Alex Wyllie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alex Wyllie
Dati biografici
Paese Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Altezza 185 cm
Peso 102 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Terza linea
Ritirato 1979
Carriera
Attività provinciale
1964-1979 Canterbury
Attività da giocatore internazionale
1970-1973 Nuova Zelanda Nuova Zelanda 11 (8)
Attività da allenatore
1982-1986 Canterbury
1988-1991 Nuova Zelanda Nuova Zelanda
1995-1999 Argentina Argentina
2001-2005 Flag red HEX-CE2931.svg Marlborough
2006- 600px Nero e Rosso a strisce orizzontali.svg North Canterbury

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 3 febbraio 2012

Alexander John Wyllie (Christchurch, 30 agosto 1944) è un ex rugbista a 15 e allenatore di rugby a 15 neozelandese, già tecnico degli All Blacks e dei Pumas argentini in due edizioni della Coppa del Mondo di rugby.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Wyllie, nativo di Christchurch (Canterbury), militò per tutta la sua carriera nella squadra della sua associazione rugbistica territoriale; con essa vinse nel 1969 e nel 1972 il Ranfurly Shield (sfidando e battendo rispettivamente Hawke's Bay e Auckland) e, dopo l'istituzione del campionato provinciale neozelandese, ne vinse l'edizione 1977.

Debuttò con gli All Blacks nel 1970, a Città del Capo contro il Sudafrica, e fu impegnato nei tre incontri che videro i neozelandesi opporsi ai British Lions nel tour di questi ultimi del 1971; disputò il suo ultimo incontro internazionale nel 1973 a Twickenham contro l'Inghilterra, e si ritirò dal rugby di club nel 1979 dopo 15 anni e 210 incontri ufficiali[1].

Passato alla carriera tecnica, allenò la sua ex squadra, il Canterbury, fino al 1986; in tale periodo vinse anche da allenatore il campionato provinciale[1].

Dopo la vittoria neozelandese alla Coppa del Mondo di rugby 1987, la Federazione gli affidò la panchina degli All Blacks che guidò fino alla Coppa del Mondo di rugby 1991 in Inghilterra; nel 1995 fu la Federazione argentina a chiamarlo chiamò come consulente dello staff tecnico dei Pumas; in tale veste si occupò dapprima della conduzione delle giovanili[2]; fu poi affiancato al C.T. della Nazionale maggiore Imhoff e, dopo le dimissioni di questi, a Héctor Méndez; quando pure questi si dimise a poche settimane dalla Coppa del Mondo di rugby 1999[3], rimase il solo in carico dei Pumas, che guidò fino ai quarti di finale del torneo, il miglior risultato mai conseguito, fino a quel momento, dai sudamericani; dopo la Coppa del Mondo si dimise dall'incarico e lasciò il posto a Marcelo Loffreda.

Tornato in Nuova Zelanda assunse la conduzione di un club di seconda divisione provinciale, il Marlborough[4]; quando nel 2005 tale unione provinciale rugbistica fu sciolta Wyllie tornò ad allenare a Christchurch, nella selezione provinciale del North Canterbury.

Nel giugno 2009 ha partecipato anche alla festa d'addio al rugby di Agustín Pichot, nazionale dal 1995 al 2007, che Wyllie guidò alla citata Coppa del Mondo[5].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dal profilo di Alex Wyllie su AllBlacks.com
  2. ^ (ES) Edgardo Florido, Entrevista FARGO a Alex Wyllie, in Rugby Fun, 21 agosto 2007. URL consultato il 19 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2010).
  3. ^ (EN) Everything is going All Black, in BBC, 5 ottobre 1999. URL consultato il 19 novembre 2009.
  4. ^ (EN) Former All Blacks coach returns Home, su aru.rugby.com.au. URL consultato il 19 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2006).
  5. ^ (EN) Rex Gowar, Thousands turn out to see Pichot bow out, in The Scotsman, 29 giugno 2009. URL consultato il 19 novembre 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]