Paradise City

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paradise City
Paradise city 1.jpg
Screenshot del video
Artista Guns N' Roses
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1987
Durata 06 min : 46 s
Album di provenienza Appetite for Destruction
Dischi 1
Tracce 1
Genere Hard & heavy
Heavy metal
Sleaze metal
Hard rock
Pop metal
Etichetta Geffen Records
Certificazioni
Dischi d'argento Regno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 200 000+)
Guns N' Roses - cronologia
Singolo precedente
(1988)
Singolo successivo
(1989)

Paradise City è una canzone dei Guns N' Roses. Il brano è stato incluso per la prima volta nell'album del 1987 Appetite for Destruction. La canzone è alla posizione 459 nella Lista delle 500 migliori canzoni secondo Rolling Stone.

Il brano[modifica | modifica sorgente]

Paradise City è una delle canzoni più famose dei Guns N' Roses. Il famoso ritornello della traccia recita:

(EN)
« Take Me Down To The Paradise City

Where The Grass Is Green And The Girls Are Pretty Oh, won't you please take me home »

(IT)
« Portami fino alla città paradiso

Dove l'erba è verde le ragazze sono carine Oh, per favore non riportarmi a casa »

Come Slash stesso, chitarrista del gruppo, racconta nella sua biografia[2], il pezzo fu scritto sul pulmino di ritorno dallo "Stone", un locale di San Francisco in cui avevano fatto da spalla ai Jetboy, gruppo glam metal emergente del posto. Bevendo e suonando, Slash improvvisò l'intro del pezzo, seguito subito da Duff McKagan (bassista) e Izzy Stradlin (chitarrista). Axl iniziò a cantare "Take me down to the paradise city" e Slash concluse con "Where the girls are fat and they've got big titties", poi come variante "Where the grass is green and the girls are pretty" ed Axl concluse con "Take me home"; Alla fine fu preferita Where the grass is green and the girls are pretty anche se Slash crede che la sua versione precedente fosse più bella. Fu così che sul pulmino la parte strumentale fu composta e gran parte del testo fu abbozzata. Secondo quanto dichiarato da Tracii Guns, ex chitarrista del gruppo e leader degli L.A. Guns, il riff principale è stato influenzato dal brano "Zero the Hero" dei Black Sabbath, tratto dal disco Born Again (1983).[3]

"Paradise City" è anche stata riferita a Los Angeles e alla sua politica corrotta, al tempo in cui la traccia fu composta.

Il video[modifica | modifica sorgente]

Il video musicale del brano fu per metà filmato al Giants Stadium di New Jersey mentre i Guns N' Roses erano in tour con gli Aerosmith e per la restante parte al Monsters of Rock di Donington Park.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La canzone è la sigla del videogioco automobilistico Burnout Paradise uscito nel 2008 ambientato in una città di fantasia chiamata appunto Paradise City.
  • Fino al 2002 è stata utilizzata come sigla di apertura e chiusura degli anticipi e dei posticipi del Campionato di Serie A trasmessi dalla pay-tv Tele+.
  • In uno dei concerti durante la registrazione del video, Axl Rose ha interrotto le riprese per calmare l'euforia del pubblico numerose volte, come raccontato nella biografia di Slash. Infine ci sono stati alcuni feriti.
  • Ultimamente è stata utilizzata come intro della presentazione dei calendari di serie A e serie B 2009/2010 da Rai Sport.
  • La canzone è stata rivisitata dalla cantante Fergie insieme ai Cypress Hill nell'album "Slash" del chitarrista Slash. L'album è stato pubblicato in Italia il 13 aprile 2010.
  • La canzone inoltre è stata suonata più di 300 volte tra tournée e concerti.
  • La canzone è stata usata per il film Rock of Ages
  • I primi 20 secondi sono stati utilizzati nell'episodio "L'eclissi" di Squadra Speciale Cobra 11. (minuto 34.15 ca.)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Certificazione Regno Unito. URL consultato il 16 agosto 2013.
  2. ^ Slash, di Slash (Saul Hudson) ed Anthony Bozza, pg. 131
  3. ^ Martin Popoff, The Top 500 Heavy Metal Songs of All Time, Ecw Press, 2002, p.135

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]