Operación Puerto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Operación Puerto è il nome dato all'indagine spagnola relativa al doping sportivo effettuata tra il febbraio e il maggio 2006.

I principali accusati sono Eufemiano Fuentes, medico di diverse squadre ciclistiche, e Manolo Saiz, al momento dell'arresto direttore sportivo della squadra Liberty Seguros. Secondo l'accusa Fuentes e Saiz erano a capo di una organizzazione che si dedicava alla gestione di autoemotrasfusioni, alla vendita di sostanze dopanti, quali EPO, ormoni della crescita, anabolizzanti, e alla pianificazione del loro utilizzo.

La polizia ha sequestrato anche numerosi elenchi cifrati di presunti clienti dell'organizzazione. Dalla decifrazione degli elenchi si è arrivati al coinvolgimento di 58 ciclisti professionisti, che sono stati individuati dalle autorità. I nomi di altri sportivi non sono stati decifrati o resi noti.

In attesa del processo tra gli effetti maggiori dell'operazione finora ci sono il ritiro dal mondo del ciclismo dello sponsor Liberty-Seguros e l'esclusione dal Tour de France 2006 della maggior parte dei candidati alla vittoria finale e di 2 squadre, l'Astana e la Comunidad Valenciana (che all'epoca dei fatti contestati si chiamava Kelme).

Fino a maggio del 2007 le uniche sacche di sangue sottoposte al test di DNA sono state quelle di Jan Ullrich, e dopo le analisi è stato accertato che il sangue contenuto era il suo: questo ha confermato il coinvolgimento del corridore tedesco, comunque già ritiratosi dall'attività agonistica da febbraio 2007.

L'11 febbraio 2009 il CONI ha individuato in una sacca di sangue lo stesso DNA di Alejandro Valverde. Già prima del mondiale di Varese su Valverde cadevano parecchi sospetti ma il Tas di Losanna inizialmente non lo aveva escluso dal mondiale. A seguito del ricorso dell'UCI, il 31 maggio 2010 Valverde è stato squalificato per due anni a partire dal 1 gennaio 2010.

È importante sottolineare che da questa indagine non sono emersi solo nomi di ciclisti (come la maggior parte della stampa ha voluto far credere), ma che in realtà si parla anche di calciatori spagnoli, giocatori di pallamano, tennisti ed automobilisti, i cui nomi però sono rimasti nell'oscurità.[1][2][3]

Ciclisti coinvolti[4][modifica | modifica wikitesto]

Della Liberty Seguros
Della Comunidad Valenciana
Della Phonak
Della Caisse d'Epargne-Illes Balears
Della T-Mobile
Della Saunier Duval-Prodir
Del Team CSC
Della AG2R Prévoyance
Della Unibet.com
Altri non più attivi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fuentes: 'En la lista hay tenistas, atletas y futbolistas' | elmundo.es
  2. ^ La 'Operación Puerto' puede desangrar al deporte español - Marca.com
  3. ^ Toda la entrevista a Eufemiano Fuentes en Le Monde - Marca.com
  4. ^ Operacion Puerto: l'inchiesta che ha sconvolto il ciclismo mondiale, Spysport.org. URL consultato il 29 maggio 2012.
  5. ^ a b c d e (ES) Benito Urraburu, Beloki, Nozal, Davis, Contador y Paulinho, exculpados, diariovasco.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo