Maurizio Trombetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maurizio Trombetta
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Juventus Juventus (Coll.tecnico)
Carriera
Giovanili
Udinese Udinese
Squadre di club1
1981-1982 Udinese Udinese 1 (0)
1982-1983 Catanzaro Catanzaro 12 (2)
1983-1985 SPAL SPAL 54 (6)
1985-1988 Giorgione Giorgione 33 (10)
1988-1992 Triestina Triestina 109 (10)
1992-1993 Pistoiese Pistoiese 23 (4)
Carriera da allenatore
1994 Udinese Udinese Allievi
1994-1995 Udinese Udinese Vice
1995-1997 Perugia Perugia Vice
1997-1998 Napoli Napoli Vice
1998-1999 Udinese Udinese Vice
1999-2003 Bologna Bologna Vice
2003-2004 Ancona Ancona Vice
2006-2007 Udinese Udinese Vice
2007-2008 Sevegliano Sevegliano
2008 CFR Cluj CFR Cluj Vice
2008-2009 CFR Cluj CFR Cluj
2010 Reggina Reggina Primavera
2010 Torviscosa Torviscosa
2011-2012 Targu Mures Târgu Mureș
2012-2014 Udinese Udinese Coll.tecnico
2014- Juventus Juventus Coll.tecnico
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 4 marzo 2012

Maurizio Trombetta (Udine, 29 settembre 1962) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.


Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la carriera da calciatore con l'Udinese squadra con la quale ha vinto il Campionato Primavera 1980-1981 insieme ai friulani Paolo Miano, Gianfranco Cinello, Loris Dominissini, Luigi De Agostini. In prima squadra totalizza una sola presenza in Serie A, in occasione della sconfitta esterna contro il Cesena del 4 ottobre 1981.

A fine stagione viene ceduto al Catanzaro, con cui disputa 12 incontri in massima serie, con 2 reti all'attivo, in due partite consecutive contro Ascoli e Verona (in quella che è finora l'ultima vittoria dei calabresi in massima serie[1]).

Nell'estate 1983 scende di due categorie per indossare la maglia della SPAL, appena retrocessa in Serie C1. Con gli estensi disputa due campionati in terza serie, quindi nella sesssione autunnale del calciomercato 1986, dopo un anno di inattività, scende di un'altra categoria passando al Giorgione, con cui realizza 10 reti nel campionato di Serie C2 1987-1988.

A fine stagione passa alla Triestina, con cui alla prima stagione centra la promozione in Serie B. Fra i cadetti disputa con gli alabardati due stagioni da titolare, restando coi giuliani anche dopo la retrocessione dell'annata 1990-1991. Nell'autunno 1992 passa infine alla Pistoiese, con cui disputa un campionato di Serie C2 prima di lasciare l'attività agonistica.

In carriera ha totalizzato complessivamente 13 presenze e 2 reti in Serie A e 55 presenze e 6 reti in Serie B.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato ad allenare gli allievi dell'Udinese nel 1994. Dopo pochi mesi è stato chiamato da Giovanni Galeone sulla panchina dell'Udinese che all'epoca militava in Serie B. Come vice di Galeone ha vinto il Campionato di Serie B.

L'anno dopo ha seguito Galeone a Perugia vincendo il Campionato 1995/1996 e quindi a Napoli. Nel 1998 torna a Udine e questa volta è il vice di Francesco Guidolin. L'anno successivo (1999) con Guidolin va ad allenare il Bologna sempre in Serie A per 5 stagioni.

Nel 2003-04 è ancora con Galeone ad Ancona e torna di nuovo a Udine per salvare l'Udinese nella stagione 2006/2007.

Nella stagione 2007-08 diventa primo allenatore del Sevegliano, in Eccellenza subentrando al vecchio allenatore alla settima di campionato, con la squadra ultima in classifica. Termina il campionato al quarto posto (31 punti fatti nel girone di ritorno), vincendo inoltre la fase regionale della Coppa Italia di Eccellenza. A fine stagione viene premiato come Miglior Allenatore del 2008 dei dilettanti friulani.

Nel giugno 2008 viene ingaggiato dall'imprenditore rumeno Arpád Paszkany proprietario del CFR Cluj (Romania), vincitrice di campionato e Coppa di Romania l'anno precedente come allenatore in seconda. Dopo l'esonero del primo allenatore Ioan Andone viene promosso lui a primo allenatore con la squadra qualificata per la prima volta alla UEFA Champions League 2008-2009.[2]. L'esordio nella massima competizione europea per club è un successo: allo Stadio Olimpico il Cluj batte la A.S. Roma per 2 a 1 e pareggia 0 a 0 con il Chelsea F.C.. Il 18 dicembre 2008 viene in un primo momento esonerato per la "modesta" posizione nel campionato romeno, terzo a sei punti dalla prima, ma successivamente, dopo una riunione tra il presidente ed i suoi soci, viene confermato alla guida tecnica della squadra. Ancora dietrofront dei vertici del Cluj che motivano la scelta dell'esonero definitivo con il fatto che non hanno "pazienza" visto che devono rivincere il campionato. Dunque il 9 gennaio viene ufficialmente diramato il comunicato ufficiale di esonero nonostante il terzo posto in campionato e la qualificazione ai quarti di Coppa della Romania, tenuto conto che la squadra nei mesi precedenti ha dovuto giocare anche la Champions. Il 15 febbraio 2010 il presidente Foti lo ingaggia per sostituire mister Breda alla guida della formazione Primavera della Reggina. Il 4 novembre 2011 torna ad allenare in Romania nel Târgu Mureș.[3]

Il 4 marzo 2012 diventa il collaboratore tecnico di Francesco Guidolin all'Udinese.[4]

Dopo l'addio alla panchina dell'Udinese del tecnico veneto,rimane senza contratto,pochi mesi dopo ,il 18 Luglio 2014,con il passaggio di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus entra a far parte dello staff tecnico bianconero

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Udinese: 1980-1981

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

CFR Cluj: 2008-2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Serie A 1982-1983 Rsssf.com
  2. ^ Gazzetta.it, L'italiano Trombetta nuovo mister del Cluj - 02/09/2008
  3. ^ Revine Trombetta. Italianul a semnat cu FCM Târgu Mureş evz.ro
  4. ^ Calcio: Udinese; Trombetta collaboratore tecnico di Guidolin ansa.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]