Tekken 4

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tekken 4
Ekken 4.png
Sviluppo Namco
Pubblicazione Namco
Serie Tekken
Data di pubblicazione Arcade
Stati Uniti estate, 2001

PlayStation 2
Stati Uniti 23 settembre, 2002
Giappone 28 marzo, 2002
Unione europea 18 settembre, 2002

Genere Picchiaduro a incontri, Picchiaduro a scorrimento
Modalità di gioco Singolo giocatore, Multiplayer
Piattaforma Arcade, PlayStation 2
Supporto 1 DVD
Fascia di età aDeSe: +13
CERO: 12+
ELSPA: 11+
ESRB: T
OFLC (AU): M15+
PEGI: 12 (violenza)
USK: 12
VET: 15
Periferiche di input Joystick / DualShock 2/ Memory Card 2
Preceduto da Tekken 3, Tekken Tag Tournament e Tekken Advance
Seguito da Tekken 5

Tekken 4 è il quarto capitolo della saga di Tekken, serie di videogiochi appartenente alla categoria picchiaduro.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passano due anni dal 3º torneo di Tekken: Jin è fuggito in Australia, rinnegando ogni cosa dei Mishima (tra cui lo stile di combattimento), ed Heihachi ha ordinato ai suoi ricercatori di raccogliere il sangue di Ogre, ormai dissoltosi, dai suoi tessuti. Durante la ricerca, gli balza agli occhi una foto vecchia di 20 anni. Questa foto mostra un uomo mezzo bruciato, con delle protuberanze uscenti dalle spalle. Lo riconosce. È Kazuya Mishima, che credeva morto tempo fa. Le scottature sono, evidentemente, l'ultima eredità della caduta nel vulcano.

Kazuya, qualche giorno dopo la finale persa, fu recuperato dagli uomini e scienziati della G-Corporation, che si proponevano di studiare il suo DNA demoniaco. Lo stesso Mishima era interessato a questi studi, poiché egli stesso bramava di conoscere a fondo la potenza del suo gene, per poi magari controllarlo a suo piacimento e farne un'arma letale per battere suo padre. Così, acconsentì a sottoporsi agli esperimenti della G-Corporation. Le ricerche partirono bene, poi si bloccarono ad un punto morto. Anche dopo 20 anni si era in fase di stallo, di attesa.

Così, Heihachi invia un corpo di Tekken Force per rubare i dati su cui Kazuya e la G-Corporation stavano lavorando da tempo. Ma le cose non vanno come da lui previsto, infatti suo figlio, assunte forme semi-demoniache, stermina letteralmente tutta l'armata del padre. I pochi superstiti installano una bomba nel laboratorio della G-Corp. e si lasciano esplodere. Kazuya Mishima, furibondo per la nuova intromissione del genitore, sparisce nelle fiamme e medita vendetta.

Poco tempo dopo, Heihachi prepara una trappola e annuncia il Tekken 4, con il solo scopo di attirare Jin e Kazuya, per catturarli ed impossessarsi del loro gene demoniaco. Quest'ultimo capisce le intenzioni del padre, ma decide di iscriversi e rischiare il tutto per tutto: è l'occasione per sistemare i conti di famiglia una volta per tutte.

Come al solito, però, la trama vede protagonisti anche altri personaggi: Steve Fox, un pugile britannico, vuole scoprire il suo passato (scoprirà in seguito di essere il figlio di Nina Williams), il successore di King, King II (un bimbo dell'orfanotrofio), vuole uccidere Craig Marduk, assassino di Armor King. Paul Phoenix, che in Tekken aveva strappato un pareggio a Kazuya, vuole lavare l'onta. Yoshimitsu partecipa per mettere mano al patrimonio Mishima e utilizzarlo per beneficenza, Christie Monteiro partecipa per cercare Eddy Gordo.

Inizia così una battaglia su tre fronti (Heihachi-Kazuya-Jin), arricchita da new-entry e vecchie glorie.

Nuovi personaggi[modifica | modifica sorgente]

Totale personaggi[modifica | modifica sorgente]

Caselle iniziali: 10. Caselle da sbloccare: 9. Caselle totali: 19. Variazioni: 4 (Eddy, Panda, Miharu, Lee). Personaggi totali (comprese le variazioni): 23.

Tekken Force[modifica | modifica sorgente]

Sezione del gioco lanciata nel 3º capitolo della saga, qui viene esaltata dalla potenza grafica della PlayStation 2.

Una volta scelto il personaggio si devono affrontare gli scagnozzi di Heihachi Mishima con un boss di fine livello, raccogliendo i vari bonus rinforzanti lungo la strada.

È di sicuro un buon allenamento agli incontri singoli, in quanto richiede velocità e prontezza di riflessi legata ad una buona conoscenza tecnica del personaggio.

Innovazioni[modifica | modifica sorgente]

La Namco concede il salvataggio degli incontri, in modo da poter rivivere i match più emozionanti.

Troviamo una maggior cura dei personaggi e sfondi interattivi, che possono in alcuni punti esser demoliti dai giocatori stessi (riflessi acquatici o colonne di marmo che si frantumano) durante l'incontro.

Inoltre da questa serie in poi, i personaggi non avranno più un loro stage personale, tranne che per i boss.