Battaglia di Palluau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Battaglia di Palluau
parte delle guerre di Vandea
Data15 maggio 1793
LuogoPalluau
EsitoVittoria repubblicana
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
1.000 uomini7.000 - 8.000 uomini
1 cannone
Perdite
2 morti
22 feriti
150 morti
9 prigionieri
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Palluau è stata una battaglia della prima guerra di Vandea combattuta il 15 maggio 1793 a Palluau.

La battaglia[modifica | modifica wikitesto]

François Charette dopo aver preso Legé abbandonata dal generale Boulard, lo ritrovò il 15 maggio a Palluau. I vandeani divisero il loro esercito posizionando a nord Charette e Vrignault con il grosso delle truppe, Savin a ovest e Joly a sud-est per tagliargli la ritirata. A nord, un ufficiale vandeano avanzò di fronte contro le linee repubblicane, che imitarono la battaglia di Fontenoy, facendoli tirare per primi, i vandeani risposero al fuoco con il loro unico cannone, che però non causò alcun danno. I repubblicani risposero più efficacemente e i vandeani, eccetto gli uomini di Le Loroux, si rifugiarono nelle case.

A sud, Joly e i suoi 900 uomini furono respinti e Savin, che nel frattempo era arrivato sul campo di battaglia, fece aprire il fuoco colpendo per errore i cavalieri di Charette, che ripiegando, mandarono in confusione la fanteria. Così sotto il fuoco dell'artiglieria i vandeani si diedero alla fuga.

Charette riportò i suoi uomini a Legé, mentre Boulard, che aveva perso soltanto alcuni uomini, non poté approfittare della vittoria, a Les Sables-d'Olonne infatti i soldati disertarono per tornare nei loro paesi e Boulard fu incaricato di proteggere la città.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Émile Gabory, Les Guerres de Vendée, Robert Laffont, 2009, p. 168-169.