Gary Whetton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gary Whetton
Dati biografici
Paese Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Altezza 198 cm
Peso 105 kg
Familiari Alan Whetton (fratello)
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Seconda linea
Ritirato 1994
Carriera
Attività provinciale
1980-92 Auckland 180
Attività di club¹
1981-82 West Hartlepool
1985-86 Benetton Treviso
1992-94 Castres
Attività da giocatore internazionale
1981-91 Nuova Zelanda Nuova Zelanda 58 (4)
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 1987
3º posto RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 1991

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 7 novembre 2013

Gary William Whetton (Auckland, 15 dicembre 1959) è un ex rugbista a 15, imprenditore e dirigente sportivo neozelandese, seconda linea della provincia di Auckland e degli All Blacks, con cui si laureò campione del mondo nel 1987; insieme a suo fratello Alan costituisce l'unica coppia di gemelli ad avere mai giocato per la Nazionale neozelandese.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fratello gemello di Alan Whetton, Gary Whetton esordì insieme a questi nella formazione provinciale di Auckland; nel 1981 fu, sempre insieme a suo fratello, nella squadra inglese del West Hartlepool per una stagione[1].

Quello in Inghilterra fu l'ultimo periodo in cui le carriere dei due gemelli coincisero; pur continuando a giocare durante l'inverno australe per Auckland, infatti, Gary Whetton militò anche in Italia al Benetton Treviso per una stagione[2].

Già dal 1981 presente in Nazionale (esordì negli All Blacks in un contestatissimo test match contro il Sudafrica durante il quale, per protestare contro l'apartheid vigente in tale Paese, alcuni contestatori gettarono bombe di farina sull'Eden Park di Auckland[3]), fu raggiunto nel 1984 dal fratello, con il quale formò la prima coppia internazionale di gemelli neozelandesi in campo contemporaneamente.

Fu convocato per la Coppa del Mondo di rugby 1987, la prima edizione di tale torneo, che la Nuova Zelanda vinse; quattro anni dopo, alla Coppa del Mondo di rugby 1991 in Inghilterra, quando gli Nuova Zelanda incontrò l'Italia, fu registrata la prima e non ancora eguagliata singolarità di avere due coppie di gemelli in campo, una per squadra (per l'Italia furono i fratelli Cuttitta, Marcello e Massimo[4]).

Lasciata la Nazionale nel 1991 e Auckland nel 1992, si trasferì per un biennio in Francia al Castres, con cui vinse il campionato 1992-93, marcando anche una meta in finale[5].

Dal termine della sua carriera agonistica Gary Whetton si è dedicato all'imprenditoria, fondando una propria compagnia di assicurazioni, la Gary Whetton & Associates[6], e ricoprendo incarichi dirigenziali presso vari club rugbistici[6]; dal 2012 è presidente dei Blues, franchise professionistica di Auckland che milita nel Super Rugby[6].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Paul Stephens, Rugby Union: Buoyant George lays West to rest, in The Independent, 26 novembre 1993. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  2. ^ Federico Fusetti, Offload, in il Mattino di Padova, 4 novembre 2013. URL consultato il 7 novembre 2013.
  3. ^ (EN) James McOnie, Flour-bomber goes back to Eden Park, in The New Zealand Herald, 9 luglio 2006. URL consultato il 7 novembre 2007.
  4. ^ (EN) Factfile, in The Herald (Glasgow), 25 maggio 1995. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  5. ^ (FR) Pauline Plat, Gary Whetton, ancien célèbre All-Black du Castres Olympique : "Vous devez être les champions", in La Dépêche du Midi, 30 maggio 2013. URL consultato il 7 novembre 2013.
  6. ^ a b c (EN) Gary Whetton appointed as Blues chairman, in Stuff, Fairfax Media, 21 aprile 2012. URL consultato il 7 novembre 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Paul Lewis, Alan Whetton, Gary Whetton, Brothers in Arms. The Alan & Gary Whetton Story, Auckland, Moa Publications, 1991, ISBN 1869470818.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]