Diocesi di Lanusei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Lanusei
Dioecesis Oleastrensis
Chiesa latina
Lanusei3dcattedrale.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Cagliari
Regione ecclesiastica Sardegna
Vescovo Antonio Mura
Vescovi emeriti Antioco Piseddu
Sacerdoti 52 di cui 45 secolari e 7 regolari
1.308 battezzati per sacerdote
Religiosi 9 uomini, 19 donne
Diaconi 8 permanenti
Abitanti 68.945
Battezzati 68.057 (98,7% del totale)
Superficie 2.348 km² in Italia
Parrocchie 34
Erezione 8 novembre 1824
Rito romano
Cattedrale Santa Maria Maddalena
Santi patroni Madonna del Rosario dell'Ogliastra
Giorgio di Suelli
Indirizzo Via Roma 102, 08045 Lanusei (OG), Italia
Sito web www.diocesilanusei.it
Dati dall'Annuario Pontificio 2011 * *
Chiesa cattolica in Italia

La diocesi di Lanusei (in latino: Dioecesis Oleastrensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Cagliari appartenente alla regione ecclesiastica Sardegna. Nel 2010 contava 68.057 battezzati su 68.945 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Antonio Mura.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi si estende nella provincia dell'Ogliastra e nella provincia di Cagliari. Ne fanno parte i seguenti comuni: Lanusei, Arzana, Bari Sardo, Baunei, Cardedu, Elini, Escalaplano, Esterzili, Gairo, Girasole, Ilbono, Jerzu, Loceri, Lotzorai, Osini, Perdasdefogu, Sadali, Seui, Seulo, Talana, Tertenia, Tortolì, Triei, Ulassai, Urzulei, Ussassai, Villagrande Strisaili, Villaputzu.

Sede vescovile è la città di Lanusei, dove si trova la cattedrale di Santa Maria Maddalena.

Il territorio è suddiviso in 34 parrocchie, raggruppate in 4 vicariati foranei.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Parrocchie della Diocesi di Lanusei.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le prime notizie su questa diocesi risalgono all'XI secolo collegate alla figura di san Giorgio di Suelli, secondo la tradizione primo vescovo di questa diocesi, sepolto a Suelli che sempre secondo la tradizione fu sede vescovile.

Nel 1420 papa Martino V sancì l'unione della diocesi di Barbagia (Barbaria) all'arcidiocesi di Cagliari.

Bisogna aspettare il 1777 per la prima iniziativa per il ristabilimento di questa diocesi, per separazione dalla Mitra arcivescovile di Cagliari. Così viene esplicitato con Parere del Supremo Consiglio di Torino sul "Piano elaborato dalla commissione di Cagliari in data 28 dicembre 1797.

Successivamente, anche a seguito della supplica del 29 gennaio 1824 di re Carlo Felice, il 4 agosto 1824 viene pubblicato il decreto concistoriale Summa Gratia con il quale vengono fissati i punti essenziali costitutivi della nuova diocesi dell'Ogliastra.

L'8 novembre è pubblicata la bolla Apostolatus Officium di papa Leone XII con la quale l'Ogliastra diventa diocesi autonoma con sede vescovile a Tortolì. Con decreto del 22 maggio 1825, monsignor Navoni, arcivescovo di Cagliari, dà inizio alla vita della nuova diocesi.

Per tutto il XIX secolo la diocesi dell'Ogliastra ebbe una marcata discontinuità nella successione episcopale, caratterizzata da lunghi periodi di sede vacante.

Papa Pio XI con la bolla Supremi pastoralis del 5 giugno 1927 decretò di trasferire la sede e la cattedra ogliastrina insieme con il capitolo della cattedrale, con i benefici minori e con il seminario da Tortolì a Lanusei. L'adempimento fu realizzato dal vescovo Giuseppe Miglior con il suo arrivo il 4 dicembre 1927.

Il 30 settembre 1986, nel quadro di una più generale riorganizzazione delle diocesi italiane, in forza del decreto Cum procedere della Congregazione per i Vescovi, la diocesi ha assunto il nome attuale, pur mantenendo la denominazione latina di Dioecesis Oleastrensis.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 68.945 persone contava 68.057 battezzati, corrispondenti al 98,7% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 55.000 55.000 100,0 57 49 8 964 18 26 28
1980 74.200 77.500 95,7 58 46 12 1.279 18 78 30
1990 72.296 72.460 99,8 51 40 11 1.417 13 43 33
1999 71.085 71.320 99,7 50 40 10 1.421 2 13 40 34
2000 71.107 71.301 99,7 48 39 9 1.481 2 11 39 34
2001 71.222 71.430 99,7 49 40 9 1.453 2 11 37 34
2002 71.165 71.393 99,7 47 38 9 1.514 2 11 34 34
2003 69.149 69.342 99,7 51 43 8 1.355 2 10 28 34
2004 68.943 69.129 99,7 52 44 8 1.325 5 10 26 34
2010 68.057 68.945 98,7 52 45 7 1.308 8 9 19 34

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi