L'eterna illusione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'eterna illusione
You Can't Take It with You trailer 4.jpg
immagine dal trailer
Titolo originale You Can't Take It With You
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1938
Durata 126 min
Colore B/N
Audio sonoro
Rapporto 1,37:1
Genere commedia
Regia Frank Capra
Soggetto Moss Hart, George S. Kaufman
Sceneggiatura Robert Riskin
Produttore Frank Capra
Fotografia Joseph Walker
Montaggio Gene Havlick
Musiche Mischa Bakaleinikoff Ben Oakland Dimitri Tiomkin
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'eterna illusione (You Can't Take It With You) è un film del 1938 diretto da Frank Capra.

Il film è tratto da una commedia - vincitrice del Premio Pulitzer - scritta da George S. Kaufman e Moss Hart.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Sycamore-Vanderhof, guidata dal nonno Martin Vanderhof, è una famiglia bizzarra, dove ognuno è libero di seguire le proprie aspirazioni artistiche, dai francobolli ai fuochi d'artificio.

Alice Sycamore, nipote di Martin, si innamora di Tony Kirby, di cui è la segretaria. Tony è figlio di un cinico banchiere, Anthony P. Kirby, che sta cercando di comprare tutti i terreni necessari per impiantare una fabbrica: e proprio Martin Vanderhof è l'unico che si rifiuta di vendere la sua proprietà al potente Kirby.

La situazione precipita quando Tony porta i propri genitori a cena a casa di Alice nella sera sbagliata, quando la polizia irrompe in casa Sycamore e arresta tutti i componenti della famiglia, accusandoli di disturbo della quiete pubblica a causa dell'esplosione di alcuni fuochi d'artificio. Il matrimonio sembra ormai impossibile, anche perché Alice non vuole sposarsi senza l'approvazione dei genitori di Tony e lascia la città.

La situazione si risolve con la decisione di Tony di lasciare la banca del padre per perseguire i propri sogni, e grazie all'intervento di Martin Vanderhof, che fa vedere ad Anthony P. Kirby quali siano le cose fondamentali della vita e di come il denaro non sia la cosa più importante, perché non lo si può portare con sé al termine della propria esistenza (da cui il titolo originale, You Can't Take It With You).

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

La realizzazione dei manifesti e delle locandine promozionali, per l'Italia, fu affidata al pittore cartellonista Anselmo Ballester.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema