Standard televisivi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lo standard televisivo è necessario affinché i provider televisivi e gli utenti televisivi abbiano un medesimo linguaggio di comunicazione e possano quindi comunicare, in tal modo il provider televisivo è in grado di fornire la televisione e l'utente televisivo di riceverla.

Gli standard televisivi non sono altro che delle specifiche tecniche che gli apparecchi televisivi del provider televisivo e quelli dell'utente televisivo devono rispettare in modo da risultare interoperanti.

Standard televisivi per la televisione analogica[modifica | modifica sorgente]

Gli standard di televisione analogica sono:

Nome dello standard Qualità delle immagini Utilizzo Note
A SDTV in disuso È stato il primo standard di televisione elettronica. Il 22 marzo 1936 viene messo in onda in Germania il primo programma televisivo regolare del mondo in occasione della XI Olimpiade di Berlino e nello stesso anno iniziano trasmissioni in altri paesi con questo standard (prima, a partire dal 1928, anno delle prime diffusioni televisive al mondo avvenute negli Stati Uniti, si era diffusa una televisione elettromeccanica basata sul disco di Nipkow). È stato utilizzato fino al 1985 nel Regno Unito, e per un periodo anche in Irlanda, in Nuova Zelanda e a Hong Kong. Fino al 1950 l'aspect ratio era di 5:4, poi è stato cambiato in 4:3.
B SDTV in uso
B' SDTV in uso
C SDTV in disuso Usato in Belgio.
D SDTV in uso
D' SDTV in uso
E HDTV in disuso Usato in Francia dal 1948 al 1986. Usato anche in Belgio e nel Principato di Monaco.
F HDTV in disuso Usato in Belgio e nel Lussemburgo.
G SDTV in uso
H SDTV in uso
I SDTV in uso
I' SDTV in uso
J SDTV
K SDTV in uso
K' SDTV in disuso Usato nei Territori d'oltremare della Francia.
L SDTV in uso
M SDTV in uso
N SDTV in uso
A-MAC SDTV mai adottato Solo trasmissioni sperimentali.
B-MAC SDTV in disuso
C-MAC SDTV in disuso
D-MAC SDTV in disuso
E-MAC SDTV in disuso
D2-MAC SDTV in disuso
HD-MAC HDTV mai adottato Solo trasmissioni sperimentali.
MUSE HDTV in disuso Usato in Giappone dal 1987 al 2007. All'inizio aveva un aspect ratio di 5:3, poi è stato cambiato in 16:9.

Per un'informazione completa su quali standard televisivi per la televisione analogica sono adottati nei vari stati del mondo si veda la voce "Diffusione degli standard televisivi nel mondo".

Nella seguente tabella sono messe a confronto le caratteristiche più importanti:

Nome dello standard Immagini in movimento Sonoro Teletext EPG
risoluzione (linee) frequenza immagini (fps) scansione rapporto d'aspetto colore numero canali sonoro multiplo
A  ? x377 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
B 768x576 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
B' 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
C 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
D 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
D' 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
E 1006x755 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
F 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
G 768x576 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
H 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
I 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
I' 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
J 30 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
K 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
K' 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
L 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
M 648x486 30 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
N 25 interlacciata 4:3 bianco e nero mono no no no
A-MAC colore
B-MAC colore
C-MAC 4:3 colore stereo
D-MAC colore stereo
E-MAC 16:9 colore
D2-MAC colore stereo
HD-MAC 2048x1152 25 interlacciata 16:9 colore stereo
MUSE 1840x1035 30 interlacciata 16:9 colore stereo

Nella seguente tabella sono messe a confronto le specifiche tecniche più importanti:

Nome dello standard Linee Frequenza verticale (Hz) Ampiezza banda canale (MHz) Ampiezza banda video (MHz) Modulazione video Modulazione audio Portante audio (MHz)
A 405 50 5 3 AM (positiva) AM -3,5
B 625 50 7 5 AM (negativa) FM +5,5
B' 625 50 8 5 AM (negativa) FM +5,5
C 625 50 7 5 AM (positiva) AM +5,5
D 625 50 8 6 AM (negativa) FM +6,5
D' 625 50 8 5 AM (negativa) FM +6,5
E 819 50 14 10 AM (positiva) AM
F 819 50 7 5 AM (positiva) AM
G 625 50 8 5 AM (negativa) FM +5,5
H 625 50 8 5 AM (negativa) FM +5,5
I 625 50 8 5,5 AM (negativa) FM +5,9996
I' 625 50 8 5,5 AM (negativa) FM +5,9996
J 525 60 6 4,2 AM (negativa) FM +4,5
K 625 50 8 6 AM (negativa) FM +6,5
K' 625 50 8 6 AM (negativa) FM +6,5
L 625 50 8 6 AM (positiva) AM +6,5
M 525 60 6 4,2 AM (negativa) FM +4,5
N 625 50 6 4,2 AM (negativa) FM +4,5
A-MAC
B-MAC
C-MAC
D-MAC
E-MAC
D2-MAC
HD-MAC 1250 50
MUSE 1125 60

Standard televisivi per immagini a colori[modifica | modifica sorgente]

Di seguito sono riportati gli standard opzionali per aggiungere il colore agli standard di televisione analogica in bianco e nero:

  • NTSC: sviluppato negli USA, fu il primo standard di tv a colori ad essere adottato, per via della compatibilità delle trasmissioni con i televisori in bianco e nero. Le trasmissioni pubbliche iniziarono ufficialmente nel 1954. È utilizzato con gli standard televisivi J e M. La tabella seguente riporta la frequenza portante del segnale colore per gli standard di televisione con cui viene usato:
Standard televisivo Frequenza (MHz)
J
M 3,579545
  • PAL: sviluppato in Germania, deriva dall'NTSC, rispetto al quale elimina la distorsione nei colori. Le trasmissioni iniziarono nel 1967. È utilizzato con gli standard televisivi B, B', D, D', G, H, I, I', M e N. La tabella seguente riporta la frequenza portante del segnale colore per gli standard di televisione con cui viene usato:
Standard televisivo Frequenza (MHz)
B 4,43361875
B' 4,43361875
D 4,43361875
D' 4,43361875
G 4,43361875
H 4,43361875
I 4,43361875
I' 4,43361875
M 3.575611
N 3,58205625
  • SÉCAM: sviluppato in Francia. Le trasmissioni iniziarono nel 1967. È utilizzato con gli standard televisivi B, D, G, H, K e L. La tabella seguente riporta la frequenza portante del segnale colore per gli standard di televisione con cui viene usato:
Standard televisivo Frequenza (MHz)
B
D
G
H
K
L

Tutti questi standard sono opzionali e retrocompatibili, quindi se un ricevitore televisivo per la televisione analogica non è compatibile con questi standard vede comunque la televisione con immagini in bianco e nero.

Il seguente grafico mostra la diffusione degli standard televisivi NTSC, PAL e SECAM nelle diverse nazioni del mondo:

Mappa della distribuzione geografica dei sistemi televisivi

Standard televisivi per la televisione digitale[modifica | modifica sorgente]

Standard televisivi per la televisione digitale terrestre[modifica | modifica sorgente]

Gli standard di televisione digitale terrestre sono:

Nome dello standard Immagini in movimento Sonoro Teletext EPG
risoluzione (pixel) frequenza immagini (fps) scansione rapporto d'aspetto colore numero canali sonoro multiplo
DVB-T (vedi tabella) colore multicanale
ATSC (vedi tabella) colore multicanale
ISDB-T (vedi tabella) colore multicanale
SBTVD-T
DMB-T

Lo standard DVB-T è lo standard utilizzato in Italia. È anche lo standard diffuso nel maggior numero di nazioni del mondo. Lo standard ATSC è utilizzato negli Stati Uniti, in Canada, in Corea del Sud e Messico. Lo standard ISDB-T è utilizzato in Giappone. Lo standard SBTVD-T è utilizzato in Brasile. Lo standard DMB-T è utilizzato in Cina.
Per un'informazione completa su quali standard televisivi per la televisione digitale terrestre sono adottati nei vari stati del mondo si veda la voce "Diffusione degli standard televisivi nel mondo".

Nella seguente tabella sono riportati gli standard televisivi opzionali per lo standard DVB-T:

Nome dello standard Funzionalità aggiunte
DVB-CI applicazioni interattive, accesso condizionato
DVB-MHP applicazioni interattive, accesso condizionato

Gli standard di questa ultima tabella sono opzionali quindi se il ricevitore televisivo dell'utente non è dotato della compatibilità con tali standard non può usufruire delle funzionalità aggiuntive fornite da tali standard.

Standard televisivi per la televisione digitale sui dispositivi handheld[modifica | modifica sorgente]

Standard televisivi per la televisione digitale via cavo[modifica | modifica sorgente]

Gli standard di televisione digitale via cavo sono:

Nome dello standard Immagini in movimento Sonoro Teletext EPG
risoluzione (pixel) frequenza immagini (fps) scansione rapporto d'aspetto colore numero canali sonoro multiplo
DVB-C (vedi tabella) colore multicanale
ATSC (vedi tabella) colore multicanale
ISDB-C (vedi tabella) colore multicanale

Lo standard DVB-C è lo standard diffuso nel maggior numero di nazioni del mondo. Lo standard ATSC è utilizzato in America del Nord. Lo standard ISDB-C è invece utilizzato in Giappone.
Per un'informazione completa su quali standard televisivi per la televisione digitale via cavo sono adottati nei vari stati del mondo si veda la voce "Diffusione degli standard televisivi nel mondo".

Standard televisivi per la televisione digitale satellitare[modifica | modifica sorgente]

Gli standard di televisione digitale satellitare sono:

Nome dello standard Immagini in movimento Sonoro Teletext EPG
risoluzione (pixel) frequenza immagini (fps) scansione rapporto d'aspetto colore numero canali sonoro multiplo
DVB-S (vedi tabella) colore multicanale
DVB-S2 (vedi tabella) colore multicanale
ISDB-S (vedi tabella) colore
DSS colore
DCII colore
ATSC (vedi tabella) colore

Lo standard DVB-S è lo standard utilizzato dalle televisioni digitali satellitari italiane ricevibili in Italia. È anche lo standard diffuso nel maggior numero di nazioni del mondo. Col tempo tale standard è destinato ad essere sostituito dal più efficiente DVB-S2. Lo standard ISDB-S è lo standard utilizzato in Giappone. Lo standard DSS è invece utilizzato in Nord America e in America Latina. Lo standard DCII è utilizzato in Nord America. Lo standard ATSC non è invece utilizzato.
Per un'informazione completa su quali standard televisivi per la televisione digitale satellitare sono adottati nei vari stati del mondo si veda la voce "Diffusione degli standard televisivi nel mondo".

Formati video degli standard televisivi DVB-T, DVB-C, DVB-S e DVB-S2[modifica | modifica sorgente]

Gli standard televisivi DVB-T, DVB-C, DVB-S e DVB-S2 prevedono più di un formato video. La seguente tabella riporta i formati video previsti per gli standard televisivi DVB-T, DVB-C, DVB-S e DVB-S2:

Qualità delle immagini Risoluzione (pixel) Frequenza immagini (fps) Scansione Rapporto d'aspetto
LDTV 352x240
352x240
352x240
352x240
352x288
352x288
352x288
352x288
23,976
23,976
29,97
29,97
24
24
25
25
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
SDTV 352x480
352x480
352x480
352x480
352x480
352x480
480x480
480x480
480x480
480x480
480x480
480x480
544x480
544x480
544x480
544x480
544x480
544x480
640x480
640x480
640x480
640x480
640x480
640x480
23,976
23,976
29,97
29,97
29,97
29,97
23,976
23,976
29,97
29,97
29,97
29,97
23,976
23,976
29,97
29,97
29,97
29,97
23,976
24
29,97
29,97
30
30
progressiva
progressiva
interlacciata
interlacciata
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
interlacciata
interlacciata
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
interlacciata
interlacciata
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
interlacciata
progressiva
interlacciata
progressiva
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
4:3
4:3
4:3
4:3
4:3
EDTV 640x480
640x480
59,94
60
progressiva
progressiva
4:3
4:3
SDTV 720x480
720x480
720x480
720x480
720x480
720x480
720x480
720x480
720x480
720x480
720x480
720x480
23,976
23,976
24
24
29,97
29,97
29,97
29,97
30
30
30
30
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
interlacciata
interlacciata
progressiva
progressiva
interlacciata
interlacciata
progressiva
progressiva
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
EDTV 720x480
720x480
720x480
720x480
59,94
59,94
60
60
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
4:3
16:9
4:3
16:9
SDTV 352x576
352x576
352x576
352x576
352x576
352x576
480x576
480x576
480x576
480x576
480x576
480x576
544x576
544x576
544x576
544x576
544x576
544x576
720x576
720x576
720x576
720x576
720x576
720x576
24
24
25
25
25
25
24
24
25
25
25
25
24
24
25
25
25
25
24
24
25
25
25
25
progressiva
progressiva
interlacciata
interlacciata
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
interlacciata
interlacciata
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
interlacciata
interlacciata
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
interlacciata
interlacciata
progressiva
progressiva
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
EDTV 720x576
720x576
50
50
progressiva
progressiva
4:3
16:9
HDTV 1280x720
1280x720
1280x720
1280x720
1280x720
1280x720
1280x720
1280x720
1920x1035
1920x1035
1920x1035
1920x1080
1920x1080
1920x1080
1920x1080
1920x1080
1920x1080
1920x1080
1920x1080
1440x1152
23,976
24
25
29,97
30
50
59,94
60
25
29,97
30
23,976
24
25
25
29,97
29,97
30
30
25
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
interlacciata
interlacciata
interlacciata
progressiva
progressiva
interlacciata
progressiva
interlacciata
progressiva
interlacciata
progressiva
interlacciata
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9

Formati video dello standard televisivo ATSC[modifica | modifica sorgente]

Lo standard televisivo ATSC prevede più di un formato video. La seguente tabella riporta i formati video previsti dallo standard ATSC:

Qualità delle immagini Risoluzione (pixel) Frequenza immagini (fps) Scansione Rapporto d'aspetto
SDTV 640x480
640x480
640x480
640x480
640x480
640x480
23,976
24
29,97
29,97
30
30
progressiva
progressiva
interlacciata
progressiva
interlacciata
progressiva
4:3
4:3
4:3
4:3
4:3
4:3
EDTV 640x480
640x480
59,94
60
progressiva
progressiva
4:3
4:3
SDTV 704x480
704x480
704x480
704x480
704x480
704x480
704x480
704x480
704x480
704x480
704x480
704x480
23,976
23,976
24
24
29,97
29,97
29,97
29,97
30
30
30
30
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
interlacciata
interlacciata
progressiva
progressiva
interlacciata
interlacciata
progressiva
progressiva
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
EDTV 704x480
704x480
704x480
704x480
59,94
59,94
60
60
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
4:3
16:9
4:3
16:9
HDTV 1280x720
1280x720
1280x720
1280x720
1280x720
1280x720
1920x1080
1920x1080
1920x1080
1920x1080
1920x1080
1920x1080
23,976
24
29,97
30
59,94
60
23,976
24
29,97
29,97
30
30
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
progressiva
interlacciata
progressiva
interlacciata
progressiva
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9
16:9

Formati video degli standard televisivi ISDB-T, ISDB-C e ISDB-S[modifica | modifica sorgente]

Gli standard televisivi ISDB-T, ISDB-C e ISDB-S prevedono più di un formato video. La seguente tabella riporta i formati video previsti per gli standard televisivi ISDB-T, ISDB-C e ISDB-S:

Qualità delle immagini Risoluzione (pixel) Frequenza immagini (fps) Scansione Rapporto d'aspetto
SDTV 480x480
480x480
544x480
544x480
720x480
720x480
29,97
29,97
29,97
29,97
29,97
29,97
interlacciata
interlacciata
interlacciata
interlacciata
interlacciata
interlacciata
4:3
16:9
4:3
16:9
4:3
16:9
EDTV 720x480 59,94 progressiva 16:9
HDTV 1280x720
1440x1080
1920x1080
59,94
29,97
29,97
progressiva
interlacciata
interlacciata
16:9
16:9
16:9

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]