Holstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Holstein (disambigua).
Stemma dei conti di Holstein

L'Holstein è la parte meridionale dello stato federale Schleswig-Holstein, in Germania, tra le rive dell'Elba e dell'Eider. La capitale dell'Holstein è Kiel. La città di Amburgo è a Sud della regione.

Il nome deriva dal basso tedesco, equivalente all'anglosassone Holt-stan che significa "combattenti della foresta".

L'Holstein - la parte della Sassonia che era situata a nord del fiume Elba - fu conquistato da Carlo Magno intorno all'anno 800. Dall'804 divenne una contea sovrana, ma tra il 1111 e il 1474 fu una contea del Sacro Romano Impero, anche se fu occupato dalla Danimarca durante i primi anni del XIII secolo. Nel 1806, con la dissoluzione dell'impero, divenne un Ducato Imperiale. Dal 1460 l'Holstein fu ereditato dai re di Danimarca, che però regnarono da duchi e non da re, così come capitò allo Schleswig. I due ducati furono entrambi ulteriormente divisi dopo che subentrarono nei possedimenti danesi: parte dei territori rimase sotto la casata danese, altri terreni furono posti sotto il controllo dei duchi Holstein-Gottorp, una linea cadetta della famiglia reale. Il Duca di Holstein-Gottorp fu obbligato a rinunciare alle sue terre nello Schleswig in favore dei re di Danimarca dopo la Grande Guerra del Nord nel 1720, ma egli si trasferì a Kiel e tenne le sue terre nell'Holstein fino al 1773. I danesi erano ansiosi di reimpossessarsi dei loro possedimenti, specialmente dopo che il Duca di Holstein-Gottorp diventò Imperatore di Russia nel 1762 come Pietro III e progettò un attacco alla Danimarca per riprendersi le terre nello Schleswig. I danesi decisero di riprendersi le loro terre da soli: nel 1773 scambiarono la contea di Oldenburg con le terre dei Gottorp nell'Holstein, riportando in tal modo tutto l'Holstein sotto il loro controllo.

Dal 1815 al 1864 il ducato dell'Holstein fu parte della Confederazione germanica, sebbene ancora in contatto con la Danimarca (il re danese rimase duca della regione). Dopo la morte del re Federico VII di Danimarca nel 1863, la successione allo Schleswig e Holstein fu rivendicata da diverse persone. Il nuovo re, Cristiano IX di Danimarca reclamò i territori, mentre il duca di Augustenborg, appartenente a un altro ramo della famiglia, reclamò anch'egli i ducati, e subito la Confederazione germanica, guidata da Prussia e Austria, dichiarò guerra alla Danimarca, battendola nel 1864 e costringendola a cedere i ducati. Ad ogni modo, i ducati non furono assegnati al Duca di Augustenborg. Nel 1865 fu fatto un accordo tra Prussia e Austria: gli austriaci occuparono e amministrarono l'Holstein, mentre i prussiani fecero altrettanto con lo Schleswig. L'accordo finì con la guerra austro-prussiana del 1866, che causò l'accorpamento di Schleswig e Holstein all'interno della Prussia.

Oggi l'Holstein, unito allo Schleswig è un land della Germania, lo Schleswig-Holstein.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Schleswig-Holstein e Schleswig.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di germania