briefly in The New Zealand Herald, 6 maggio 2012. URL consultato il 13 marzo 2013.
  5. ^ (EN) Gatland to take Waikato coach job in BBC, 14 marzo 2005. URL consultato il 31 marzo 2013.
  6. ^ (EN) Tim Clarke, Mitchell changes style after player mutiny in Western Australia Today, 5 gennaio 2009. URL consultato il 31 marzo 2013.
  7. ^ (EN) Mitchell leaves Force early in The Sydney Morning Herald, 2 settembre 2010. URL consultato il 31 marzo 2013.
  8. ^ a b c (EN) Former All Blacks coach John Mitchell cleared of misconduct charges, wants Lions job back in Herald Sun (Melbourne), 6 novembre 2012. URL consultato il 31 marzo 2013.
  9. ^ (EN) John Mitchell could stay with Golden Lions in BBC, 5 novembre 2012. URL consultato il 31 marzo 2013.
  10. ^ (EN) Sale Sharks: John Mitchell to oversee first-team affairs in BBC, 28 novembre 2012. URL consultato il 31 marzo 2013.
  11. ^ (EN) Sale Sharks coach John Mitchell has quit the club for personal reasons in Sky Sports, 30 dicembre 2012. URL consultato il 31 marzo 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]