Unai Osa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Unai Osa
060507 unaiosa 2 t.jpg
Dati biografici
Nome Unai Osa Eizaguirre
Nazionalità Spagna Spagna
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Ritirato 2006
Carriera
Squadre di club
1997-2000 Banesto Banesto
2001-2003 iBanesto.com iBanesto.com
2004-2005 Illes Balears Illes Balears
2006 Liberty Seguros Liberty Seguros
 

Unai Osa Ezaguirre (Deba, 12 giugno 1975) è un ex ciclista su strada spagnolo. Professionista dal 1997 al 2006, conta due sole vittorie, Classique des Alpes e Tour de l'Avenir.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Fratello minore di Aitor Osa, debuttò tra i professionisti nel 1997 con la Banesto.

Negli anni successivi ebbe modo di dimostrare le sue doti di scalatore aggiudicandosi la Classique des Alpes, dieci giorni dopo essere salito sul podio dell'Euskal Bizikleta, e distinguendosi in competizioni quali il Critérium du Dauphiné Libéré ed il Tour de l'Avenir.

Balzò agli onori delle cronache grazie alle prestazioni nel Giro d'Italia 2001 che gli valsero il terzo posto finale nella competizione rosa, dietro a Gilberto Simoni e Abraham Olano.

Negli anni successivi non ottenne risultati di rilievo, complici anche due fratture alla clavicola occorsegli nel 2004.

Nel 2006 passò alla Liberty Seguros, venendo tuttavia implicato nell'Operación Puerto[1]. Per l'anno successivo si accordò con l'Astana, anche se prima dell'inizio della nuova stagione si ruppe nuovamente una clavicola e decise di terminare la carriera.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Circuito de Pascuas
Loinatz Proba
Memorial Valenciaga
Classique des Alpes
Classifica generale Tour de l'Avenir

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

2000: ritirato
2001: 3º
2005: 16º
2006: 18º
2000: 56º
2001: 22º
2003: 9º
2004: 21º
2005: 17º

Classiche[modifica | modifica wikitesto]

1999: 41º
2000: 20º
2001: 41º
2002: 44º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Operacion Puerto: l'inchiesta che ha sconvolto il ciclismo mondiale in spysport.org. URL consultato il 14 maggio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]