Striscio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piatto della striatura con pirite e Rodocrosite

Lo striscio è il colore della polvere prodotta dallo sfregamento di un campione del minerale su di una superficie scabra. Al contrario del colore del minerale, che può variare considerevolmente all'interno di una stessa specie, il colore della polvere fine della stessa specie minerale rimane costante e caratteristico della specie stessa. Così il colore dello striscio risulta un utile strumento per il riconoscimento della specie minerale.

Lo striscio è utile nel caso di minerali opachi e colorati, risulta di scarsa utilità nel caso dei silicati che risultano avere, nella maggior parte, uno striscio bianco e una durezza che rende difficile ottenere lo striscio. Anche piccolissime impurità, in grado di assorbire determinate lunghezze d'onda, presenti nel campione utilizzato possono cambiare la colorazione del minerale che però, una volta ridotto in polvere di piccoli cristalli orientati casualmente in tutte le direzioni, presenta una ridotta influenza delle impurità sul colore dello striscio.

La superficie utilizzata per ottenere uno striscio è in genere un mattonella di porcellana bianca grezza, non vetrificata. In mancanza di una mattonella apposita si può utilizzare il fondo di un vaso o qualsiasi altra superficie di porcellana grezza, come il rovescio di una mattonella. Solo minerali aventi durezza inferiore a 7 sulla scala di Mohs possono essere strisciati sulla porcellana. Per minerali più duri si può ridurre in polvere un frammento con il martello e distribuire la polvere sulla porcellana per apprezzarne il colore, comunque la maggior parte dei minerali più duri presentano uno colore dello striscio bianco di scarsa utilità per il riconoscimento.

Alcuni minerali presentano uno striscio avente un colore simile al loro colore naturale come il cinabro o l'azzurrite. Altri minerali presentano un colore di striscio sorprendentemente diverso dal colore naturale come la fluorite, che presenta sempre uno striscio bianco, nonostante il minerale possa assumere i colori verde, giallo, blu e porpora. L'ematite, di colore nero metallico, presenta uno striscio rosso da cui deriva l'origine del suo nome dal greco haima, sangue. La galena che presenta un aspetto simile all'ematite si differenzia facilmente da questa per lo striscio grigio.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • A.C. Bishop, A.R. Woolley, and W.R. Hamilton. Cambridge Guide to Minerals, Rocks and Fossils, second edition. Cambridge: Cambridge University Press, 1999. Pages 12-13
  • Martin Holden. The Encyclopedia of Gemstones and Minerals. New York: Facts on File, 1991. Page 251.
  • Walter Schumann. Minerals of the World. New York: Sterling, 1992. Pages 18-16

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia