Battaglia di Les Aubiers (1799)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Battaglia di Les Aubiers
parte delle guerre di Vandea
Data2 - 4 novembre 1799
LuogoNueil-les-Aubiers
EsitoVittoria repubblicana
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
800 uomini6.000 - 8.000 uomini
Perdite
30 morti500 morti
1.500 feriti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Les Aubiers è stata una battaglia della terza guerra di Vandea combattuta dal 2 al 4 novembre 1799 a Nueil-les-Aubiers.

La battaglia[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio di novembre il generale vandeano Charles d'Autichamp comandante dell'esercito dell'Angiò, aveva raccolto tutte le sue truppe, cioè 6.000-8.000 uomini. Il 2 novembre, d'Autichamp attaccò una compagnia di un centinaio di uomini della 70ª demi-brigade comandato dal capitano Lavigne. I repubblicani riuscirono tuttavia a fuggire e si rifugiarono in una chiesa a Les Aubiers.

Il giorno dopo, il generale Simon Dufresse di stanza a Bressuire apprese che la compagnia del capitano Lavigne era stata assediata a Les Aubiers da molte migliaia di vandeani, raccolse allora 600 uomini e andò in loro aiuto. Alcune ore più tardi, al ponte di Nueil, i repubblicani entrarono in contatto con le forze vandeane. Si scontrarono con 2.000 vandeani, di cui 200 cavalieri, che tenevano il ponte e dopo una carica alla baionetta i repubblicani costrinsero i loro avversari a rifugiarsi al cimitero di Nueil in cui furono uccisi fino all'ultimo.

Il 4 novembre all'alba, i repubblicani entrarono nel comune di Les Aubiers. Dufresse ricevette in rinforzo altri 100 soldati da Châtillon-sur-Sèvre, divise le sue truppe in tre colonne e si lanciò all'attacco in più punti, mentre dalla chiesa, gli uomini del capitano Lavigne, alla vista dei rinforzi, tentarono di uscire. Poco agguerriti e male equipaggiati, i vandeani di diedero alla fuga. I repubblicani si lanciarono all'inseguimento ed uccisero un gran numero di vandeani prima che questi ultimi si rifugiarono nei boschi.

Le perdite erano state schiaccianti, 500 vandeani erano morti contro i 30 dei repubblicani e 1.500 vandeani erano feriti. L'esercito dell'Angiò era messo fuori combattimento e d'Autichamps rinunciò a proseguire la lotta, firmando la pace con i repubblicani il 18 gennaio 1800.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Émile Gabory, Les Guerres de Vendée, Robert Laffont, 2009, pp. 593–594.