Lucy Knight

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lucy Knight
Lucy Knight.jpg
Universo E.R. - Medici in prima linea
Autore Michael Crichton
1ª app. in La prima volta
Ultima app. in Paura
Interpretata da Kellie Martin
Voce italiana Paola Majano
Sesso Femmina
Data di nascita 1974
Professione dottoressa
Parenti Barbara Knight (madre)

Lucy Knight è un personaggio della serie televisiva E.R. - Medici in prima linea, interpretato da Kellie Martin.

Il personaggio di Lucy entra nel cast della serie a partire dalla quinta stagione e comincia la propria carriera all'interno del pronto soccorso del County General, come tirocinante affidata al Dr. Carter. Durante il primo giorno deve fare molto lavoro: eseguire gli ordini della Weaver, dare notizie delicate a una moglie e a una donna incinta e in più rimane chiusa in ascensore. Tanto talentuosa quanto goffa, Lucy tenta in tutti i modi di impressionare Carter, ma finisce inevitabilmente per creare più guai che altro.

Carter se la prende con la ragazza quando scopre che gli ha mentito relativamente ad una fleboclisi, che Lucy non era in grado di fare, a cui seguono altri problemi quando durante una festa di Halloween organizzata dagli studenti di medicina, due ragazzi si ubriacano insieme a lei e rischiano di morire.

Lucy e Carter in seguito si riconcilieranno, ed alla fine arriveranno anche ad avere una breve relazione sentimentale, che però Carter interromperà ritenendola poco etica.

In un episodio i due girano tutta la città per rintracciare il padre di una bambina con un gruppo sanguigno rarissimo. Alla fine lo troveranno, ma sarà troppo tardi. In quell'episodio la ragazza rivela di essere stata cresciuta dalla madre e di non aver mai conosciuto il padre.

Alla fine della quinta stagione John scopre che Lucy assume il Ritalin per essere sempre attiva. La ragazza gli promette che smetterà di usarlo, ma non lo farà.

In un'altra puntata, a Lucy viene assegnata Valerie Paige, una giovane paziente che necessita di un cuore nuovo. La ragazza rivolta tutto l'ospedale per raggiungere l'obiettivo, arrivando perfino ad andare a casa del dr. Romano (in vacanza), pur di convincerlo ad effettuare l'operazione. Inizialmente l'operazione va bene, ma poi il cuore ha un'infezione e Valerie finisce in coma cerebrale permanente. Da quel momento comunque, Romano sembra affezionarsi a Lucy.

Stringe amicizia anche con Malucci, che riesce a convincere ad assumersi la colpa di un'esplosione nella sala suture, della quale era stata ingiustamente accusata Cleo Finch (in realtà la Weaver scoprirà che non è stato nessuno di loro, ma l'esplosione è stata causata da una perdita di gas).

Inoltre in un momento di sconforto viene consolata da Kovač, che la convince ad andare avanti.

Nell'episodio 127 Paura, Lucy visita uno studente di legge, Paul Sobriki, che manifesta segnali di instabilità mentale. Lucy richiede più volte un consulto psichiatrico, ma il dr. DeRaad non arriva. La ragazza allora chiede consiglio a Carter, che non le dà retta. Quella sera al pronto soccorso c'è una festa per S. Valentino e Paul, approfittando della confusione, ruba un grosso coltello (che serve per tagliare la torta) dal salottino e attacca Lucy, che cade al suolo colpita al petto, alla gola e al ventre. Carter, entrato nella stanza per cercare la ragazza, trova un biglietto di S. Valentino di Lucy e, mentre lo legge, viene aggredito alle spalle da Sobriki, che gli infligge due coltellate alla schiena. Caduto sul pavimento, vede oltre il letto il corpo di Lucy a terra. Dopo molte ore, la dott.ssa Weaver entra per caso nella stanza e trova i due. Gli sforzi dei medici del pronto soccorso, ed in particolar modo della d.ssa Corday e del Dr. Romano, sembrano avere buoni risultati su Lucy, ma le cose vengono peggiorate fatalmente da un massiccia embolia polmonare. Lucy chiede ad Elizabeth di lasciarla sveglia durante l'operazione, ma poco dopo, mentre la Corday si prepara, Romano si accorge che Lucy ha perso i sensi. I due dottori non si arrendono, ma Lucy muore alle 2:56 del 15 febbraio 2000, gettando nello sconforto l'incredulo staff dell'ospedale.

Quando Carter parla con la madre di Lucy dopo la sua morte, l'uomo le mente, dicendo che Lucy non ha sofferto. Carter rimpiange di non aver mai fatto capire a Lucy quanto la stimasse come medico.

Due mesi dopo al pronto soccorso arriva una lettera per Lucy: se fosse sopravvissuta, sarebbe stata assunta nel reparto di psichiatria del County General Hospital.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La rivista EW ha inserito la morte di Lucy Knight tra le venti morti più scioccanti della storia della TV (15ª posizione).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]