Battaglia di Martigné-Briand

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Martigné-Briand
parte delle guerre di Vandea
Data15 luglio 1793
LuogoMartigné-Briand
EsitoVittoria repubblicana
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
16.000 uomini
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Martigné-Briand è stata una battaglia della Prima Guerra di Vandea combattuta il 15 luglio 1793 a Martigné-Briand.

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

Per aiutare Louis Marie de Lescure contro le truppe di François Joseph Westermann a Châtillon-sur-Sèvre, Henri de La Rochejaquelein aveva dovuto lasciare Saumur. I repubblicani comandati da Biron-Lauzun, Barolière e Berthier che aveva riorganizzato le truppe a Tours, poté dunque riprendere la città senza combattere.

La battaglia[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio di luglio la divisione di La Barollière entrò nell'Angiò insorto, dove commise diversi saccheggi e La Barollière visto il comportamento dei suoi uomini chiese che venissero sostituiti. Ma il 15 luglio la divisione fu attaccata da 16 000 uomini comandati da Bonchamps, Lescure, La Rochejaquelein e Marigny.

Rapidamente l'avanguardia repubblicana fu battuta e perse 3 cannoni. Ma il generale Marigny, in testa alla cavalleria vandeana, fece una manovra sbagliata che lo portò davanti alla fanteria vandeana, questi credettero di venire caricati dagli ussari repubblicani e si diedero alla fuga. I vandeani presi dal panico non riuscirono a riorganizzarsi e questo segnò la vittoria dei repubblicani che preferirono non inseguirli.

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

Il generale La Barollière poté così occupare Vihiers. Tuttavia arrivava il tempo dei raccolti e i contadini vandeani dovettero tornare nei loro campi per alcuni giorni, inoltre il generale Bonchamps era rimasto ferito durante la battaglia e dovette ritirarsi nel castello di Jallais per curarsi e riposare.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Yves Gras, La Guerre de Vendée, éditions Economica, 1994, pp. 55–56.