Battaglia di Pornic

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Pornic
parte delle guerre di Vandea
Data 22 e 27 marzo 1793
Luogo Pornic
Esito vittoria vandeana
Schieramenti
Comandanti
? La Roche Saint-André (22 marzo)
François Charette (27 marzo)
Effettivi
Nessuno (22 marzo)
200 uomini (27 marzo)
4.000 uomini (22 marzo)
8.000 uomini (27 marzo)
Perdite
14 morti (22 marzo) 200 morti
300 prigionieri giustiziati (22 marzo)
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Pornic è stata una battaglia della prima guerra di Vandea combattuta il 22 marzo e il 27 marzo 1793 a Pornic.

La battaglia del 22 marzo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la presa di Machecoul i vandeani decisero di prendere Pornic. Così 4.000 insorti guidati dal marchese de La Roche Saint-André attaccano la città il 22 marzo, in quel momento la guarnigione repubblicana non era presente così poterono occuparla facilmente. Tuttavia i contadini saccheggiarono la città e poi iniziarono a festeggiare la vittoria e la sera la maggior parte di loro era ubriaca e stanca, i repubblicani di ritorno a Pornic approfittarono della situazione e presero di sorpresa i vandeani uccidendone 200 nel sonno e catturandone 300, il resto degli insorti si fece prendere dal panico e si diede alla fuga non accorgendosi di essere in superiorità numerica. Il giorno dopo i 300 prigionieri vandeani furono fucilati, quel giorno morirono in totale 514 persone.

La battaglia del 27 marzo[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 marzo, François Charette lanciò un nuovo attacco su Pornic alla testa di 8.000 uomini che senza troppa difficoltà mandarono in rotta la guarnigione repubblicana. Charette questa volta impedì ai suoi di saccheggiare la città, tuttavia alcuni repubblicani si erano barricati nelle loro case e così Charette decise di incendiarle per farli uscire alla fine una cinquantina di case verranno distrutte.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jean Tabeur, Paris contre la Province, les guerres de l'Ouest, éditions Economica, 2008, p. 65-66.