24 Ore di Le Mans 1996

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: 24 Ore di Le Mans.

24 Ore di Le Mans 1996
Edizione nº 64 del 24 Ore di Le Mans
Dati generali
Inizio15 giugno
Termine16 giugno
Titoli in palio
Vittoria assolutaStati Uniti Davy Jones
Austria Alexander Wurz
Germania Manuel Reuter
su TWR-Porsche WSC-95
Classe GT1Germania Hans-Joachim Stuck
Belgio Thierry Boutsen
Francia Bob Wollek
su Porsche 911 GT1
Classe GT2Francia Guy Martinolle
Germania Ralf Kelleners
Svizzera Bruno Eichmann
su Porsche 911 GT2
Classe LMP2Giappone Yojiro Terada
Stati Uniti Jim Downing
Francia Franck Fréon
su Kudzu DLM
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La 24 Ore di Le Mans 1996 è stata la 64a maratona automobilistica svoltasi sul Circuit de la Sarthe di Le Mans, in Francia, il 15 e il 16 giugno 1996. Hanno gareggiato assieme cinque classi di automobili da competizione, quattro delle quali hanno avuto il loro vincitore (una di esse, invece, vide il ritiro di tutti e tre i concorrenti). Le vetture, appartenenti alle classi LMP1, LMP2 e WSC, erano sport prototipi di categoria Le Mans Prototype o IMSA WSC appositamente progettati e costruiti per le gare, mentre le classi GT1 e GT2 comprendevano vetture derivate da automobili GT stradali.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la vittoria nella bagnatissima edizione 1995 della granturismo McLaren F1 alle spese delle più veloci sportprototipo, la Porsche partecipa ufficialmente con una propria squadra con due esemplari della nuova 911 GT1, una GT estrema realizzata associando la monoscocca della 911 stradale con la meccanica da corsa della Porsche 962 e rivestendo il tutto con una specifica carrozzeria in fibra di carbonio. L'intento è quello di vincere la corsa contro la flotta di McLaren F1 e Ferrari F40, normalmente impegnate nel BPR Global GT Series. Nella categoria prototipi le vetture più veloci sono la TWR WSC-95, una vettura ricavata dal telaio Jaguar XJR-14 Gruppo C, riprogettato dalla Tom Walkinshaw Racing privandolo del tetto e con la parte meccanica della Porsche 962, la Ferrari 333 SP e la Riley & Scott MkIII. Le tre vetture provengono dal campionato IMSA WSC, con la barchetta italiana campione in carica, la roadster americana motorizzata Oldsmobile che ha già maturato ad inizio anno una doppietta a Daytona e Sebring e spera in una tripletta, e con la macchina di Stoccarda che già l'anno precedente ha rinunciato a partecipare al campionato USA all'ultimo momento a causa di un improvviso cambio regolamentare che le avrebbe tarpato le ali ed è stata rimessa in pista dopo aver trascorso mesi in un garage negli Stati Uniti[1].

Oltre alle due Ferrari e all'unica Riley & Scott nella classe WSC, tra i prototipi di classe LMP1 vengoro schierate, alle due TWR-Porsche, un paio di Kremer K8 Spyder motorizzate Porsche e un trio di Courage C36 (anch'esse a motore Porsche), mentre tra le più piccole LMP2 con motori sovralimentati da due litri ci sono la WR LM96 a motore Peugeot, la Debora-Ford e la Kudzu-Mazda DLM 007 spinta da un motore Wankel trirotore da 365 CV[2].

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Da regolamento, le posizioni dispari delle prime 13 file della griglia vengono assegnate ai prototipi, mentre quelle pari alle GT[3].

Gara[modifica | modifica wikitesto]

La TWR-Porsche WSC-95, pur non essendo la più veloce in pista, ottiene la vittoria mantenendo un ritmo costante senza palesare problemi rilevanti mentre le vetture delle scuderie supportate dai costruttori vanno incontro a guasti meccanici.

È il primo successo alla "24 ore" dopo 15 anni di una vettura ad abitacolo "aperto", che dal 1983 al 1993 non erano state ammesse alla gara, venendo riammesse a partire dal 1994[4]. L'ultimo successo risaliva all'edizione del 1981 con il successo di una Porsche 936.

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

I vincitori di classe sono scritti in grassetto e ombreggiati in giallo. Le vetture che non hanno coperto almeno il 70% della distanza coperta dal vincitore non vengono classificate.

Posizione Classe Squadra Piloti Vettura Pneumatici Giri
Motore
1 LMP1 7 Germania Joest Racing Stati Uniti Davy Jones
Austria Alexander Wurz
Germania Manuel Reuter
TWR Porsche WSC-95 G 354
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
2 GT1 25 Germania Porsche AG Germania Hans-Joachim Stuck
Belgio Thierry Boutsen
Francia Bob Wollek
Porsche 911 GT1 M 353
Porsche 3.2L Turbo Flat-6
3 GT1 26 Germania Porsche AG Austria Karl Wendlinger
Francia Yannick Dalmas
Canada Scott Goodyear
Porsche 911 GT1 M 341
Porsche 3.2L Turbo Flat-6
4 GT1 30 Regno Unito West Competition
Regno Unito David Price Racing
Danimarca John Nielsen
Germania Dr. Thomas Bscher
Paesi Bassi Peter Kox
McLaren F1 GTR G 338
BMW S70 6.1L V12
5 GT1 34 Regno Unito Gulf Racing
Regno Unito GTC Racing
Francia Pierre-Henri Raphanel
Regno Unito Lindsay Owen-Jones
Australia David Brabham
McLaren F1 GTR M 335
BMW S70 6.1L V12
6 GT1 29 Regno Unito Harrods Mach One Racing
Regno Unito David Price Racing
Regno Unito Andy Wallace
Francia Olivier Grouillard
Regno Unito Derek Bell
McLaren F1 GTR G 328
BMW S70 6.1L V12
7 LMP1 5 Francia La Filière Elf Francia Henri Pescarolo
Francia Franck Lagorce
Francia Emmanuel Collard
Courage C36 M 327
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
8 GT1 39 Italia Team Bigazzi SRL
Germania Team BMW Motorsport
Brasile Nelson Piquet
Venezuela Johnny Cecotto
Stati Uniti Danny Sullivan
McLaren F1 GTR M 324
BMW S70 6.1L V12
9 GT1 33 Regno Unito Gulf Racing
Regno Unito GTC Racing
Regno Unito Ray Bellm
Regno Unito James Weaver
Finlandia JJ Lehto
McLaren F1 GTR M 323
BMW S70 6.1L V12
10 GT1 48 Stati Uniti Canaska Southwind Motorsport Stati Uniti Price Cobb
Stati Uniti Shawn Hendricks
Stati Uniti Mark Dismore
Chrysler Viper GTS-R M 320
Chrysler 356-T6 8.0L V10
11 GT1 38 Italia Team Bigazzi SRL
Germania Team BMW Motorsport
Francia Jacques Laffite
Regno Unito Steve Soper
Belgio Marc Duez
McLaren F1 GTR M 318
BMW S70 6.1L V12
12 GT2 79 Germania Roock Racing Team Francia Guy Martinolle
Germania Ralf Kelleners
Svizzera Bruno Eichmann
Porsche 911 GT2 M 317
Porsche 3.6L Turbo Flat-6
13 LMP1 4 Francia Courage Compétition Stati Uniti Mario Andretti
Paesi Bassi Jan Lammers
Regno Unito Derek Warwick
Courage C36 M 315
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
14 GT2 71 Nuova Zelanda New Hardware Racing
Regno Unito Parr Motorsport
Nuova Zelanda Bill Farmer
Nuova Zelanda Greg Murphy
Regno Unito Robert Nearn
Porsche 911 GT2 P 313
Porsche 3.6L Turbo Flat-6
15 GT1 23 Giappone Nismo Giappone Kazuyoshi Hoshino
Giappone Masahiro Hasemi
Giappone Toshio Suzuki
Nissan Skyline GT-R LM B 307
Nissan 2.8L Turbo I6
16 GT2 75 Giappone Team Kunimitsu Honda Giappone Kunimitsu Takahashi
Giappone Keiichi Tsuchiya
Giappone Akira Iida
Honda NSX Y 305
Honda 3.0L V6
17 GT2 83 Nuova Zelanda New Hardware Racing
Regno Unito Parr Motorsport
Francia Stéphane Ortelli
Stati Uniti Andy Pilgrim
Nuova Zelanda Andrew Bagnall
Porsche 911 GT2 P 299
Porsche 3.6L Turbo Flat-6
18 GT2 77 Germania Seikel Motorsport Francia Guy Fuster
Austria Manfred Jurasz
Giappone Takaji Suzuki
Porsche 911 GT2 P 297
Porsche 3.6L Turbo Flat-6
19 GT1 28 Regno Unito Newcastle Utd Lister Regno Unito Geoff Lees
Regno Unito Tiff Needell
Regno Unito Anthony Reid
Lister Storm GTS M 295
Jaguar 7.0L V12
20 GT2 82 Francia Larbre Compétition Francia Patrice Goueslard
Germania André Ahrle
Francia Patrick Bourdais
Porsche 911 GT2 M 284
Porsche 3.6L Turbo Flat-6
21 GT1 50 Francia Viper Team Oreca Francia Philippe Gache
Francia Éric Hélary
Francia Olivier Beretta
Chrysler Viper GTS-R M 283
Chrysler 356-T6 8.0L V10
22 GT1 27 Francia Chereau Sports
Francia Larbre Compétition
Francia Jean-Luc Chereau
Francia Pierre Yver
Francia Jack Leconte
Porsche 911 GT2 Evo M 279
Porsche 3.6L Turbo Flat-6
23 GT1 49 Stati Uniti Canaska Southwind Motorsport Francia Alain Cudini
Canada Victor Sifton
Stati Uniti John Morton
Chrysler Viper GTS-R M 269
Chrysler 356-T6 8.0L V10
24 GT1 46 Giappone Team Menicon SARD Co. Ltd. Francia Alain Ferté
Italia Mauro Martini
Francia Pascal Fabre
SARD MC8-R D 256
Toyota 4.0L Turbo V8
25 LMP2 20 Giappone Mazdaspeed Co. Ltd. Giappone Yojiro Terada
Stati Uniti Jim Downing
Francia Franck Fréon
Kudzu DLM G 251
Mazda 2.0L 3-Rotori
26
ABD
LMP1 8 Germania Joest Racing Italia Michele Alboreto
Italia Pierluigi Martini
Belgio Didier Theys
TWR Porsche WSC-95 G 300
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
27
ABD
LMP2 14 Francia Welter Racing SARL Francia Patrick Gonin
Francia Pierre Petit
Francia Marc Rostan
WR LM96 M 221
Peugeot 2.0L Turbo I4
28
ABD
LMP1 3 Francia Courage Compétition Francia Didier Cottaz
Francia Philippe Alliot
Francia Jérôme Policand
Courage C36 M 215
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
29
ABD
GT1 22 Giappone Nismo Giappone Aguri Suzuki
Giappone Masahiko Kageyama
Giappone Masahiko Kondo
Nissan Skyline GT-R LM B 209
Nissan 2.8L Turbo I6
30
ABD
WSC 17 Belgio Racing For Belgium
Belgio Team Scandia
Belgio Eric van de Poele
Belgio Marc Goossens
Belgio Eric Bachelart
Ferrari 333 SP P 208
Ferrari F310E 4.0L V12
31
ABD
GT1 57 Giappone Team SARD Toyota Co. Ltd. Giappone Masanori Sekiya
Giappone Hidetoshi Mitsusada
Giappone Masami Kageyama
Toyota Supra LM D 205
Toyota 3S-GTE 2.1L Turbo I4
32
ABD
LMP2 15 Francia Welter Racing SARL Francia William David
Francia Sébastien Enjolras
Francia Arnaud Trévisiol
WR LM96 M 162
Peugeot 2.0L Turbo I4
33
ABD
WSC 19 Stati Uniti Riley & Scott Sudafrica Wayne Taylor
Stati Uniti Scott Sharp
Stati Uniti Jim Pace
Riley & Scott Mk III P 157
Oldsmobile Aurora 4.0L V8
34
ABD
GT1 53 Regno Unito Kokusai Kaihatsu Racing
Francia Giroix Racing Team
Francia Fabien Giroix
Svizzera Jean-Denis Délétraz
Brasile Maurizio Sandro Sala
McLaren F1 GTR M 146
BMW S70 6.1L V12
35
ABD
GT1 59 Italia Ennea SRL
Italia Ferrari Club Italia
Regno Unito Robert Donovan
Italia Piero Nappi
Giappone Tetsuya Ota
Ferrari F40 GTE P 129
Ferrari F120B 3.5L Turbo V8
36
ABD
GT2 74 Regno Unito Agusta Racing Team, Ltd. Italia Ricardo Agusta
Italia Almo Copelli
Francia Patrick Camus
Callaway Cars Incorporated Corvette D 114
Chevrolet LT1 6.2L V8
37
ABD
LMP1 1 Germania Kremer Racing Francia Christophe Bouchut
Germania Jürgen Lässig
Finlandia Harri Toivonen
Kremer K8 Spyder G 110
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
38
ABD
GT1 37 Germania Konrad Motorsport Austria Franz Konrad
Brasile Antonio Herrmann de Azevedo
Germania Wido Rössler
Porsche 911 GT2 Evo M 107
Porsche 3.6L Turbo Flat-6
39
ABD
GT1 44 Italia Ennea SRL Igol Italia Luciano della Noce
Svezia Anders Olofsson
Svezia Carl Rosenblad
Ferrari F40 GTE P 98
Ferrari F120B 3.5L Turbo V8
40
ABD
GT1 51 Francia Viper Team Oreca Francia Dominique Dupuy
Regno Unito Perry McCarthy
Regno Unito Justin Bell
Chrysler Viper GTS-R M 96
Chrysler 356-T6 8.0L V10
41
ABD
GT1 55 Germania Roock Racing Team Francia Jean-Pierre Jarier
Spagna Jesús Pareja
Regno Unito Dominic Chappell
Porsche 911 GT2 Evo M 93
Porsche 3.6L Turbo Flat-6
42
ABD
GT1 56 Francia Pilot Pen Racing Francia Michel Ferté
Francia Olivier Thévenin
Francia Nicolas Leboissetier
Ferrari F40 LM ? 93
Ferrari F120B 3.5L Turbo V8
43
ABD
LMP1 2 Germania Kremer Racing Stati Uniti Steve Fossett
Sudafrica George Fouché
Svezia Stanley Dickens
Kremer K8 Spyder G 58
Porsche Type-935 3.0L Turbo Flat-6
44
ABD
GT2 73 Svizzera Elf Haberthur Racing Belgio Michel Neugarten
Svizzera Toni Seiler
Francia Bruno Ilien
Porsche 911 GT2 D 46
Porsche 3.6L Turbo Flat-6
45
ABD
GT2 81 Regno Unito Team Marcos Paesi Bassi Cor Euser
Brasile Thomas Erdos
Francia Pascal Dro
Marcos Mantara LM600 D 40
Chevrolet 6.1L V8
46
ABD
GT1 45 Italia Ennea SRL Igol Francia Jean-Marc Gounon
Francia Éric Bernard
Francia Paul Belmondo
Ferrari F40 GTE P 40
Ferrari F120B 3.5L Turbo V8
47
ABD
GT2 70 Regno Unito EMKA Racing Regno Unito Steve O'Rourke
Regno Unito Guy Holmes
Regno Unito Soames Langston
Porsche 911 GT2 D 32
Porsche 3.6L Turbo Flat-6
48
ABD
WSC 18 Stati Uniti Rocketsports Inc. Stati Uniti Andy Evans
Francia Yvan Muller
Spagna Fermín Velez
Ferrari 333 SP P 31
Ferrari F130E 4.0L V12

Leggenda:

  • ABD=Abbandono

Giri in testa alla corsa[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Pole Position - Pierluigi Martini su numero 8 TWR Porsche - Joest Racing - 3:46.682
  • Giro più veloce in gara - Eric Van De Poele su numero 17 Ferrari 333SP Racing For Belgium / Team Scandia - 3:46.958
  • Distanza - 4814.4 km
  • Velocità media - 200.6 km/h
  • Velocità massima - 332 km/h Courage C36 (in gara)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Chuck Dressing, Le Mans 1996, www.bigmoneyracing.com. URL consultato il 6 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  2. ^ (FR) Thierry Chargé, Les Prototypes des 24h du Mans 1996, www.les24heures.fr, 16 novembre 2013. URL consultato il 7 gennaio 2014.
  3. ^ (EN) Griglia di partenza della 24 Ore di Le Mans 1996, www.racingsportscars.com. URL consultato il 26 febbraio 2011.
  4. ^ (EN) http://www.ultimatecarpage.com/car/430/Kremer-K8-Porsche.html

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]