Mr. Mister

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mr. Mister
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Album-oriented rock
Pop rock
Periodo di attività 1982-1989
Etichetta RCA Records
Album pubblicati 4
Studio 4

Mr. Mister è stato un famoso gruppo musicale AOR statunitense nato nel 1982 a Los Angeles, California[1]. Il nome del gruppo proviene da un gioco di parole su un brano dei Weather Report chiamato Mr. Gone dove si riferiscono agli altri come "Mister Fister" o "Mister (inserire la parola qui)". I Mr. Mister potrebbero considerarsi come il suono sofisticato e melodico degli anni '80. Il gruppo era formato da Richard Page voce e basso, Steve George alle tastiere, Pat Mastelotto alla batteria acustica ed elettronica e Steve Farris alla chitarra.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Richard Page, nasce soprattutto come "session man" lavorando per molti artisti famosi (es. Quincy Jones) e componendo per Michael Jackson, Donna Summer, Kenny Loggins e molti altri. Verso la fine degli anni '70 insieme al suo amico d'infanzia Steve George fonda la band Pages (canzone più importante: I Do Believe in You) a Phoenix, Arizona, dalla quale nasceranno i Mr. Mister nel 1982.

Quando nel 1984 venne pubblicato il primo album dei Mr Mister, I Wear the Face, a Page fu offerta la possibilità di rimpiazzare Bobby Kimball, cantante leader dei Toto, e più tardi di prendere il posto di Peter Cetera nei Chicago, ma lui rifiutò ambedue le offerte. Il secondo album, Welcome to the Real World pubblicato nel 1985, è considerato il capolavoro della band statunitense con tre brani piazzati nella top 10 statunitense (Broken Wings, Kyrie e Is It Love) dei quali due alla prima posizione. Brano di punta dell'album è Broken Wings, canzone molto romantica e melodica. Il riff iniziale del basso di Page introduce i suoni "elettro-atmosferici" delle tastiere di George, su questa base inizia la notevole performance canora dello stesso Page, mentre in sottofondo giunge in lontananza la chitarra di Farris e Mastellotto alla batteria accompagna delicatamente il tutto (notevole anche il videoclip della canzone). Essa comparirà nella colonna sonora di GTA: Vice City.

Il successivo album Go on... segue il successo del precedente ottenendo la seconda nomination ai Grammy, ma a seguito di una mancanza di comuni intenti con la loro casa discografica la band sente di non essere più sufficientemente supportata nel suo progetto, ed è in questo periodo che Steve Farris, il chitarrista, lascia la band a causa delle diverse visioni artistiche. Page, George e Mastelotto portano comunque avanti il loro quarto progetto, Pull, con l’ausilio di diversi chitarristi di fama in sostituzione di Farris, ma una volta concluso il lavoro, nel 1989 i contrasti con la RCA sono così forti che la casa discografica decide di non pubblicare l’album. La Band così si scioglie.

20 anni dopo, nel dicembre 2010, Pull viene finalmente alla luce grazie alla Little Dume Recordings che rimasterizza e pubblica questo lavoro. Per l’occasione i tre si ritrovano e non sono esclusi progetti futuri.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Steve Huey, Biografia, Allmusic. URL consultato il 10 gennaio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]