Mark Brooke-Cowden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mark Brooke-Cowden
Dati biografici
Paese Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Altezza 183 cm
Peso 91 kg
Carriera rugby a 13 Rugby union pictogram.svg
League Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Ruolo Terza linea ala
Ritirato 1994
Attività di club
1987-89 Leeds XIII 5 (20)
1989-90 600px Bianco Nero e Rosso (doppia V sul petto).svg Salford 2 (8)
1991-92 600px Nero e Verde acquamarina bordato Bianco (V sul petto).svg Halifax 0 (0)
1992-94 600px Bianco con bande laterali Rosso e Verde.svg Keighley 3 (12)
Carriera rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Ruolo Terza linea
Ritirato 1987
Attività provinciale¹
1984-87 Auckland
Attività da giocatore internazionale
1986-87 Nuova Zelanda Nuova Zelanda 3 (8)
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 1987
Statistiche aggiornate al 30 novembre 2013

Mark Brooke-Cowden (Auckland, 12 giugno 1963) è un ex rugbista a 13 e a 15 neozelandese, campione del mondo nel 1987 con gli All Blacks.


Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Nativo di Auckland, entrò nelle giovanili del club provinciale nel 1983 ed esordì in prima squadra nel 1984[1], anche se il suo impiego in terza linea era chiuso da Alan Whetton e Wayne Shelford, cosa questa che non gli permise di essere schierato con regolarità.

Debuttò negli All Blacks nel 1986 contro la Francia a Christchurch, uno dei Baby Blacks che furono mandati in campo dopo le squalifiche inflitte ai giocatori che avevano preso parte al non autorizzato tour dei New Zealand Cavaliers in Sudafrica[2].

Prese successivamente parte alla Coppa del Mondo di rugby 1987, che la Nuova Zelanda vinse, e ivi disputò il suo ultimo incontro internazionale, in quanto, dopo non essere riuscito a trovare un posto stabile in terza linea sia ad Auckland che in Nazionale, decise di passare al rugby a 13 ed emigrare in Inghilterra, dove militò in diverse squadre prima di ritirarsi definitivamente nel 1994.

Anche dopo il suo ritiro, fu sempre considerato uno dei talenti persi dal rugby a 15 dilettantistico, praticamente dimenticato[3]. Uscito dall'ambiente del rugby, lavora come consulente finanziario[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) All Blacks: Our original World Cup winners, in The New Zealand Herald, 27 agosto 2011.
  2. ^ (EN) Gregor Paul, All Blacks under radar in soccer-mad city, in The New Zealand Herald, 13 novembre 2009. URL consultato il 17 novembre 2013.
  3. ^ (EN) Out of sight out of mind for forgotten All Black, in Western Leader, 21 maggio 1996, p. 14.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]