Partito Comunista di Turchia (2001)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito Comunista di Turchia
Türkiye Komünist Partisi
TKP
Communist Party of Turkey, Party Logo.jpg
Leader Yaşar Çelik
Stato Turchia Turchia
Fondazione 11 novembre 2001
Sede Istanbul
Ideologia Comunismo
Marxismo-Leninismo
Collocazione Estrema sinistra
Affiliazione internazionale Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai
Seggi Municipalità
128 / 2919
 (2009)
Sito web tkp.org.tr

Il Partito Comunista di Turchia (Türkiye Komünist Partisi, TKP) è un partito politico comunista turco. È noto come TKP dopo aver cambiato nome da Partito del Potere Socialista (Sosyalist İktidar Partisi, SİP) nel 2001. Il Partito si considera erede dello storico Partito Comunista di Turchia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In seguito all'apertura politica del 1992, il 7 novembre dello stesso anno fu fondato il Partito Socialista di Turchia (Sosyalist Türkiye Partisi, STP), che un anno dopo fu ribattezzato Partito del Potere Socialista (Sosyalist İktidar Partisi, SIP) e finalmente nel 2001, dopo l'abolizione del divieto di usare il termine "comunista" come nome di un partito, Partito Comunista di Turchia. Dal punto di vista legale, questo TKP non è la continuazione diretta del vecchio Partito Comunista, ma si rifà comunque all'esperienza del partito precedente.

Alla prima partecipazione elettorale nel 2002 il Partito ha ottenuto 60.000 voti; alle elezioni municipali di marzo 2004 è arrivato a 85.000 elettori.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]