Nycticeius humeralis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Nycticeius humeralis
Nycticeius humeralis Evening bat.JPG
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Vespertilioninae
Tribù Nycticeiini
Genere Nycticeius
Specie N.humeralis
Nomenclatura binomiale
Nycticeius humeralis
Rafinesque, 1818
Sinonimi

Vespertilio creeks, Nycticea crepuscularis

Nycticeius humeralis (Rafinesque, 1818) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi diffuso nell'America settentrionale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza totale tra 92 e 95 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 33 e 39 mm, la lunghezza della coda tra 35 e 42 mm, la lunghezza delle orecchie di 11 mm e un peso fino a 10 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è sparsa. Le parti dorsali sono marroni opache, con la base dei peli scura, mentre le parti ventrali sono più chiare. Il muso è scuro e largo, dovuto alla presenza di due masse ghiandolari sui lati. Le orecchie sono piccole, nerastre ed insolitamente spesse. Il trago è corto, curvato in avanti e arrotondato. Le membrane alari sono nerastre. La coda è lunga ed è inclusa completamente nell'ampio uropatagio. Il calcar è privo di carenatura. Il cariotipo è 2n=24 FNa=48.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si rifugia nelle cavità degli alberi, sotto le cortecce e talvolta in strutture fatte dall'uomo, dove può formare colonie di migliaia di individui. Talvolta può frequentare anche le grotte. Le popolazioni più settentrionali migrano più a sud all'inizio dell'inverno. Il suo volo è lento ma stabile. Vola più in alto verso sera e molto più in basso durante la notte.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di coleotteri, lepidotteri e ditteri.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Gli accoppiamenti avvengono in tarda estate e inizi di autunno. Lo sperma viene immagazzinato durante l'inverno, mentre l'ovulazione e la fertilizzazione avvengono in primavera. Le femmine danno alla luce 1-2 piccoli da metà maggio fino ai primi di luglio. Vengono svezzati dopo 6 settimane. I sessi si separano durante le nascite, quando si formano vivai da 6 a circa 950 esemplari. L'aspettativa di vita allo stato selvatico è mediamente di circa 2 anni, sebbene siano stati registrati casi fino a 5 anni.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa dal Nebraska saud-orientale allo stato messicano settentrionale di Veracruz a ovest, attraverso la regione dei Grandi Laghi e la Pennsylvania meridionale a nord fino alla Florida e gli stati del Golfo del Messico a sud.

Vive nelle foreste decidue fino a 300 metri di altitudine.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sono state riconosciute 3 sottospecie:

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la presenza in diverse aree protette, classifica N.humeralis come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Arroyo-Cabrales, J. & Ticul Alvarez Castaneda, S. 2008, Nycticeius humeralis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Nycticeius humeralis in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Merritt, 1987

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Larry C.Watkins, Nycticeius humeralis in Mammalian Species, nº 23, 1972.
  • Jospeh F.Merritt, Guide to the Mammals of Pennsylvania, University of Pittsburgh Press, 1987. ISBN 9780822953937
  • Ronald M. Novak, Walker's Mammals of the World, 6th edition, Johns Hopkins University Press, 1999. ISBN 9780801857898
  • Roland W.Kays & Don E.Wilson, Mammals of North America: (Second Edition), Princeton University Press, 2009. ISBN 9780691140926

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi