Indaco (colore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Indaco
Coordinate del colore
HEX #4B0082
RGB1 (r, g, b) (75, 0, 130)
CMYK2 (c, m, y, k) (42, 100, 0, 49)
HSV (h, s, v) (275°, 100%, 51%)
1: normalizzato a [0-255] (byte)
2: normalizzato a [0-100] (%)
Indaco scuro
Coordinate del colore
HEX #310062
RGB1 (r, g, b) (49, 0, 98)
CMYK2 (c, m, y, k) (99, 100, 0, 49)
HSV (h, s, v) (270°, 100%, 38%)
1: normalizzato a [0-255] (byte)
2: normalizzato a [0-100] (%)

Il pigmento indaco può essere ottenuto mischiando 55% di pigmento ciano e 45% di pigmento magenta.

Indaco elettrico[modifica | modifica wikitesto]

Indaco elettrico
Coordinate del colore
HEX #6F00FF
RGB1 (r, g, b) (111, 0, 255)
CMYK2 (c, m, y, k) (57, 100, 0, 0)
HSV (h, s, v) (266°, 100%, 100%)
1: normalizzato a [0-255] (byte)
2: normalizzato a [0-100] (%)

Il colore indaco elettrico è uno dei colori dello spettro che l'uomo riesce a vedere. È quello associato alla frequenza sotto alla più alta (il violetto) ed alla lunghezza d'onda compresa nell'intervallo tra i 450 e i 475 nanometri.

Indaco medio[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia