Nuovo Brunswick

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "New Brunswick" rimanda qui. Se stai cercando la città del New Jersey, vedi New Brunswick (New Jersey).
Nuovo Brunswick
provincia
(EN) New Brunswick
(FR) Nouveau-Brunswick
Nuovo Brunswick – Stemma Nuovo Brunswick – Bandiera
(dettagli)
Localizzazione
Stato Canada Canada
Amministrazione
Capoluogo Fredericton
Luogotenente Governatore Graydon Nicholas dal 30 settembre 1999
Primo ministro Shawn Graham (NBLA) dal 3 ottobre 2006
Lingue ufficiali Inglese, francese
Data di istituzione 1º luglio 1867
Territorio
Coordinate
del capoluogo
45°57′N 66°40′W / 45.95°N 66.666667°W45.95; -66.666667 (Nuovo Brunswick)Coordinate: 45°57′N 66°40′W / 45.95°N 66.666667°W45.95; -66.666667 (Nuovo Brunswick)
Superficie 72 908 km²
Abitanti 748 319[1] (2009)
Densità 10,26 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale E (prefisso)
NB (codice)
Fuso orario UTC-4
ISO 3166-2 CA-NB
PIL (nominale) 27 372 mln C$[2] (2008)
Rappresentanza parlamentare Camera: 10
Senato: 10
Motto (LA) Spem reduxit
Cartografia

Nuovo Brunswick – Localizzazione

Sito istituzionale
Simboli del Nuovo Brunswick
Uccello Cincia bigia americana
Albero Abete balsamico
Fiore Viola degli orti

Il Nuovo Brunswick (in inglese New Brunswick ed in francese Nouveau-Brunswick) è una delle province del Canada. La sua capitale è Fredericton. La sua popolazione, in lenta crescita, attualmente supera le 700.000 unità.

Fa parte del cosiddetto Canada francese, e assieme a Nuova Scozia e all'Isola del Principe Edoardo è una delle tre Province marittime.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

4000 a.C. – periodo pre-europeo[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione delle popolazioni indigene

L'uomo, giunto probabilmente nel Nord America attraversando il ponte di ghiaccio creatosi con l'Asia, popolò l'emisfero settentrionale del nuovo continente dando vita a numerose civiltà, tra cui i Sáqwéjíjk, che si insediarono nei territori che oggi sono il Nuovo Brunswick a partire dal 4000 a.C. circa.
I primi Sáqwéjíjk chiamavano se stessi con il nome di Mi'kmaq (Micmac), che significa “i miei amici-parenti”[3]. Il tumulo di Augustine testimonianza di questa fase fu costruito vicino a Metepnákiaq (Red Bank First Nation) nel 2500 a.C.

Le popolazioni indigene del Nuovo Brunswick comprendevano i Mi'kmaq (Micmac), Maliseet (Wolastoqiyik – "gente del fiume buono" il fiume Saint John) e Passamaquoddy (Panwapskewiyik). I Mi'kmaq erano situati maggiormente nella parte orientale della provincia. Il Maliseets si stanziarono lungo il Wolastoq (fiume Saint John) e la nazione Passamaquoddy nel sud-ovest, intorno a Passamaquoddy Bay.

Prime esplorazioni e epoca coloniale francese (1604-1759)[modifica | modifica wikitesto]

La prima esplorazione nota del Nuovo Brunswick risale al 1534 per opera dell'esploratore francese Jacques Cartier.
Il successivo contatto francese risale al 1604, quando il partito guidato da Pierre Dugua de Mons e Samuel de Champlain istituì un campo invenale a St.Croix Island tra il Maine e il New Brunswick. La colonia fu trasferita l'anno seguente lungo la Baia di Fundy a Port Royal. Nel corso dei 150 anni seguenti, altri insediamenti francesi vennero fondati lungo il fiume Saint John, nell'alta Baia di Fundy e, infine, a Saint-Pierre (il sito dell'odierna Bathurst). L'intera regione marittima (così come parte del Maine) venne proclamata parte della colonia francese dell'Acadia.

Una delle disposizioni del Trattato di Utrecht del 1713 fu la cessione della penisola della Nuova Scozia agli inglesi. La maggior parte della popolazione dell'Acadia si ritrovò così sotto la corona britannica. Il resto della Acadia (compresa la regione del New Brunswick) rimaneva scarsamente popolata e difesa, e per proteggere i propri interessi territoriali (quello che rimaneva della colonia dell'Acadia), la Francia nel 1750 fece costruire due forti (Fort Beausejour e Fort Gaspareaux) lungo la frontiera con la Nuova Scozia su ciascuna estremità dell'Istmo di Chignecto.

Un grande fortificazione francese (Fortress Louisbourg) fu costruita sull'Ile Royale, ma la funzione di questo fortilizio fu soprattutto la difesa della colonia del Canada, non tanto dell'Acadia.

Acadia (1754)

Con la Guerra dei Sette Anni (1756-63), l'Inghilterra estese il suo controllo fino ad includere tutto il New Brunswick. Fort Beausejour (vicino a Sackville) fu catturato dalle forze britanniche comandate da Lt. Col. Robert Monckton nel 1755. Alcuni degli Acadiani della regione di Petitcodiac e Memramcook scappato e sotto la guida di Joseph Broussard continuarono a condurre azioni di guerriglia contro le forze britanniche per un paio di anni ancora.

Altre azioni militari lungo il fiume Saint John si combatterono tra il 1758 e 1759. Fort Anne (Fredericton) cadde nel corso delle campagne del 1759 e in seguito a questo, l'odierno New Brunswick passò interamente sotto il controllo britannico.

L'epoca coloniale britannica (1759-1867)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la Guerra dei Sette Anni la maggior parte del New Brunswick e del Maine vennero annessi come Contea di Sunbury nella colonia della Nuova Scozia. La relativa distanza del New Brunswick dalla costa atlantica ostacolarono però gli insediamenti durante il periodo post-bellico, anche se con alcune eccezioni (l'arrivo della Pennsylvania dei coloni olandesi nel 1766).

Una significativa crescita della popolazione non si verificò nella regione fino a quando la Gran Bretagna non convinse i profughi lealisti provenienti dagli Stati Uniti ad insediarsi nella zona in seguito alla guerra d'indipendenza americana. Con l'arrivo di questi profughi lealisti a Parrtown (Saint John) nel 1783, la necessità di organizzare politicamente il territorio divenne urgente e sentita anche dalle nuove popolazioni. L'amministrazione coloniale britannica con sede nella lontana Halifax ritenne che le regioni a ovest dell'Istmo di Chignecto erano troppo remote per consentirne un efficace governo. Come risultato, la colonia del New Brunswick fu creata da Sir Thomas Carleton il 16 agosto 1784.
La nuova provincia prese il nome dal duca di Brunswick, figlio di re Giorgio III d'Inghilterra. Fredericton fu similarmente dedicata al principe di Galles, che morì prima di diventare Re.

Tra la fine del XVII e l'inizio del XIX secolo, alcuni deportati Acadiani ritornarono dalla Nuova Scozia nei territori della vecchia "Acadia", dove si stabilirono soprattutto lungo la costa orientale e settentrionale della nuova colonia del New Brunswick. Qui vissero in un relativo (e in molti modi auto-imposto) isolamento.

Altri immigrazione giunsero nel New Brunswick nella prima metà del XIX secolo provenienti da Inghilterra, Scozia e Irlanda, spesso dopo aver attraversato o aver vissuto a Terranova. Un grande afflusso di coloni arrivò nel New Brunswick dopo il 1845 dall'Irlanda a seguito della carestia (della coltivazione delle patate) che colpì l'isola. Molte di queste persone si stabilirono a Saint John e Chatham.

La frontiera nord-ovest tra Maine e New Brunswick non era stata chiaramente definita dal Trattato di Parigi (1783), che aveva concluso la guerra rivoluzionaria. Entro la fine del 1830, la crescita demografica e gli interessi legati allo sfruttamento del legname imposero la necessità di una precisa delimitazione politica. Nell'inverno del 1838-39, la situazione rapidamente deteriorò, e sia il Maine che il New Brunswick fecero scendere in campo le loro rispettive milizie. La guerra di "Aroostook " fu comunque incruenta, e il confine fu tracciato dal Trattato di Webster-Ashburton nel 1842.

Per tutto il XIX secolo la cantieristica navale, sia sulla Baia di Fundy che sul fiume Miramichi, fu l'industria dominante nel New Brunswick. Risorsa su cui si basò l'economia fu anche l'agricoltura.

Il New Brunswick nel Canada (1867-oggi)[modifica | modifica wikitesto]

Il New Brunswick è stata una delle quattro province ad entrare nella Confederazione canadese il 1º luglio 1867.
Sul finire del XIX secolo la situazione economica segna il passo nel New Brunswick con il declino della cantieristica navale in legno. Lavoratori qualificati furono così costretti a trasferirsi in altre parti del Canada se non negli Stati Uniti in cerca di un lavoro.
Con l'inizio del XX secolo le cose migliorano e l'economia provinciale inizia ad espandersi nuovamente. Il settore manifatturiero acquisita importanza con le costruzione di numerosi opifici nel campo tessile e nel cruciale settore forestale con nuove segherie che aprono in parecchie regioni dell'entroterra dando rilevanza al comparto della carta e della cellulosa. L'industria ferroviaria nel frattempo si sviluppa nella regione di Moncton. Tuttavia la disoccupazione rimane alta in tutta la provincia e la Grande depressione porterà un'altra battuta d'arresto. Due influenti famiglie, la Irvings e la McCains, emergono dal periodo della depressione e iniziano a modernizzare e integrare verticalmente l'economia provinciale, in particolare nel vitale settore forestale, della trasformazione alimentare e dell'energia.

Gli Acadiani nel nord del New Brunswick rimasero a lungo isolati geograficamente e linguisticamente dai più numerosi anglofoni del sud della provincia. I servizi governativi spesso non erano forniti in lingua francese, e le infrastrutture nelle aree prevalentemente francofone rimasero notevolmente meno sviluppate che nel restante New Brunswick. Questa situazione però cambiò con l'elezione del premier Robichaud Louis nel 1960 che intraprese l'ambizioso piano delle “pari opportunità” (nei campi dell'istruzione, della manutenzione delle strade rurali, l'assistenza sanitaria). I consigli di contea vennero aboliti, e le zone rurali passarono sotto la giurisdizione dalla provincia. Con l'Official Languages Act del 1969 il francese diviene lingua ufficiale.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il Nuovo Brunswick

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il Nuovo Brunswick è situato sulla costa orientale del Canada. Confina a nord con la Penisola Gaspé o de la Gaspésie (Québec) e la Baia dei Calori e ad est con il Golfo di San Lorenzo e lo Stretto di Northumberland. A sud, è bagnato dalla Baia di Fundy, ma una stretta penisola lo collega alla Nuova Scozia; a ovest confina con gli Stati Uniti d'America (più precisamente con lo stato del Maine). Il Nuovo Brunswick è posto ai limiti settentrionali dei Monti Appalachi, una catena di antiche montagne erose. Il territorio consiste principalmente di vallate fluviali e colline. Le Caledonia Highlands e le St Croix Highlands si estendono lungo la regione costiera della Baia di Fundy, e raggiungendo un'altezze di circa 300 metri. Nella parte nord-occidentale della provincia si trovano le Miramichi Highlands, così come le Chaleur Uplands e le Montagne di Notre Dame che trovano la loro cima più alta con il Monte Carleton a 820 metri.

Il New Brunswick si differenzia dalle altre province marittime del Canada (le altre sono Nuova Scozia e Isola del Principe Edoardo) sia da un punto di vista fisico che climatico. Le vicine province di Nuova Scozia e Isola del Principe Edoardo sono completamente o quasi circondata da acque oceaniche e il loro clima ne è fortemente influenzato, così come l'economia e la cultura. Il New Brunswick, d'altra parte, pur possedendo una notevole linea di costa, è al riparo dagli effetti diretti dell'Oceano Atlantico soprattutto spingendosi verso l'entroterra. Il clima, pertanto, tende ad essere più a carattere continentale che marittimo. E così il tipo di insediamento e il modello economico a differenza delle vicine province marittime, è basato più sul suo sistema fluviale interno che sul suo mare. I principali sistemi fluviali della provincia includono il fiume St Croix, Saint John, Kennebecasis, Petitcodiac, Miramichi, Nepisiguit e il fiume Restigouche.
La superficie provinciale, acque interne comprese, è di 72.908 km², di cui oltre l'80% è coperta da boschi e foreste. I terreni agricoli si trovano in gran parte nell'alta valle del fiume Saint John, e in minore quantità nel sud-est della provincia, soprattutto nelle valli fluviali del Kennebecasis e Petitcodiac.
I tre principali centri urbani si trovano tutti nella parte meridionale della provincia.

Le popolazioni indigene del Nuovo Brunswick comprendono i Mi'kmaq (Micmac), i Malecite e i Passamaquoddy.

Geografia antropica – Le suddivisioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Contee del Nuovo Brunswick.
Mappa stradale del Nuovo Brunswick

Bisogna notare che prima del 1966, le contee del New Brunswick non avevano altra funzione che quella di giurisdizione giudiziaria e di indicazione geografica. Compaiono ancora sulla maggior parte delle carte geografiche. Prima dell'Equal Opportunity del 1966, le contee rappresentavano il vertice del complicato sistema amministrativo del New Brunswick, che si articolava su tre livelli. Ogni contea era suddivisa in parrocchie (parishes), e alcune parrocchie erano ulteriormente divise in municipalità. Tutte le municipalità facevano capo alla propria parrocchia e quindi alla propria contea, ad eccezione della Città di Saint John. Saint John faceva capo direttamente alla Contea di St. John.

Città[modifica | modifica wikitesto]

Le otto principali città del Nuovo Brunswick, elencate in ordine decrescente di popolazione, sono:

Moncton (64.128 abitanti,126.424 nell'area metropolitana) è l'area urbana che sta crescendo più velocemente nella provincia e tra le prime dieci a livello federale. La sua economia è basata principalmente sui trasporti, il commercio e i servizi. La popolazione di Moncton è per circa il 62% anglofona e per il 38% francofona e la città ha ospitato nel 1999 l'ottavo summit dell'Organizzazione della Francofonia.

Saint John (68.043 abitanti,122.389 nell'area metropolitana) è una città portuale, basata sull'industria pesante, principalmente carta, raffinerie e bacini di carenaggio. Saint John, viene sempre scritto per esteso, in modo da distinguere la città da St. John's, capitale di Terranova e Labrador, con la quale viene comunemente confusa.

Fredericton, oltre ad essere la capitale della provincia, è una città universitaria, sede della Lord Beaverbrook Art Gallery, del Theatre New Brunswick, e di altri luoghi d'interesse, compresa la Christ Church Cathedral, che è la più antica cattedrale del Canada e degli Stati Uniti.

Altre suddivisioni[modifica | modifica wikitesto]

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

Lingue[modifica | modifica wikitesto]

Il Nuovo Brunswick è l'unica provincia ufficialmente bilingue del Canada. La popolazione è per il 64,7% di lingua inglese e per il 32,9% di lingua francese: i francofoni del Nuovo Brunswick prendono il nome di "Acadiani", da Acadia, il nome che aveva la regione durante il periodo coloniale francese, quando ci fu una forte migrazione proveniente dalla zona della Vienne. Il governo provinciale partecipa in qualità di membro sottonazionale all'Organizzazione Internazionale della Francofonia.

Religioni[modifica | modifica wikitesto]

(Dati relativi al censimento 2001)

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia del Nuovo Brunswick è composta principalmente dal terziario, dominato dai servizi finanziari, assicurazioni e altri servizi, ma è meglio conosciuta per la silvicoltura, l'industria mineraria, l'agricoltura e la pesca. La principale coltivazione è quella delle patate, mentre la pesca si rivolge principalmente alle aragoste.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Il Nuovo Brunswick conta quattro università pubbliche, di cui tre anglofone (la University of New Brunswick, fondata come King's College nel 1785, la St.Thomas University, una delle più antiche istituzioni accademiche del Nord America, e la Mount Allison University) e una francofona (l'Université de Moncton).

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Canada's population estimates: Table 2 Quarterly demographic estimates, Statistics Canada, 26 marzo 2009. URL consultato il 2 giugno 2010.
  2. ^ (EN) Gross domestic product, expenditure-based, by province and territory, Statistics Canada, 10 novembre 2009. URL consultato il 2 giugno 2010.
  3. ^ Nova Scotia Museum, Spelling Of Mi'kmaq, 1997. URL consultato il 13 aprile 2007.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • William H Benedict. New Brunswick in history (2001)
  • Tim Frink. New Brunswick: A short history (1997)
  • James Hannay, History of New Brunswick, (St. John, 1909)
  • William Kingsford, History of Canada, (London, 1887-98)
  • M. H. Perley, On the Early History of New Brunswick, (St. John, 1891)
  • William Menzies Whitelaw; The Maritimes and Canada before Confederation Oxford University Press, 1934

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Canada Portale Canada: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Canada