Sérgio Paulinho

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sérgio Paulinho
Sérgio Paulinho - Critérium du Dauphiné 2010 - Critérium du Dauphiné 2010.jpg
Sérgio Paulinho al Critérium du Dauphiné 2010
Dati biografici
Nome Sérgio Miguel Moreira Paulinho
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 172[1] cm
Peso 64[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Squadra Tinkoff Tinkoff
Carriera
Squadre di club
2002-2003 ASC
2004 LA Aluminios
2005-2006 Liberty Seguros Liberty Seguros
2006 Astana Astana
2007 Discovery Channel Discovery Channel
2008-2009 Astana Astana
2010-2011 RadioShack RadioShack
2012-2013 Saxo Bank Saxo Bank
2014- Tinkoff Tinkoff
Nazionale
2003- Portogallo Portogallo
Palmarès
Bandiera olimpica  Giochi olimpici
Argento Atene 2004 In linea
Statistiche aggiornate al febbraio 2014

Sérgio Miguel Moreira Paulinho (Oeiras, 26 marzo 1980) è un ciclista su strada portoghese che corre per il team Tinkoff-Saxo. Professionista dal 2002, è stato medaglia d'argento nella prova in linea ai Giochi olimpici di Atene 2004.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Passato professionista nel 2002 con la piccola squadra portoghese ASC-Vila do Conde, nel 2004 si trasferisce alla squadra LA Aluminios-Pecol, con cui comincia a cogliere risultati importanti, tra i quali la vittoria nel campionato nazionale a cronometro ma soprattutto il secondo posto e la conseguente medaglia d'argento nella prova in linea su strada ai Giochi olimpici di Atene del 2004, battuto dal solo Paolo Bettini.

Grazie a questi risultati per il 2005 trova un ingaggio nella Liberty Seguros di Manolo Saiz, ma al primo anno non riesce a ripetere gli ottimi risultati del 2004. Nell'estate 2006 il suo nome finisce in un primo momento nella lista di atleti coinvolti nell'Operación Puerto e questo gli costa la partecipazione al Tour de France. Scagionato dalle accuse, riprende l'attività e disputa una buona Vuelta a España con l'Astana, cogliendo una vittoria nella decima tappa con arrivo a Santillana del Mar nei pressi del museo di Altamira; termina peraltro al sedicesimo posto nella classifica finale, segnalandosi anche per il prezioso lavoro a favore del capitano Aleksandr Vinokurov, vincitore della corsa.

Nel 2007 passa alla Discovery Channel, poi segue il suo direttore sportivo Johan Bruyneel e ritorna all'Astana per il biennio 2008-2009. Nel 2010 va a vestire la divisa del Team RadioShack, neonata squadra fondata da Lance Armstrong e dallo stesso Bruyneel. Proprio in quella stagione torna al successo in un Grande Giro, aggiudicandosi la decima tappa del Tour de France: nell'occasione è abile a battere in uno sprint a due il bielorusso Vasil' Kiryenka sul traguardo di Gap.

Rimane alla RadioShack fino a tutto il 2011, senza però più ottenere vittorie; per il 2012 si trasferisce quindi al Team Saxo Bank, la squadra diretta da Bjarne Riis.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Prologo Volta ao Portugal do Futuro
3ª tappa Volta ao Portugal do Futuro
4ª tappa Volta ao Portugal do Futuro
Campionati portoghesi, Prova a cronometro
7ª tappa Volta a Portugal
10ª tappa Volta a Portugal
tappa Volta a Terras de Santa Maria
tappa Volta a Tras Os Montes e Alto Douro
Classifica generale Volta a Tras Os Montes e Alto Douro
10ª tappa Vuelta a España (Avilés > Museo de Altamira)
Campionati portoghesi, Prova a cronometro
10ª tappa Tour de France (Chambéry > Gap)

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Classifica giovani GP Estremadura - RTP
Classifica Gran Premio della Montagna al GP Mr. Cortez-Mitsubishi
4ª tappa Tour de France 2009 (cronosquadre)

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

2007: 65º
2009: 35º
2010: 46º
2011: 81º
2013: 136º
2006: 16º
2007: ritirato
2008: 26º
2011: 85º
2012: 70º

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

2012: 44º
2013: ritirato

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Sergio Paulinho Bio | Team RadioShack, www.livestrong.com. URL consultato il 7 luglio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]