Sarah Maestri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sarah Maestri

Sarah Maestri (Luino, 21 dicembre 1979) è un'attrice, scrittrice, conduttrice radiofonica e conduttrice televisiva italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Infanzia e prime esperienze[modifica | modifica sorgente]

L'autografo di Sarah Maestri.

Sarah Maestri nacque a Luino (VA) il 21 dicembre 1979, da mamma Daniela (nata nel 1956), casalinga, e dal padre Edoardo Maestri (classe 1953), paramedico. Ha un fratello maggiore, Alessandro.

A tre anni fu ricoverata nel reparto di oncoematologia pediatrica del Policlinico San Matteo di Pavia, in quanto presentava i sintomi di una malattia emolitica, che ad una prima diagnosi parve essere leucemia; tale referto si rivelò tuttavia errato e fu corretto in una forma molto meno grave di anemia megaloblastica. Sarah dovette comunque restare quattro mesi lontana da casa, nel nosocomio pavese, per sottoporsi a trasfusioni e cure specialistiche, fino a quando non riuscì a sconfiggere la malattia, che pure le si sarebbe ripresentata più volte (seppure in forma meno grave) nel corso della sua vita, costringendola ad ulteriori ricoveri in ospedale e ad altre cure[1][2][3]. Negli anni le sono altresì state diagnosticate celiachia, carenza di vitamina B12 e intolleranza al lattosio, patologie che l'hanno costretta ad ulteriori terapie[4]. L'attrice stessa ha più volte sottolineato come l'esperienza del dolore e della malattia abbia segnato profondamente la sua vita ed il suo carattere.

Sin da bambina (seppure - in principio - contro la volontà dei genitori e nonostante la mancanza di un cinematografo a Luino) manifestò il desiderio di diventare attrice[5]: iniziò a studiare recitazione nel 1996 presso la scuola Teatro blu, diretta da Silvia Priori, a Roma, che frequentò fino al 1998, per poi passare fino al 1999 alla scuola di recitazione Quelli di Grock di Milano. Al contempo studiò canto con Michela Tabacchi e frequentò vari seminari di recitazione, mimo, pantomima e clownerie con maestri quali Sharavan, Vincent Schiavelli e Fernanda Calati, fino circa al 2004. Dal punto di vista scolastico, ha studiato presso l'Educandato Maria Santissima Bambina di Roggiano, conseguendo la maturità magistrale e l'abilitazione professionale come maestra d'asilo.

All'età di circa 6 anni debutta in televisione, conducendo un programma per bambini su Odeon TV. Esordisce come attrice in teatro nel 1997 interpretando la piéce Puck, tratta da Sogno di una notte di mezza estate, per la regia di Silvia Priori; per alcuni anni a seguire si esibì in vari altri spettacoli teatrali, prevalentemente all'interno della provincia di Varese. Nel 1998 è protagonista di uno spot televisivo promosso dal Ministero della Solidarietà Sociale contro l'uso della droga, per la regia di Davide Ferrario, mentre nel 1999 interpreta Martina Rossi nella soap opera Vivere di Canale 5[6]. Nel 2002 appare in uno spot promozionale di Italia 1 ed entra nel cast della soap opera CentoVetrine, sempre Canale 5, interpretando il personaggio di Virginia Forti fino al 2004, e vincendo la Telegrolla d'oro 2003 come migliore attrice di soap opera[7][8].

Nel cinema il debutto avvenne nel 2001, con il film I cavalieri che fecero l'impresa di Pupi Avati, in cui interpretò il ruolo di Odilia.

Il successo e la maturità[modifica | modifica sorgente]

Sarah Maestri con Ermanno Olmi nel 2013.

Il grande successo per Sarah è arrivato nel 2006, quando è stata coprotagonista, nel ruolo di Alice Corradi, del film Notte prima degli esami di Fausto Brizzi, campione di incassi. Alla fine del 2006 Sarah ha interpretato di nuovo Alice Corradi nel sequel Notte prima degli esami - Oggi, sempre per la regia di Fausto Brizzi, uscito nelle sale il 14 febbraio 2007, ancora una volta con un grande successo, che le è valso il Magna Grecia Awards - Edizione Speciale X Anno.

In questo periodo si è avvicinata alla fede cattolica, arrivando ad aderire alla Comunità Nuovi Orizzonti[9] collaborando a varie iniziative da essa organizzate[10].

Dall'8 al 20 settembre 2008 è stata la voce de La Mezzanotte di Radio 2, conducendo il programma radiofonico Non voglio mica la luna, in onda su Rai Radio 2 da mezzanotte alle due del mattino[11]. Sempre nel 2008 ha avuto un'esperienza musicale, duettando con Daniele Stefani nell'interpretazione della canzone Niente di speciale, e recitando nel relativo videoclip insieme a Giulio Berruti e Andrea Miglio Risi. Tale progetto è stato realizzato sotto il patrocinio dell'Ente Nazionale Sordi, beneficiario del ricavato: la canzone viene infatti eseguita sia vocalmente che nella lingua italiana dei segni[12].

Nel 2009 ha pubblicato il romanzo autobiografico La bambina dei fiori di carta, per i tipi di Aliberti Editore; il volume ha avuto un grandissimo successo, tanto da venire ristampato più volte, anche in formato tascabile[13]. Il titolo è ispirato all'attività che era divenuta il suo passatempo prediletto durante il ricovero al policlinico San Matteo di Pavia. Nel 2013 dal libro è stato anche tratto uno spettacolo teatrale, interpretato dalla stessa Maestri e adattato da Andrea Chiodi[14].

Nel 2010, la Maestri intraprese il progetto della realizzazione di un film basato sul romanzo Il pretore di Cuvio di Piero Chiara, di cui aveva precedentemente opzionato i diritti cinematografici, con l'obiettivo di farlo uscire nelle sale italiane entro il 2013, in tempo utile per il centenario della nascita del grande scrittore luinese. Sempre nel 2010, Sarah è tornata ad essere la voce della notte di Rai Radio 2, conducendo in compagnia di Fernando Maraghini il programma Effetto notte[15], ancora nella fascia oraria tra mezzanotte e le due del mattino.

Nel settembre del 2011, in occasione della 68ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, la Maestri ha condotto su Rai Movie, tv ufficiale dell'evento, il programma quotidiano Ciak point, affiancata da Enrico Magrelli. Il 12 ottobre 2011 ha fondato la casa di produzione cinematografico-teatrale-televisiva Chichinscì srl (il nome deriva da un termine del dialetto varesotto che significa "qui"), basata nella città natale Luino[16][17].

In questi anni, Sarah inizia a partecipare, in veste di opinionista, a trasmissioni televisive a sfondo calcistico (notabilmente su Cielo tv e Italia 2)[18]. Tifa per il Milan e per il Varese (di quest'ultima squadra è anche la madrina ufficiale[19]).

Il 25 maggio 2012 è uscito nelle sale il film Dietro il buio di Giorgio Pressburger, tratto dall'opera teatrale Lei dunque capirà di Claudio Magris, con Sarah Maestri nei panni di Euridice.

Il 22 luglio 2013, dopo due anni di preparazione, sono infine partite le riprese (che sono state in larga parte realizzate a Varese e provincia[20]) de Il pretore, versione cinematografica del romanzo Il pretore di Cuvio, prodotto da Lime Film e Chichinscì srl per la regia di Giulio Base, con Francesco Pannofino nel ruolo del pretore Augusto Vanghetta, Mattia Zaccaro Garau all'interpretazione dell'avvocato Mario Landriani e la partecipazione di Max Cavallari ed Eliana Miglio. Sarah Maestri interpreta Evelina Andreoletti, moglie del pretore, e ricopre altresì il ruolo di direttrice artistica e coproduttrice, tramite la Chichinscì srl[21].

Nell'ottobre 2013 ritorna a teatro, partecipando alla commedia Dò tosann e tré valiis, di Daniele Rezzonico per la regia di Yor Milano, messa in scena dal TEPSI (Teatro Popolare della Svizzera Italiana) ed interamente sceneggiata in dialetto ticinese. Questa costituisce la prima esperienza della Maestri come interprete in una piéce teatrale comica[22].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Sarah Maestri nell'agosto 2013, sul set del film Il pretore.

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Cortometraggi[modifica | modifica sorgente]

  • Punto di vista, regia di Michele Banzato (2005) - Durata: 6 min 33 s - Formato: 35 mm - Ruolo: Fiammetta
  • Ninna nanna, regia di Giovanni Ziberna (2008) - Ruolo: Emilia

Conduttrice radiofonica[modifica | modifica sorgente]

Conduttrice televisiva[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Pubblicità[modifica | modifica sorgente]

Teatro[modifica | modifica sorgente]

  • Puck (da Sogno di una notte di mezza estate) - regia di Silvia Priori (1997)
  • Little Italy - regia di Silvia Priori (1998)
  • Teatro in smaschera - regia di Sharavan (2000)
  • Strettamente riservato - regia di Rock di Gioia (2001) - Ruolo: Mina
  • La coppia - recital di F. Lasagna (2001-2002)
  • Lo zoo di vetro - regia di Federico Zanandrea (2005) - Ruolo: Laura
  • Perversioni sessuali a Chicago - regia di Massimiliano Farau (2008) - Ruolo: Deborah Soloman
  • Io come voi - regia di Fabio Salvatore (2008)
  • La bambina dei fiori di carta - regia di Andrea Chiodi (2013)
  • Dò tosann e tré valiis - regia di Yor Milano (2013) Ruolo: Lavinia Beltrani

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Premi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Tutto è nato sul retro di uno scontrino" - varesenews.it - 9 mag 2009. URL consultato il 3 ott 2013
  2. ^ L'outsider Sarah Maestri - leiweb.it - 12 nov 2010. URL consultato il 3 ott 2013
  3. ^ VISTO - Rassegna stampa - sito ufficiale di Sarah Maestri. URL consultato il 7 ott 2013
  4. ^ Settimanale Nuovo - sito ufficiale di Sarah Maestri - 18 lug 2013. URL consultato il 3 ott 2013
  5. ^ Sarah Maestri - intervisteromane.net - 30 mar 2008. URL consultato il 3 ott 2013
  6. ^ Sarah Maestri: Biografia - dal sito ufficiale di Sarah Maestri (recuperato da webarchive.org). URL consultato il 3 ott 2013
  7. ^ a b Telegrolla d'oro - Albo d'oro - telegrolle.tv - URL consultato il 6 ott 2013
  8. ^ Sarah Maestri - lipari.biz - 3 feb 2010. URL consultato il 3 ott 2013
  9. ^ Sulla via di Damasco - rai.it - 1 feb 2014. URL consultato il 4 feb 2014
  10. ^ Intervista a Sarah Maestri, attrice e autrice - postpopuli.it - 15 ago 2012. URL consultato il 18 gen 2014
  11. ^ RADIO DUE: "LA MEZZANOTTE DI RADIO2" CON SARAH MAESTRI - adnkronos.com - 7 set 2008. URL consultato il 3 ott 2013
  12. ^ Niente di speciale - sarahmaestri.com - URL consultato il 3 ott 2013
  13. ^ Scheda de La bambina dei fiori di carta - sito ufficiale di Sarah Maestri. URL consultato il 3 ott 2013
  14. ^ Sarah Maestri racconta Sarah. A teatro l'attrice svela se stessa - laprovinciadivarese.it - 26 mag 2013. URL consultato il 5 ott 2013
  15. ^ Intervista a Sarah Maestri - telegiornaliste.com - 25 gen 2010. URL consultato il 3 ott 2013
  16. ^ Chichinscì srl - pagina facebook. URL consultato il 3 ott 2013
  17. ^ "Il pretore di Cuvio" di Piero Chiara diventa un film: intervista a Sarah Maestri - canale Youtube di insubriaTV - 06 nov 2012. URL consultato il 3 ott 2013
  18. ^ Sarah Maestri nel pallone con Teo - L'attrice in tivù tifa biancorosso - laprovinciadivarese.it - 23 apr 2013. URL consultato il 3 ott 2013
  19. ^ Festa "al Pepe" per il Varese - varesenews.it - 14 dic 2011. URL consultato il 6 ott 2013
  20. ^ Varese, si torna a parlare del film “Il Pretore”. Con Sarah Maestri guest star - varesereport.it - 21 ott 2013. URL consultato il 12 nov 2013
  21. ^ Da lunedì torna il grande cinema. Il Pretore a Varese per il ciak - laprovinciadivarese.it - 20 lug 2013. URL consultato il 3 ott 2013
  22. ^ Al dialètt al tórna in scéna - cooperazione.ch - Edizione n. 40, 01 ott 2013, pp. 74-79. URL consultato il 3 ott 2013
  23. ^ a b Dietro il buio - cinemafedic.it - Consultato il 6 ott 2013
  24. ^ Premio Fausto Tozzi a Sarah Maestri - casaprota.net - 1 lug 2007 - Consultato il 6 ott 2013
  25. ^ Sarah Maestri - culturalclassic.it - 9 nov 2009. Consultato il 6 ott 2013
  26. ^ A Sarah Maestri autrice de "La bambina dei fiori di carta" menzione speciale premio Afrodite - blog.alibertieditore.it - 14 apr 2010. Consultato il 6 ott 2013
  27. ^ a b News - sito ufficiale di Sarah Maestri (versione xml) - Consultato il 6 ott 2013

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]