Maurilio Fossati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maurilio Fossati, O.SS.G.C.N.
cardinale di Santa Romana Chiesa
MaurilioFossati.jpg
Il cardinale Maurilio Fossati
CardinalCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Nuoro
Arcivescovo di Sassari
Arcivescovo di Torino
Presidente della Conferenza Episcopale Italiana
Nato 24 maggio 1876, Arona
Ordinato presbitero 27 novembre 1898 dal vescovo Edoardo Pulciano
Consacrato vescovo 27 aprile 1924 dall'arcivescovo Giuseppe Gamba (poi cardinale)
Elevato arcivescovo 2 ottobre 1929
Creato cardinale 13 marzo 1933 da papa Pio XI
Deceduto 30 marzo 1965, Torino

Maurilio Fossati (Arona, 24 maggio 1876Torino, 30 marzo 1965) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Entrò nella congregazione degli Oblati dei Santi Gaudenzio e Carlo di Novara e fu ordinato sacerdote il 27 novembre 1898. Tra il 1915 e il 1924 fu rettore del Sacro Monte di Varallo.[1] Fu eletto vescovo di Galtellì-Nuoro il 24 marzo 1924 e consacrato vescovo il 27 aprile 1924 dal cardinale Giuseppe Gamba.

Fu promosso arcivescovo di Sassari il 2 ottobre 1929. Fu eletto arcivescovo di Torino l'11 dicembre 1930. Papa Pio XI lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 13 marzo 1933. Durante la seconda guerra mondiale, fu attivo nell'aiuto agli ebrei della Shoah, facendoli nascondere nei monasteri della città, e aiutando l'organizzazione DELASEM, con la collaborazione di Francesco Repetto.

Nel 1937 approvò la nascita dei Cultores Sanctae Sindonis, un sodalizio nato nell'ambito della Confraternita del SS. Sudario con lo scopo di coordinare gli studi scientifici allora in atto sulla Santa Sindone. Questo sodalizio sarà poi sostituito su suggerimento dello stesso Fossati dal Centro Internazionale di Sindonologia, il cui statuto fu approvato dal cardinale il 18 dicembre 1959.[1] Durante la Resistenza Fossati appoggiò i partigiani in molti episodi[2][3], inviando anche don Piero Giacobbo come cappellano dei partigiani[4].

Nel dopoguerra fu l'ideatore dell'esperienza dei cappellani del lavoro (con don Esterino Bosco, don Ugo Saroglia, don Giovanni Pignata e don Piero Giacobbo), per iniziare una presenza della chiesa a fianco della classe operai, da cui poi nasceranno qualche anno dopo i preti operai[5]. Morì il 30 marzo 1965 all'età di 88 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— Roma, 7 maggio 1963[6]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Bollettino del Sacro Monte di Varallo; Anno 2010 num. 2; on-line su www.sacromontedivarallo.it (ultimo accesso: 11 maggio 2010)
  2. ^ G. TuNINETTl, Clero, guerra e resistenza nella diocesi di Torino (1940-1945)
  3. ^ G. BOANO, Un umile prete vestito di porpora. Card. Maurilio Fossati
  4. ^ http://books.google.it/books?id=MkIBjaCaUs0C&pg=PA44&lpg=PA44&dq="maurilio fossa ti" "don giacobbo"&source=bl&ots=VzPPisBlDw&sig=ykWWsxvvhBYOTD3FO87h-iyLRrU&hl= it&ei=YySsTsjZB8yXOrXmxNMP&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=1&ved=0CBwQ6AEw AA
  5. ^ http://books.google.it/books?id=MkIBjaCaUs0C&pg=PA44&lpg=PA44&dq="maurilio fossa ti" "cappellani del lavoro"&source=bl&ots=VzPPisAoGv&sig=99SCxRgPfw8wEzt1bsSLom BQIQM&hl=it&ei=xCGsTpSrC4GWOpHGxccP&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=6&ved= 0CDoQ6AEwBQ
  6. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
Predecessore Vescovo di Nuoro Successore BishopCoA PioM.svg
Luca Canepa 1924 - 1929 Giuseppe Cogoni
Predecessore Arcivescovo di Sassari Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Cleto Cassani 1929 - 1930 Arcangelo Mazzotti
Predecessore Arcivescovo di Torino Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Giuseppe Gamba 11 dicembre 1930 - 30 marzo 1965 Michele Pellegrino
Predecessore Cardinale presbitero di San Marcello Successore CardinalCoA PioM.svg
Francesco Ragonesi 1933 - 1965 Carlo Grano
Predecessore Presidente della Conferenza Episcopale Italiana Successore Mitra heráldica.svg
Adeodato Giovanni Piazza 1954 - 1958 Giuseppe Siri

Controllo di autorità VIAF: 39371574