Max Minghella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Max Minghella nel 2010

Max Giorgio Choa Minghella (Londra, 16 settembre 1985) è un attore britannico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nasce a Hampstead, un sobborgo di Londra, il 16 settembre del 1985, figlio del regista inglese Anthony Minghella (scomparso nel 2008) e della coreografa cinese Carolyn Choa. Il padre era di origini italiane mentre la madre è nativa di Hong Kong.

Minghella ha frequentato la Columbia University, che considerava la sua "prima priorità" ed infatti ha lavorato generalmente solo durante la pausa estiva. A proposito di questo ha detto di sentirsi come "un ragazzo inglese in una scuola americana" e che la maggior parte degli studenti della Columbia "non aveva idea" di chi lui fosse. Terminati gli studi è entrato nella compagnia del National Youth Theatre.

Dopo aver partecipato al cortometraggio Toy Boys ed un comparsata non accreditata nel film diretto dal padre Ritorno a Cold Mountain,[1] debutta professionalmente nel 2005 nel film Parole d'amore. Nello stesso anno ottiene una parte nel thriller politico Syriana, dove interpreta il figlio del personaggio di George Clooney.

Nel 2006 recita nella bizzarra commedia Art School Confidential - I segreti della scuola d'arte, seguita dalla commedia romantica Elvis and Anabelle, con Blake Lively. Nel 2008 fa parte del cast di Star System - Se non ci sei non esisti e partecipa all'adattamento cinematografico della raccolta di racconti dello scrittore David Foster Wallace Brevi interviste con uomini schifosi.

Nel 2009 recita al fianco di Rachel Weisz in Agora, nuovo progetto di Alejandro Amenábar. Nel 2010 prende parte al film di David Fincher, The Social Network, dove interpreta la parte di Divya Narendra, socio dei gemelli Winklevoss che avevano affidato a Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, il compito di creare un sito internet per Harvard, da cui poi Zuckerberg ha preso l'ispirazione per creare Facebook. Il film narra dei due processi che sono stati intentati contro Zuckerberg per aver copiato la loro idea. Uno dai gemelli Cameron e Tyler Winklevoss e uno dal suo ex socio Eduardo Saverin.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Attore[modifica | modifica sorgente]

Produttore[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Taking it to the Max, asap.ap.org. URL consultato il 26 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 74164168 LCCN: no2006125009