Assedio di Angers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Assedio di Angers
parte delle Guerre di Vandea
Angers maine chateau.jpg
Il castello di Angers
Data3 - 4 dicembre 1793
LuogoAngers
EsitoVittoria repubblicana
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
4.000 uomini~ 20.000 uomini
Perdite
~ 400 tra morti e feriti~ 800 morti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

L'assedio di Angers è stata una battaglia delle Guerre di Vandea, avvenuta il 3-4 dicembre 1793 ad Angers, combattuta tra l'esercito repubblicano e l'Esercito cattolico e reale.

In seguito alla sconfitta di Virée de Galerne, i vandeani tentarono di prendere la città di Angers per attraversare Loira e rientrare più velocemente in Vandea.
Il 3 dicembre, si lanciarono all'attacco e riuscirono a prendere la porta "Cupif" al prezzo di pesanti perdite. Ma le truppe repubblicane, comandate da Bouin de Marigny arrivarono in rinforzo attaccando alle spalle i vandeani, cosa che causò il panico tra le loro file e li costrinse alla fuga.

Dopo che la città fu salvata, Francastel ordinò che le teste dei vandeani e dei chouan uccisi durante il combattimento, fossero tagliate ed esposte in città. Pitre-Chevalier scrisse anche che i sanculotti, sull'ordine di Levasseur "fecero una processione lustrale, e bruciarono l'incenso della patria per purificare le loro pareti del contatto con le teste monarchiche"