Savitri Devi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Savitri Devi Mukherji, pseudonimo di Maximiani Portas (Lione, 30 settembre 1905Sible Hedingham, 22 ottobre 1982) è stata una scrittrice greca, agente dell'intelligence nazista in India durante la seconda guerra mondiale[1][2]. Sarebbe diventata una delle personalità più influenti in Europa relativamente all'ecologia ed ai diritti degli animali del tardo ventesimo secolo, ed una guida dell'underground nazista durante gli anni sessanta.[2][3][4]

Critica delle religioni abramitiche,[4] Devi è stata una pioniera dell'attivismo dei diritti degli animali, che ha scritto il libro The Impeachment of Man nel 1959[2] ed era una sostenitrice dell'induismo e del nazismo, sintetizzando le due filosofie, e proclamando che Adolf Hitler era stato mandato dalla Provvidenza, similarmente ad un avatar del Dio indù Vishnu. Credeva che Hitler fosse il sacrificio per l'umanità che avrebbe portato alla fine del Kali Yuga indotto da coloro che lei credeva possedessero il potere del male, gli ebrei.[2] I suoi scritti hanno influenzato le correnti del neo-nazismo e del nazismo mistico. Tra le idee di Savitri Devi c'è la classificazione degli "uomini di sopra del tempo", "uomini nel tempo" e "uomini contro il tempo".[5] Rifiutando le idee del Giudeo-Cristianesimo, Devi credeva in una forma di monismo panteistico; un cosmo solo di natura composta da divina energia-materia.[6][7]

Le è inoltre accreditato il pionieristico interesse neonazista nell'occultismo, dell'ecologia profonda e dei movimenti new age. Ha influenzato il diplomatico cileno Miguel Serrano. Nel 1982, Franco Freda ha pubblicato una traduzione in lingua tedesca della sua opera Gold in the Furnace, ed il quarto volume della sua revisione annuale, Risguardo (1980-), è stata dedicata a Savitri Devi in quanto "missionaria del paganesimo ariano".[4]

Savitri è stata associata negli anni del dopoguerra a Françoise Dior,[8] Otto Skorzeny,[8] Johannes von Leers,[8] e Hans-Ulrich Rudel.[8]

È stata anche uno dei membri fondatori dell'Unione Mondiale dei nazionalsocialisti.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Nicholas Goodrick-Clarke, Black Sun: Aryan Cults, Esoteric Nazism, and the Politics of Identity, New York University Press, 2003, p. 88, OCLC 47665567, ISBN 0814731554.
  2. ^ a b c d "The new encyclopedia of the occult", John Michael Greer. Llewellyn Worldwide, 2003. ISBN 1567183360, 9781567183368. p. 130-131
  3. ^ "Politics and the Occult: The Left, the Right, and the Radically Unseen", Gary Lachman. Quest Books, 2008. ISBN 0835608573, 9780835608572. p. 257
  4. ^ a b c "Hitler's Priestess: Savitri Devi, the Hindu-Aryan Myth, and Neo-Nazism", Nicholas Goodrick-Clarke. NYU Press, 2000. ISBN 0814731112, 9780814731116. p. 6, 42-44, 104, 130-148, 179, 222
  5. ^ "Gods of the blood: the pagan revival and white separatism", Mattias Gardell. Duke University Press, 2003. ISBN 0822330717, 9780822330714. p. 183
  6. ^ "Christ, Faith, and the Holocaust", Richard Terrell. WestBow Press, 2011. ISBN 1449709125, 9781449709129. p. 70-71
  7. ^ "The Hunt for the God particle", Popular Science, November 2001, Vol. 259, No. 5. ISSN 0161-7370. p. 55
  8. ^ a b c d "Black Sun: Aryan Cults, Esoteric Nazism, and the Politics of Identity", Nicholas Goodrick-Clarke. NYU Press, 2003. ISBN 0814731554, 9780814731550. p. 97-106

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 61578914 LCCN: n81091359