Rodonite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rhodonite
Rhodonite Norvège.jpg
Classificazione Strunz (ed. 10) 9.DK.05
Formula chimica CaMn2+4[Si5O14O] o (Mn2+,Ca)(SiO3)
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino trimetrico
Sistema cristallino triclino[1][2][3]
Classe di simmetria pinacoidale[1][2]
Parametri di cella a=6,68, b=7,66, c=12,22[1]
Gruppo puntuale 1[1][2]
Gruppo spaziale P1[1]
Proprietà fisiche
Densità 3,5-3,7[1] g/cm³
Durezza (Mohs) 5½-6½[2][3][4]
Sfaldatura perfetta secondo {110}[1][2] e {110}[2], buona secondo {001}[2]
Frattura irregolare[1][2], concoide[2]
Colore rosa[1][2][3], rosso rosaceo[1], rosso-brunastro[1][2], nero[1], giallo[1], rosso[2], grigio[2], bruno[3], rosa carne con delle screziature nere[4]
Lucentezza vitrea[1][2][3], perlacea[2]
Opacità da trasparente a translucido[1][2]
Striscio bianco[1][3]
Diffusione  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La rodonite è un minerale.

Origine del nome[modifica | modifica sorgente]

Il nome del minerale deriva dal greco "ρόδον" cioè di colore rosa[2].

Abito cristallino[modifica | modifica sorgente]

Massivo, granulare[1].

Origine e giacitura[modifica | modifica sorgente]

L'origine è idrotermale[1] o metamorfica mediante metamorfismo di carbonati di manganese senza silice con l'aggiunta di materiali magmatici[3], ma il minerale si può trovare in rocce metamorfiche ed in rocce metasomatiche[1] o in vari giacimenti di manganese[3].

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica sorgente]

I cristalli hanno gli spigoli arrotondati o sottili, quasi a sembrare delle lamelle[3]. Il materiale massivo è di colore rosa carne con delle screziature di nero dovute ad ossidi idrati di manganese[4].

Caratteristiche chimico-fisiche[modifica | modifica sorgente]

Località di ritrovamento[modifica | modifica sorgente]

Il taglio[modifica | modifica sorgente]

Oggetto decorativo in rodonite levigata

Il minerale viene tagliato a sfera o a cabochon, oppure il minerale viene utilizzato per la fabbricazione di monili, statue ed altri oggetti ornamentali[3].

Pietre simili[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x (EN) Scheda tecnica del minerale
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q (EN) Scheda tecnica del minerale
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u (IT) Autori Vari, Scheda Rodonite in "Il magico mondo di minerali & gemme", De Agostini (1993-1996), Novara
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m (IT) Autori Vari, Rodonite in "Come collezionare i minerali dalla A alla Z", vol. III°, pag. 816, Peruzzo editore (1988), Milano

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia