Portale:Esperanto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flag of Esperanto cropped.png
Benvenuto nel Portale:Esperanto di it.wiki!

Questo portale raccoglie le voci di Wikipedia relative alla lingua esperanto.
Vuoi collaborare anche tu? Visita il Progetto:Esperanto.

Ludwik Lejzer Zamenhof, l'iniziatore dell'esperanto.

L'esperanto è una lingua artificiale sviluppata tra il 1872 e il 1887 dall'oftalmologo polacco Ludwik Lejzer Zamenhof, ed è di gran lunga la più conosciuta e utilizzata tra le lingue ausiliarie internazionali esistenti.

Presentata nell'Unua Libro (Varsavia, 1887) come lingvo internacia ("lingua internazionale"), prese in seguito il nome esperanto ("colui che spera"), dallo pseudonimo Doktoro Esperanto utilizzato dal suo creatore.

Le regole della grammatica dell'esperanto sono state scelte da quelle di varie lingue studiate da Zamenhof, affinché fossero semplici da imparare ma nel contempo potessero dare a questa lingua la stessa espressività di una lingua naturale; esse non prevedono eccezioni. Anche i vocaboli derivano da idiomi preesistenti, alcuni (specie quelli introdotti di recente) da lingue non indoeuropee come il giapponese, ma in gran parte da latino, lingue romanze (in particolare italiano e francese), lingue germaniche (tedesco e inglese) e lingue slave (russo e polacco).

Leggi la voce...

Calendario esperantista (modifica)


La voce del mese: "Kálmán Kalocsay" (gennaio 2015)

Kalocsay.jpg

Kálmán Kalocsay (Abaújszántó, 6 ottobre 1891Budapest, 27 febbraio 1976) è stato un esperantista, poeta e traduttore ungherese. Fu una fra le figure più importanti della letteratura in lingua esperanto.

Nel 1921 fu pubblicato il suo primo volume di poesie originali, Mondo kaj koro ("Mondo e cuore"). Passati oltre dieci anni apparve la sua collezione Streĉita kordo ("Corda tesa"), considerata una delle maggiori raccolte di poesie dell'intera letteratura esperantista. Pubblicò inoltre Rimportretoj ("Piccoli ritratti in rima"), poemetti di spirito dedicati ai maggiori esponenti del movimento esperantista di allora.

Kalocsay guidò il mondo letterario esperantista tramite la rivista Literatura mondo (che successivamente divenne anche casa editrice). Il gruppo di scrittori che si formò attorno alla rivista durante gli anni 1920 e 1930 è noto come la scuola di Budapest.

I lavori di Kalocsay nell'ambito della teoria linguistica e letteraria includono la monumentale Plena gramatiko de esperanto ("Grammatica completa di esperanto") e il Parnasa gvidlibro ("Guida di Parnaso"), scritti in collaborazione con Gaston Waringhien, oltre al trattato di stile Lingvo stilo formo ("Lingua stile forma").

Kalocsay pubblicò inoltre l'Enciklopedio de Esperanto ("Enciclopedia di esperanto") in due volumi.

Grande commentatrice della vita di Kalocsay, nonché sua ereditiera, fu Ada Csiszár.

Leggi la voce...

Storia

L. L. Zamenhof · Protoesperanto · Unua Libro · Dichiarazione di Boulogne · Fundamento · Finvenkismo · Raumismo · Manifesto di Praga

Rapporti con organizzazioni

Esperanto e Chiesa cattolica · Esperanto e Organizzazione delle Nazioni Unite · Esperanto ed Unione europea

Grammatica

Alfabeto · Fonologia · 16 regole · Lessico · Akademio de Esperanto

Cultura

Cinema · Letteratura · Linguaggio internazionale dei segni dall'esperanto · Musica · Pubblicazioni · Simboli · Internacia Televido

 

La ricca collezione di cd musicali in lingua esperanto messi in vendita durante il Congresso Universale di Esperanto del 2008, a Rotterdam, nei Paesi Bassi.
Papa Giovanni Paolo II riceve il Messale ed il Lezionario ufficiali in esperanto dalle mani del presidente dell'Unione Cattolica Esperantista Internazionale, Duilio Magnani (settembre 1997).

Il lessico del mese:

Tempo atmosferico (vetero)[modifica | modifica wikitesto]

Un proverbio a caso

«

Se gut' al guto aliĝas,
maro fariĝas.

»

Ludwik Zamenhof, Proverbaro Esperanta


Letteralmente, "se goccia si aggiunge a goccia, si fa un mare". Vale a dire che la somma di piccoli sforzi può fornire un contributo sostanziale, oppure, con un proverbio italiano, che l'unione fa la forza.

(modifica) 

(modifica) 

(modifica) 


Navigazione per categorie

Le voci più recenti (modifica)

  1. Sennacieca Asocio Tutmonda
  2. TEVA
  3. Arcaicam Esperantom
  4. Enrico Dondi
  5. Scisma del movimento esperantista
  6. Ĝeneva UEA
  7. Internacia Esperanto-Ligo
  8. Louis Bastien
  9. Karl Max Liniger
  10. Hans Hermann Kürsteiner
  11. Dolchamar
  12. Roman Dobrzyński
  13. René de Saussure
  14. Rivista esperantista
  15. Vortaro de Esperanto
  16. Árni Böðvarsson
  17. Eugen Wüster
  18. Infoterm
  19. Vilho Väisälä
  20. Kalle Väisälä
  21. Yrjö Väisälä
  22. Junulara E-Semajno
  23. Itala Kongreso de Esperanto
  24. Ĉeĥa Esperanto-Junularo
  25. Bertilo Wennergren
  26. Victor Sadler
  27. Akademio Literatura de Esperanto
  28. Montagu Christie Butler
  29. Lessico dell'esperanto
  30. Biblioteche di esperanto

Le voci richieste (modifica) Progetto:Esperanto/DaFare