Bastiglia (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bastiglia
comune
Bastiglia – Stemma Bastiglia – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Modena-Stemma.png Modena
Amministrazione
SindacoFrancesca Silvestri (centrosinistra) dal 25-5-2014
Territorio
Coordinate44°43′37.09″N 10°59′54.96″E / 44.72697°N 10.9986°E44.72697; 10.9986 (Bastiglia)Coordinate: 44°43′37.09″N 10°59′54.96″E / 44.72697°N 10.9986°E44.72697; 10.9986 (Bastiglia)
Altitudine27 m s.l.m.
Superficie10,47 km²
Abitanti4 217[1] (31-3-2017)
Densità402,77 ab./km²
FrazioniSan Clemente
Comuni confinantiBomporto, Modena, Soliera
Altre informazioni
Cod. postale41030
Prefisso059
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT036001
Cod. catastaleA713
TargaMO
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantibastigliesi
Patronosanta Maria Assunta
Giorno festivo15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bastiglia
Bastiglia
Bastiglia – Mappa
Posizione del comune di Bastiglia all'interno della provincia di Modena
Sito istituzionale

Bastiglia (Bastîa in dialetto modenese e carpigiano[2]) è un comune italiano di 4 217 abitanti della provincia di Modena, in Emilia-Romagna, situato circa 12 chilometri a nord del capoluogo, tra i fiumi Secchia e Panaro. Fa parte dell'Unione del Sorbara.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sporadici rinvenimenti archeologici attestano una presenza sparsa di coloni romani nel periodo imperiale, similmente ai territori circostanti.[3]

Intorno all'anno Mille nel territorio s'insediò il casato dei conti Cesi di Modena. Una cappella dedicata a San Clemente, nel luogo leggermente più elevato del circondario e quindi più sicuro dalle inondazioni, è citata in un documento di Corrado II il Salico alla chiesa di Modena del 1026.[3] La corte che attorniava la fortificazione medioevale nei pressi della cappella ,[4] si chiamò per alcuni secoli Villa de Cesi o Bastia de Cesi.[5] Parrocchia del circondario fu la chiesa di S.Maria del Pedagno, la cui presenza è documentata già nel 1104 e che venne demolita nel 1810-12.[3]

I Visconti l'occuparono per alcuni decenni nella prima metà del XIV secolo,[5]. Il luogo aumentò d'importanza nella seconda metà del secolo in seguito all'immissione del canale Naviglio nel Panaro, con l'edificazione del borgo cosiddetto di Bastia, dalla vicina fortificazione, e di Buonporto. I due borghi comprendevano depositi, mulini (nel XIX secolo a Bastia ve n'erano ben dodici)[4] e luoghi di culto, con la cappella dedicata a san Nicola di Mira, protettore dei naviganti.[4]

Il 19 gennaio del 2014 Bastiglia viene sommersa dalle acque del fiume Secchia: le abbondanti precipitazioni del fine settimana avevano provocato un repentino innalzamento del livello del fiume che alle 6 del mattino della domenica rompe l'argine destro e invade le campagne e rapidamente sommerge l'intero territorio del Comune. Il giorno seguente il centro storico di Bomporto, paese confinante con Bastiglia, avrà la stessa sorte.[6]

Il museo della civiltà contadina

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 473 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 11 giugno 2004 William Zaccarelli centro-sinistra Sindaco [8]
7 giugno 2009 24 maggio 2014 Sandro Fogli lista civica Bastiglia uniti Sindaco [8]
25 maggio 2014 in carica Francesca Silvestri centro-sinistra per il rinnovamento Sindaco [9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2017.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 67.
  3. ^ a b c Quadro conoscitivo - P.S.C. (PDF), Comune di Bastiglia, 2014. URL consultato l'8 marzo 2018.
  4. ^ a b c Un po' di storia..., Comune di Bastiglia. URL consultato l'8 marzo 2018.
  5. ^ a b Giovanni Battista Rampoldi, Corografia dell'Italia, vol. 3, Antonio Fontana, 1832, p. 194.
  6. ^ Francesco Baraldi, Alluvione, a Bastiglia l'acqua cala e svela la devastazione, Citynews, 22 gennaio 2014. URL consultato l'8 marzo 2018.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ a b http://elezionistorico.interno.it/
  9. ^ Portale della Provincia di Modena | Enti | Elezioni amministrative 25 maggio 2014

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN139748685 · BNF (FRcb144093770 (data)
Emilia Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia