Rocket Man

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il treno del mare di One Piece, vedi Terminologia di One Piece#Rocket Man.
Rocket Man (I Think It's Going To Be A Long, Long Time)
Artista Elton John
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1972
Durata 4 min : 41 s
Album di provenienza Honky Chateau
Genere Soft rock
Rock
Etichetta MCA Records (Stati Uniti e Canada), DJM Records
Produttore Gus Dudgeon
Registrazione 1972
Formati 45 giri, CD
Elton John - cronologia
Singolo precedente
(1972)
Singolo successivo
(1972)
Elton John - cronologia
Singolo precedente
(2006)
Singolo successivo
(2007)

Rocket Man (I Think It's Going To Be A Long, Long Time) è una canzone composta, cantata e interpretata da Elton John. Il testo è di Bernie Taupin.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

È senza dubbio una delle canzoni più famose della rockstar britannica, una di quelle che lo fece conoscere al grande pubblico anche negli altri paesi non anglosassoni. Taupin ebbe l'ispirazione per il testo durante un viaggio in macchina: come dice il titolo stesso del brano, all'epoca imperversavano le missioni spaziali, ed è questo il senso della canzone. Bernie pensa ad un nuovo mondo iper-tecnologico in un immaginario quanto lontano futuro. Nella stesura del testo l'autore si è ispirato all'omonimo racconto di Ray Bradbury inserito nella raccolta L'uomo illustrato, anche nota come Il gioco dei pianeti.[1] Tuttavia c'è anche chi ha intravisto nel testo di Taupin una metafora sull'assunzione di droghe o sulla solitudine delle rockstar.[senza fonte] Elton compose la melodia in un tempo da record, in soli 10 minuti (stando a quanto dice Ken Scott). Rocket Man è contenuta nell'album Honky Chateau, del 1972 e prodotto da Gus Dudgeon.

Divenne subito un singolo, raggiungendo la seconda posizione nel Regno Unito e la sesta negli Stati Uniti. Le vendite, comunque, furono davvero clamorose ovunque (la canzone raggiunse peraltro la sesta posizione in Italia). Con questo brano John sembrava aver deciso un cambio di rotta: fino all'anno precedente, infatti, i suoi album non erano certamente pensati per ottenere un grande successo commerciale, raggiungevano un livello stilistico praticamente inarrivabile, rasentando la perfezione. Delle tiepide vendite facevano da contorno a questi capolavori fondamentali del rock (ma negli USA l'influenza dei primi album fu molto rilevante). Poi, nel 1972, avvenne la svolta: si passò ad uno stile più leggero e orecchiabile, anche se sempre di grande qualità. E Rocket Man aprì questo nuovo periodo, spianando definitivamente la strada che porterà Elton a coprire, nel 1975, oltre il 2% delle vendite dei dischi mondiali.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

David Bowie non digerì mai il brano, stando a quanto dice Angela Bowie, perché lo considerava una scopiazzatura della sua Space Oddity (prodotta anch'essa da Dudgeon e riguardante gli stessi argomenti), proprio mentre Starman non era ancora in classifica. Così, durante una trasmissione radio della BBC del 22 maggio 1972, inserì tra i versi della canzone, che era quinta in classifica, la frase "I'm just a Rocket Man!" (alcuni dati su Bowie presi dalla sua enciclopedia di Nicholas Pegg).

Della canzone esistono numerose cover: tra le tante, si ricordano quella di Kate Bush (inserita nell'album tributo Two Rooms: Celebrating the Songs of Elton John & Bernie Taupin), David Fonseca e Sylvain Cossette. Ne esistono anche numerose parodie, usate in cartoni animati statunitensi come I Griffin (a sua volta parodia dell'interpretazione in stile shakespeariano dell'attore canadese William Shatner, al Science Fiction Film Awards del 1978), nella serie canadese ReBoot e nel video di Beck Where It's At.

Nel 2001 questa canzone fu utilizzata come colonna sonora per lo spot pubblicitario Cerealix della Mulino Bianco.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1972) Posizione
più alta
UK Singles Chart[2] 2
Germania[3] 18
Irlanda[4] 6
U.S. Billboard Pop Singles[5] 6
Classifica (2008) Posizione
più alta
Norvegia[6] 18

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bernie's thoughts about Rocket Man (I Think It’s Gonna Be A Long, Long Time) Traccia audio dal sito ufficiale di Bernie Taupin Url consultato il 29.11.13
  2. ^ Chart Stats - Elton John - Rocket Man.
  3. ^ charts-surfer.de search results.
  4. ^ irishcharts.ie search results.
  5. ^ allmusic (Elton John > Charts & Awards > Billboard Singles).
  6. ^ norwegiancharts.com - Elton John - Rocket Man (I Think It's Going To Be A Long Long Time).
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock