Isole Pelagie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcipelago delle Pelagie
Spiaggia dei Conigli, Lampedusa
Spiaggia dei Conigli, Lampedusa
Geografia fisica
Localizzazione canale di Sicilia
Coordinate 35°40′N 12°37′E / 35.666667°N 12.616667°E35.666667; 12.616667Coordinate: 35°40′N 12°37′E / 35.666667°N 12.616667°E35.666667; 12.616667
Superficie 25,48 km²
Numero isole 4 (più alcuni scogli e faraglioni)
Isole principali Isola dei Conigli, Lampedusa, Lampione, Linosa
Sviluppo costiero 46,28 km
Altitudine massima 195 m s.l.m.
Geografia politica
Stato Italia Italia
Regione Sicilia Sicilia
Provincia Agrigento Agrigento
Comune Lampedusa e Linosa-Stemma.pngLampedusa e Linosa
Centro principale Lampedusa
Demografia
Abitanti 6374 (30-11-2011)
Cartografia
Pelagie Islands map it.PNG
Mappa di localizzazione: Sicilia
Arcipelago delle Pelagie

[senza fonte]

voci di isole d'Italia presenti su Wikipedia

Le isole Pelagie (Ìsuli Pilaggî in siciliano) sono un arcipelago dell'Italia, in Sicilia.

Si tratta dell'arcipelago più meridionale d'Italia[1].

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Situate nel mezzo del mar Mediterraneo, tra le coste tunisine e siciliane, rappresentano la punta meridionale della Repubblica Italiana, ma geologicamente due di queste (Lampedusa e Lampione) appartengono al continente africano[1]. Insieme all'Indonesia rappresenta un rarissimo caso di arcipelago transcontinentale.

L'isola più grande è Lampedusa (con adiacente la piccola Isola dei Conigli) con circa 20 km² di superficie ed è anche la più popolosa delle tre (5000 abitanti). La seconda isola per estensione è Linosa, mentre la più piccola è la disabitata Lampione. In tutto contano circa 6500 abitanti. La vegetazione è ovunque brulla e le coste particolarmente alte e frastagliate. L'altitudine massima dell'arcipelago si trova a Linosa (isola di origine vulcanica) e più precisamente nel monte Vulcano (195 m s.l.m.). Attualmente rappresentano, insieme alla Calabria ionica, l'unico sito, in Italia, di regolare riproduzione delle tartarughe marine Caretta caretta.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Toponimo[modifica | modifica sorgente]

In antichità si chiamavano Pelagies (dal greco antico πέλαγος pèlagos, ossia "mare aperto").

Geografia politica[modifica | modifica sorgente]

Le isole dell'arcipelago delle Pelagie appartengono amministrativamente al comune di Lampedusa e Linosa, in provincia di Agrigento, istituito nel 1878.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Parrinello-Minnella, 2011, op. cit., 204.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Delia Parrinello, Melo Minnella, Isole di Sicilia, Palermo, Pielle edizioni, 2011, ISBN 88-7508-026-7.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]