Battaglia di Montreuil-Bellay

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Montreuil-Bellay
parte delle guerre di Vandea
Montreuil-Bellay.JPG
Data 8 giugno 1793
Luogo Montreuil-Bellay
Esito Vittoria vandeana
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
3.500 - 5.000 uomini 30.000 uomini
Perdite
102 morti
800 prigionieri
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Montreuil-Bellay è stata una battaglia della prima guerra di Vandea combattuta l'8 giugno 1793 a Montreuil-Bellay

La battaglia[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 giugno, i vandeani mettevano in fuga a Concourson-sur-Layon 1.500 soldati inesperti comandati da François Leigonyer, quindi presero Doué-la-Fontaine. L'obiettivo dei vandeani era prendere Saumur protetta a nord e a nord-est dalla Loira e a ovest dal Thouet, che i vandeani attraversarono a Montreuil-Bellay per attaccare Saumur da sud-est.

Da Saumur, il generale Charles Duhoux de Hauterive inviò molte lettere per richiedere rinforzi, in particolare chiese al generale François de Salomon, che si trovava a Thouars, di rioccupare Saumur. Nella notte del giorno successivo, l'8 giugno, la colonna di de Salomon forte di 3.500-5.000 uomini trovò la città di Montreuil-Bellay occupata dall'esercito vandeano, così provò ad approfittare dell'oscurità per entrare in città, ma venne respinto dall'artiglieria vandeana e poi attaccato su un fianco dalle truppe di de La Fleuriot, i repubblicani furono messi in rotta e, abbandonando i loro cannoni, fuggirono verso Parthenay, nello scontro persero 102 uomini mentre 800 furono fatti prigionieri.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Charles-Louis Chassin, La Vendée Patriote (1793-1800), Tomo II, édition Paul Dupont, 1893-1895, p. 47.
  • Émile Gabory, Les Guerres de Vendée, Robert Laffont, 2009, p. 170.
  • Yves Gras, La Guerre de Vendée, éditions Economica, 1994, pp. 47–50.
  • Jean Tabeur, Paris contre la Province, les guerres de l'Ouest, éditions Economica, 2008, pp. 92–97.