Moonlighting

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moonlighting
Moonlight 1985.jpg
Titolo originale Moonlighting
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1985-1989
Formato serie TV
Genere commedia, giallo, romantico
Stagioni 5
Episodi 67
Durata 45 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio sonoro
Crediti
Ideatore Glenn Gordon Caron
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Fotografia Michael D. Margulies
Montaggio Artie Mandelberg
Musiche Lee Holdridge
Scenografia William Hiney
Costumi Robert Turturice
Produttore Glenn Gordon Caron, Jay Daniel
Produttore esecutivo Glenn Gordon Caron, Jay Daniel
Casa di produzione Picturemaker Productions, ABC Circle Films
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 3 marzo 1985
Al 14 maggio 1989
Rete televisiva ABC
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 1988
Al
Rete televisiva Rai 2
Premi
  • Golden Globe Award 1986: Migliore attrice di una serie commedia per Cybill Shepherd
  • Emmy Award 1987: Miglior attore per Bruce Willis
  • Emmy Award 1987 : Migliori costumi per l'episodio "Atomic Shakespeare" (3.07)
  • Emmy Awards 1987 : Migliori acconciature per l'episodio "Atomic Shakespeare" (3.07)
  • Golden Globe Award 1987 : Miglior attore di una serie commedia per Bruce Willis
  • Golden Globe Award 1987 : Migliore attrice di una serie commedia per Cybill Shepherd
  • Emmy Award 1989 : Migliore direzione artistica per l'episodio "A Womb with a View" (5.01)
« Gli orsi orseggiano e le api apeggiano »
(David Addison / Bruce Willis)

Moonlighting è una serie televisiva andata in onda per la prima volta negli Stati Uniti sull'ABC dal 1985 al 1989 per un totale di 67 episodi. In Italia è conosciuta anche come Moonlighting - Agenzia Blue Moon (titolo utilizzato per la messa in onda su Rete 4) e Agenzia Luna Blu.[1]

Lo show interpretato da Cybill Shepherd e da Bruce Willis, nel ruolo di investigatori privati, costituisce un tipico caso di drammedia ovvero una combinazione di elementi drammatici, commediali e romantici e nella originalità delle tecniche narrative può considerarsi il degno antesignano del più recente Ally McBeal.

Con il suo misto di giallo poliziesco e di commedia romantica, un linguaggio smaliziato e una coinvolgente alchimia tra i due protagonisti, Moonlighting ha rappresentato per gli americani della seconda parte degli anni ottanta, un vero fenomeno di costume, lanciando nello star system un attore oggi globale come Bruce Willis e sancendo una delle tante rinascite che costellano la vita della sofisticata e talentuosa Cybill Shepherd. In Italia invece, trasmesso nel preserale di Rai Due non ottenne il successo conseguito in patria.

Il tema della serie, cantato dal cantante jazz Al Jarreau, è stato uno dei più amati e apprezzati (anche nelle vendite) nella storia dei telefilm americani.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie ruota attorno ai casi oggetto di indagine da parte della Blue Moon Investigations e dei suoi due titolari Madelyn "Maddie" Hayes (Cybill Shepherd) e David Addison (Bruce Willis). La storia comincia con la rovina di Maddie Hayes, un'ex modella che scopre di essere in bancarotta dopo che il suo commercialista l'ha derubata di tutte le sue liquidità. Le è rimasta solo una serie d'investimenti fallimentari, uno dei quali è l'agenzia investigativa City of Angels, gestita dallo scapestrato David Addison. Tra il film pilota e il primo episodio della serie, Addison persuade Hayes a tenere l'agenzia e a gestirla insieme. L'agenzia viene ribattezzata "Agenzia Investigativa Blue Moon", poiché Hayes era molto popolare come testimonial dello shampoo Blue Moon. In diversi episodi, Maddie viene più facilmente riconosciuta come "la ragazza dello shampoo Blue Moon", piuttosto che per il suo nome.

Nella serie compare anche Allyce Beasley nel ruolo di Agnes DiPesto, la centralinista dell'agenzia, che risponde al telefono parlando in rima. Nelle ultime stagioni, Curtis Armstrong — noto per il ruolo di Caccola nel film La rivincita dei nerds — si è aggiunto al cast nel ruolo di Herbert Viola, un lavoratore interinale che vuole diventare investigatore della Blue Moon e conquistare il cuore di Agnes.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 7 1985 1987
Seconda stagione 18 1985-1986 1988
Terza stagione 15 1986-1987  ?
Quarta stagione 14 1987-1988  ?
Quinta stagione 13 1988-1989  ?

Rottura della quarta parete[modifica | modifica wikitesto]

Nella serie accade più volte che i protagonisti si rivolgano direttamente al pubblico, agli sceneggiatori, alla rete televisiva o parlino direttamente della serie, guardando in telecamera. Ad esempio, in un episodio delle prime stagioni (prima della relazione tra i due) Maddie dice a David che tra loro non può nascere un rapporto stabile, perché il network li passerebbe dal venerdì alla domenica. Anche prima della sigla di apertura si verificano frequentemente interventi di Bruce Willis e Cybill Shepherd ad introdurre l'episodio stesso, ma quel che caratterizza fortemente la serie è che - proprio durante lo svolgimento dell'azione - i due personaggi parlino di copione, network ecc.

Guest star[modifica | modifica wikitesto]

In aggiunta al cast principale, ci sono state delle Guest Stars in ruoli anche ricorrenti:

  • Orson Welles: Appare nell'introduzione al quarto episodio della seconda stagione "The Dream Sequence Always Rings Twice". Questa fu la sua ultima apparizione televisiva. L'episodio è stato trasmesso 5 giorni dopo la sua morte ed è dedicato alla sua memoria.
  • Tim Robbins: 1ª Stagione - episodio "Gunfight at the So-So Corral".
  • Charles Rocket recita nel ruolo di Richard Addison, fratello di David.
  • Paul Sorvino recita nel ruolo del padre di David e Richard Addison.
  • Eva Marie Saint e Robert Webber recitano nei ruoli di Virginia e Alexander Hayes, genitori di Maddie.
  • Imogene Coca appare in un solo episodio, nel ruolo di Clara DiPesto, madre di Agnes.
  • Mark Harmon: Stagione 3 - recita nel ruolo di Sam Crawford, rivale in amore di David.
  • Brooke Adams recita nella Stagione 4 nel ruolo di Terri Knowles.
  • Virginia Madsen recita, nella Stagione 5, nel ruolo di Annie Charnock, cugina di Maddie e "fiamma" di David per un breve periodo.
  • Dana Delany recita nel ruolo della ex fidanzata di David (Stagione 2 - episodio "Knowing Her").
  • R.H. Thomson recita nella Stagione 4 nel ruolo del dott. Steve Hill, ginecologo di Maddie, durante la sua gestazione.
  • Whoopi Goldberg e Judd Nelson recitano nell'episodio "Camille" - Stagione 2.
  • Timothy Leary recita nell'ultimo episodio della serie (Stagione 5 - spisodio "Lunar Eclipse").
  • Dan Lauria: Stagione 2 - Episodio "Portrait of Maddie."
  • Pierce Brosnan: Stagione 3 - episodio "The Straight Poop."
  • Peter Bogdanovich, che aveva diretto The Last Picture Show nel 1971 (con Cybill Shepherd), recita nell'episodio "The Straight Poop."
  • Rona Barrett ha un ruolo importante nell'episodio "The Straight Poop", in quanto media nella turbolenta relazione (professionale e personale) tra Maddie e David.
  • Donna Dixon (moglie di Dan Aykroyd): Stagione 3
  • Randall 'Tex' Cobb recita il ruolo di un "grande ragazzo in una Gas-Station" nella Stagione 3 - episodio "Sam & Dave".
  • Demi Moore, moglie di Bruce Willis, recita (Stagione 5 - episodio "When Girls Collide") nel ruolo di una donna con una magica attrazione nei confronti di David all'interno di un ascensore.
  • Nel prologo dell'episodio "Symphony In Knocked Flat" della Stagione 3 i The Temptations recitano nella parte di se stessi così come fa Don King più avanti, durante il medesimo episodio.

Cancellazione della serie[modifica | modifica wikitesto]

Alla cancellazione di Moonlighting si giunse in maniera graduale: Bruce Willis, fresco del successo di Die Hard, decise di puntare ad una carriera cinematografica, mentre Cybill Shepherd aveva da poco partorito due gemelli (in concomitanza con la fase della gravidanza di Maddie). Tutto era pronto per una cancellazione già dopo la stagione 1987/88 (la quarta), poi venne realizzata la quinta stagione, che però partì in ritardo (6 dicembre 1988). Si giunse alla pausa di febbraio quando mancano solo 6 episodi da mandare in onda: l'interruzione parte con l'episodio "I See England, I See France, I See Maddie's Netherworld" del 14 febbraio e Moonlighting torna in TV il 2 aprile con "Those Lips, Those Lies".

Il finale di serie è in linea con la tradizione di rottura degli schemi di Moonlighting. Nelle ultime sequenze di "Lunar Eclipse" vediamo David e Maddie che rientrano in agenzia dopo il matrimonio di Agnes e Herbert, trovando il set smantellato. A occuparsi delle operazioni c'è un agente del Network ABC, il quale gli spiega che la serie è stata cancellata. Allora i due si lanciano nell'ultima corsa frenetica della serie, questa volta all'interno degli Studios, alla ricerca di un produttore (Cy), che non può che confermargli la cancellazione di Moonlighting, spiegandogli anche quanto sia fragile il romanticismo in TV. Cy è interpretato da Walter Bishop, regista di quello stesso episodio e interprete del matrimonio-lampo di Maddie nel corso della serie.

Dopo una breve sequenza che ripercorre fotografie dei due protagonisti nel corso dei cinque anni assieme, giunge il fotogramma finale, che recita:

« Blue Moon Investigations ceased operations on May 14, 1989. The Anselmo Case was never solved… and remains a mystery to this day. »
(L'Agenzia Investigativa Blue Moon ha chiuso definitivamente il 14/05/1989. Il Caso Anselmo non è mai stato risolto... ed è rimasto un mistero fino ai giorni nostri.)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Moonlighting - MYmovies. URL consultato il 12 dicembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione