Bobby Kimball

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bobby Kimball

Robert Troy Kimball detto Bobby (Orange, 29 marzo 1947) è un cantante statunitense, è noto per essere stato il cantante del gruppo rock Toto.

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Bobby Kimball è nato ad Orange in Texas. Ha iniziato a cantare sin da bambino e oltre a cantare sapeva anche suonare il pianoforte. Ha iniziato la sua lunga carriera nel 1976 quando fu ingaggiato dagli S.S.Fools. Con gli S.S.Fools incise solo un disco che come titolo aveva il nome della band. Durante il tour dello stesso anno però gli S.S.Fools si sciolsero.

Bobby e i Toto[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1976 andò ad un provino per diventare cantante di una band di Los Angeles: i Toto. Al provino cantò una canzone scritta da lui You Are the Flower, canzone che fu poi inserita nel primo cd dei Toto. Bobby diventò così il nuovo e primo cantante solista dei Toto. Con la band incise i primi quattro album, ovvero l'omonimo Toto, Hydra, Turn Back e Toto IV. Prese parte anche alle prime registrazioni del quinto album della band Isolation, ma successivamente lasciò il gruppo per contrasti insorti con gli altri membri del gruppo e per problemi di droga. Al suo posto arrivò il cantante Fergie Frederiksen. Nel 1990 è tornato per un piccolo periodo nella band, durante questo periodo incise insieme alla band il brano Goin' Home che rimase inedito fino al 1997, quando la band pubblicò un album di inediti chiamato Toto XX, l'album contiene alcune tracce registrate durante i vari periodi della band. Nel 1998 la band organizzò un tour di reunion che comprendeva gli ex membri quali Steve Porcaro, Joseph Williams e Bobby, che dopo il tour si riunì ai Toto come cantante principale. Incise così dopo 15 anni di assenza l'album Mindfields dal quale fu creato il successivo album dal vivo Livefields. Nel 2000 ha pubblicato il suo terzo album solista All I Ever Needed dal quale fu estratto il singolo Kristine. Con i Toto ha inciso ancora nel 2002 un album di cover di vari artisti Through the Looking Glass e l'album del 2006 Falling in Between. Nel giugno del 2008 i Toto hanno annunciato il loro scioglimento.

Dopo i Toto[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver lasciato i Toto, Bobby si trasferì in Germania per avviare la sua carriera solista con il produttore Frank Farian e prestando la sua voce al progetto di quest'ultimo, una band composta tra gli altri da molti nomi famosi del mondo musicale e denominata Far Corporation, lavorando inoltre anche come background vocalist per altri artisti. Nel 1990 per un breve periodo tornò a far parte dei Toto, con loro incise la famosa canzone Goin' Home che sarà poi inserita nell'album di inediti del 1997 Toto XX. La casa discografica però spinse la band a lavorare con un altro cantante e Bobby venne quindi sostituito da Jean-Michel Byron, un cantante sudafricano che con i Toto incise solo i brani inediti del greatest hits Past to Present 1977-1990. Byron però non fu considerato nello "stile" dei Toto e fu così licenziato. Nello stesso anno Bobby incise il suo primo album solista Classic Toto Hits. In questo disco Bobby cantava vari brani tratti dai primi quattro dischi dei Toto. Nel 1994 Kimball incise un altro album solista, il più noto Rise Up. Da questo album venne estratto il singolo Woodstock. Nel 1997 è apparso in duetto sull'album solista dell'altro ex cantante Joseph Williams "3", cantando con Williams e l'altro cantante dei Toto, Fergie Frederiksen, sul brano Goin' Home (che apparve per la prima volta proprio sul disco di Williams, prima ancora della versione pubblicata dai Toto su "XX").

Anni Recenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 Bobby ha pubblicato l'album Back In Spades, che non è altro che una versione rivisitata del precedente All I Ever Needed, con alcune tracce in più, tra cui la bellissima titletrack. Bobby continua a suonare e cantare dal vivo con apparizioni e concerti in tutto il mondo. Tra le apparizioni di maggior rilievo, nel gennaio 2010, Kimball ha fatto 14 concerti in Germania: un tour chiamato Rock Meets Classic con la The Prague Symphony Orchestra, con Philipp Maier come direttore d'orchestra e arrangiatore musicale. Al tour hanno partecipato anche altre voci importanti come Lou Gramm, cantante della line-up originale dei Foreigner, e Dan McCafferty, dei Nazareth.

Il 16 maggio 2010 Bobby Kimball è stato inserito nella Music Hall of Fame della Louisiana.

Durante il 2010 Kimball ha registrato un album con il cantante dei Survivor Jimi Jamison. Il disco, pubblicato dalla Frontiers Records, è uscito nell'autunno del 2011 con il nome di Kimball Jamison. La pubblicazione del disco è stata anticipata dal singolo Can't Wait For Love.

Nel settembre 2011 Bobby ha dichiarato di aver quasi terminato il lavoro su un suo disco solista a cui lavora da otto anni. Il cantante ha anche aggiunto che in alcune parti il disco sembra "qualcosa come Toto IV, ma in versione Funky". Nel 2013, parallelamente ai Toto, ha iniziato il suo tour per i trentacinque anni dall'uscita del singolo Hold the Line. La formazione della sua band è formata da Tommy Denander alla chitarra solista, Sayit Dölen alla chitarra ritmica, Ken Sandin al basso, P-O Nilsson alla tastiera e Pontus Engborg alla batteria.

Il 18 Maggio 2014 ritira a Genova presso il FIM, la Fiera Internazionale della Musica, il FIM Award 2014 – Legend of Rock – Best Voice assegnato da CAPAM, Commissione Artistica per la Promozione dell'Arte e della Musica e consegnato da Verdiano Vera, patron della manifestazione. Lo stesso giorno si esibisce cantando Rosanna, Africa e Hold the Line dinanzi a un folto pubblico che lo acclama.[1][2]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Come già menzionato Kimball ha collaborato con l'altro ex cantante dei Toto Joseph Williams sui suoi album I Am Alive (1996) e 3 (1997). Altre collaborazioni recenti includono quella con Maria Dangell, con cui ha inciso la canzone The Heaven of Milano; il tributo ai Pink Floyd, nell'album Pink Box: Songs of Pink Floyd, in cui sono presenti anche altri artisti del calibro di Adrian Belew, Alan White, Gary Green, Steve Morse e Steve Lukather, nell'album Bobby canta la canzone Have a Cigar. Ha partecipato inoltre anche all'album di tributo ai Journey Don't Stop Believin': A Tribute to Journey, in cui canta il brano Who's Crying Now, anche in questo caso è circondato da famosi artisti fra cui Eric Dover, Kip Winger, Kelly Hansen e Tommy Shaw.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con gli S.S.Fools[modifica | modifica wikitesto]

Con i Toto[modifica | modifica wikitesto]

Come solista[modifica | modifica wikitesto]

Con Jimi Jamison[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 63755907 LCCN: no2006009827

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock