Michael Maier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michael Maier

Michael Maier (Rendsburg, 1568Magdeburgo, 1622) è stato un medico, alchimista e musicista tedesco, Consigliere di Rodolfo II d'Asburgo.

« Chi cerca di penetrare nel Roseto dei Filosofi senza la chiave, sembra un uomo che voglia camminare senza i piedi. »
(Michael Maier, Atalanta Fugiens, Oppenheim, De Bry, 1618, emblema XXVII ripreso anche da Umberto Eco, Il pendolo di Foucault [pagina 30 dell'edizione italiana], 1988)

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Rendsburg, Holstein, frequentò l'Università di Rostock, nel 1589 quella di Norimberga, dal 1589 al 1591 fu a Padova, nel 1592 all'Università di Francoforte ove conseguì la Laurea in Lettere; nel 1596 all'Università di Bologna e nel 1596 all'Università di Basilea, dove conseguì la Laurea in Medicina e Chimica. Tornò a Rostock per esercitare la professione medica. Nel 1609 divenne medico ordinario e consigliere al servizio di Rodolfo II. Negli anni successivi alla morte di Rodolfo II, visitò più volte l'Inghilterra, conoscendo personalmente il celebre filosofo rosacrociano Robert Fludd.

La sua opera certamente più famosa è il libro di emblemi Atalanta fugiens pubblicato in latino, nel 1617. In essa sono rappresentate 50 incisioni simboliche, corredate di epigrammi e discorsi, che illustrano le fasi del processo alchemico. Il testo degli epigrammi è proposto anche in forma musicale di fuga (a tre voci). La musica rosacrociana di Maier viene utilizzata nel "Real Ordine degli Antichi Liberi Accettati Muratori".

Emblema XXVII Xilografia da Atalanta fugiens, 1617

Edizioni moderne delle musiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Bruno Cerchio, Atalanta fugiens, edizioni Mediterranee Roma.
  • Davide Bortolai, 50 canti alchemici dall'Atalanta fugiens trascritti per canto e chitarra classica, Edizioni musicali Bèrben, Ancona 2006.

Le musiche dell'Atalanta fugiens sono disponibili sul web, spesso in formato midi files, ma esiste una prima esecuzione integrale dell'opera in versione per flauto contralto e chitarra classica ad opera del musicista Davide Bortolai.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 103210603 LCCN: n82055294

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie