Music of the Sun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Music of the Sun
Artista Rihanna
Tipo album Studio
Pubblicazione 26 agosto 2005
Durata 52 min : 18 s
Dischi 1
Tracce 13
Genere Dance pop[1]
Pop[1]
Contemporary R&B[1]
Electronic dance music[1]
Etichetta Def Jam
Produttore Evan Rogers, Carl Sturken, Poke & Tone, Stargate, Jonathan Rotem, The Conglomerate
Registrazione 2005
Certificazioni
Dischi d'oro Francia Francia[2]
(Vendite: 50.000+)
Germania Germania[3]
(Vendite: 100.000+)
Giappone Giappone[4]
(Vendite: 100.000+)
Italia Italia[5]
(Vendite: 30.000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[6]
(Vendite: 7.500+)
Regno Unito Regno Unito[7]
(Vendite: 100.000+)
Stati Uniti Stati Uniti[8]
(Vendite: 500.000+)
Svizzera Svizzera[9]
(Vendite: 15.000+)
Dischi di platino Canada Canada[10]
(Vendite: 80.000+)
Rihanna - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2006)
Singoli
  1. Pon de Replay
    Pubblicato: 24 marzo 2005
  2. If It's Lovin' that You Want
    Pubblicato: 2 dicembre 2005

Music of the Sun è il primo album della cantante pop barbadiana Rihanna, pubblicato il 29 agosto 2005. Rihanna ha lavorato con diversi produttori per l'album, soprattutto con Carl Sturken e Evan Rogers, che ha prodotto e scritto la maggior parte delle tracce dell'album. È dotato di contributi da parte di Kardinal Offishall, Elephant Man, J-Status e Vybz Kartel. È principalmente un album R&B e Reggae. Music of the Sun incorpora elementi musicali di dance-pop e musica caraibica, generi quali dancehall e reggae-pop. Music of the Sun ha ricevuto recensioni generalmente critiche positive. L'album ha venduto oltre due milioni di copie in tutto il mondo.[11]

Sfondo[modifica | modifica sorgente]

Dopo la firma con Def Jam Recordings nel febbraio 2005[12],ha iniziato a lavorare sul suo album di debutto con diversi produttori tra cui Evan Rogers, Carl Sturken, Stargate e Poke & Tone.[13] Anche se, l'album è stato prodotto in primo luogo da Carl Sturken e Evan Rogers, che aveva già lavorato con il suo demo. L'album completo in tre mesi, da febbraio 2005 a maggio 2005. L'album contiene dodici brani e un remix di Pon de Replay di Elephant Man.

Stili[modifica | modifica sorgente]

Music of the Sun è stata musicalmente ispirato dalla varietà di musica caraibica generi, che include soca, dancehall e reggae, nonostante l'album comprende alcuni generi americani, usando una miscela di dance-pop e R&B contemporaneo.[14] I brani dell'album sono nella prima parte dell'album che contiene un sound reggae.[14] La seconda metà di tutto l'album inizia con canzoni dancehallup-tempo, però, in chiusura dell'album troviamo delle vere e proprie ballate.[14] Pon de Replay è la traccia di apertura dell'album. È stato scelto come primo singolo estratto. L'album inizia con una partenza con canzoni reggae come Here I Go Again, If It's Lovin' That You Want e You Don't Love Me (No, No, No).[14] Nella canzone Here I Go Again, la seconda traccia, Rihanna canta del essersi innamorata di un ragazzo. Come terza traccia dell'album troviamo il secondo singolo, If It's Lovin' That You Want, che non ha avuto il successo sperato. In seguito la quarta traccia dell'album, You Don't Love Me (No, No, No), contiene un R&B contemporaneo come la quinta e la sesta traccia That La, La, La, The Last Time. Willing To Wait è stata definita dalla critica una canzone sentita e profonda.[15] La canzone dallo stesso titolo dell' album Music Of The Sun è il punto focale dell'album. In questa canzone sentiamo una Rihanna profonda accompagnata dalla sola batteria e dalla chitarra.[16] L'album poi continua con il brano Let Me, scelto come singolo esclusivo per il Giappone, e Rush, dove viene introdotta una Rihanna dancehall. L'album si conclude con le ultime due canzoni lente, There's A Thug In My Life e la ballata-oriental Now I Know. Questa è una ballata molto lenta, stroncata dalla critica perché troppo matura per un' artista così giovane.[14]

Critiche[modifica | modifica sorgente]

Music of the Sun ha ricevuto critiche contrastanti da parte della stampa musicale. Kelefa Sanneh dal The New York Times ha affermato che il connubio di dancehall e pop dell'album si è risolto in "una delle più grandi e irresistibili colonne sonore da discoteca dell'estate" ma ha dichiarato che Rihanna sembra "in difficoltà" senza una sonorità su cui cantare.[17] Barry Walters dal Rolling Stone ha affermato che l'album scarseggia del valore del riascolto, di ingenuità e del ritmo del singolo con "gorgheggi vocali generici e artifici" della musica R&B americana che abbraccia la sua "malia caraibica".[18] Evan Serpick da Entertainment Weekly ha dichiarato che "la voce vibrante di Rihanna solleva brani come That La La La e Let Me ma questo mite debutto dancehall/R&B è nutrito con una produzione senza gusto e arrangiamenti sdolcinati che intralciano Music of the Sun".[19] Robert Christgau dal The Village Voice ha definito l'album una "miccia",[20] che rappresenta "un brutto disco le cui particolarità raramente interessano altre analisi".[21]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Il primo singolo estratto è stato Pon de Replay, pubblicato il 22 agosto 2005. La canzone fu un successo commerciale, piazzandosi al numero due della Billboard Hot 100 e Pop 100. Per promuovere l'album, Rihanna si è esibita agli MTV Video Music Awards del 2005, due giorni prima che l'album venisse pubblicato.[22] Il secondo singolo estratto fu, If It's Lovin' That You Want, pubblicato il 28 novembre 2005, piazzatosi al numero trentasei della Billboard Hot 100. Questo singolo non ebbe il gran successo sperato, ma andò a ruba in Finlandia dove ha raggiunto la prima posizione. Let Me sarebbe dovuto essere il terzo singolo internazionale, mentre è stato pubblicato esclusivamente in Giappone, dove ha raggiunto la posizione numero 8 nelle classifiche.[23]

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Edizione standard
  1. Pon de Replay – 4:07 (Alisha Brooks, Vada Nobles, Evan Rogers, Carl Sturken)
  2. Here I Go Again (feat. J-Status) – 4:11 (Evan Rogers, Carl Sturken, J-Status, Robyn Fenty)
  3. If It's Lovin' That You Want – 3:28 (Jean Claude Oliver, Samuel Barnes, Alaxsander Mosely, Scott Larock, Lawrence Parker, Makeba Riddick)
  4. You Don't Love Me (No, No, No) (feat. Vybz Kartel) – 4:20 (Dawn Penn, Ellas McDaniel, Willie Cobbs)
  5. That La, La, La – 5:14 (Full Force, Dernst Emile)
  6. The Last Time – 4:53 (Evan Rogers, Carl Sturken)
  7. Willing to Wait – 4:38 (Evan Rogers, Carl Sturken, Nathan Watts, Henry Redd, Cotton Greene, June Deniece Williams, Robyn Fenty)
  8. Music of the Sun – 3:56 (Diane Warren, Evan Rogers, Carl Sturken, Robyn Fenty)
  9. Let Me – 3:56 (Evan Rogers, Carl Sturken)
  10. Rush (feat. Kardinal Offishall) – 3:09 (Evan Rogers, Carl Sturken)
  11. There's a Thug in My Life (feat. J-Status) – 3:21 (E. Jordan, Evan Rogers, Carl Sturken)
  12. Now I Know – 5:02 (Evan Rogers, Carl Sturken, Robyn Fenty)
Bonus track internazionali
  1. Pon de Replay (Remix) (feat. Elephant Man) – 3:37 (Alisha Brooks, Vada Nobles, Evan Rogers, Carl Sturken)
Bonus track per il Regno Unito
  1. Should I? (feat. J-Status) – 3:06
Bonus track per il Giappone
  1. Should I? (feat. J-Status) – 3:06 (Evan Rogers, Carl Sturken, J-Status)
  2. Hypnotized – 4:15 (Evan Rogers, Carl Sturken, Robyn Fenty)

Successo commerciale[modifica | modifica sorgente]

Music of the Sun ha debuttato alla decima posizione della Billboard 200 e alla seconda della Billboard Top R&B / Hip Hop Album, vendendo 69.000 copie nella prima settimana.[24] Al 23 luglio 2010 l'album ha venduto 593.000 copie negli Stati Uniti.[25] È l'unico album della cantante a non essere certificato Disco di Platino negli Stati Uniti. In Canada, l'album ha avuto un buon successo debuttando alla posizione numero sette. Tuttavia l'album a livello internazionale ha avuto un discreto successo arrivando nella Top 10 di svariati paesi. In Italia si è fermato alla posizione numero ventidue, ma ha raggiunto la Certificazione di Disco d'Oro grazie alle oltre 30.000 copie vendute.

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica (2005) Posizione
massima
Australia 18
Austria[26] 45
Canada 7
Francia[26] 93
Germania 31
Giappone 14
Irlanda 12
Italia 22
Nuova Zelanda[26] 26
Paesi Bassi[26] 98
Regno Unito[27] 35
Svizzera[26] 38
U.S. Billboard 200 10

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Music of the Sun in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ DISQUES D'OR 2009 TRI.xls
  3. ^ www.riaa.com
  4. ^ 一般社団法人 日本レコード協会|各種統計
  5. ^ Rihanna announces second O2 date
  6. ^ http://www.radioscope.net.nz/index.php?option=com_content&task=view&id=79&Itemid=61
  7. ^ http://www.bpi.co.uk/certifiedawards/search.aspx
  8. ^ RIAA - Recording Industry Association of America
  9. ^ http://www.zpav.pl/plyty.asp?page=zlote&lang=pl
  10. ^ Canadian Recording Industry Association (CRIA): Gold & Platinum - May 2004
  11. ^ Interview With Evan Rogers (Who Discovered Rihanna & Shontelle) | Kurama Magazine
  12. ^ ARTISTdirect's Exclusive Interview With Rihanna! - ARTISTdirect News
  13. ^ MTV.com - News - You Hear It First
  14. ^ a b c d e Music of the Sun - Rihanna | AllMusic
  15. ^ charts.org.nz - Discography Rihanna
  16. ^ http://www.billboard.com/#/news/mariah-matches-hot-100-milestone-1001053107.story
  17. ^ Kelefa Sanneh, Critics Choice: new CDs in The New York Times, Arthur Ochs Sulzberger, Jr., 5 settembre 2005. URL consultato il 13 dicembre 2011.
  18. ^ Barry Walters, Rihanna – 'Music of the Sun' in Rolling Stone, Jann Wenner. URL consultato il 13 dicembre 2011.
  19. ^ Evan Serpick, Review: 'Music of the Sun' in Entertainment Weekly, Time, 26 agosto 2005. URL consultato il 28 novembre 2009.
    «dancehall/R&B debut».
  20. ^ Robert Christgau, Consumer Guide: Forever Young in The Village Voice (New York), 14 febbraio 2006. URL consultato il 17 febbraio 2013.
  21. ^ Robert Christgau, Key to Icons, Robert Christgau, 2000. URL consultato il 17 febbraio 2013.
  22. ^ Silver Chips Online : Rihanna performs at free concert in City Place Mall
  23. ^ For you my cupcake - Entertainment - DNA
  24. ^ West 'Registers' No. 1 Album Debut | Billboard.com
  25. ^ http://www.billboard.com/#/column/chartbeat/ask-billboard-rating-rihanna-1004105967.story?tag=hpfeed
  26. ^ a b c d e Music of the Sun su hitparade.ch. URL consultato il 31 dicembre 2009.
  27. ^ Music of the Sun dal sito chartstats.com. URL consultato il 31 dicembre 2009.
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica