Saturazione cromatica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Differenti livelli di saturazione di una fotografia

Nella teoria dei colori e in discipline correlate come la fotografia, la saturazione o purezza è l'intensità di una specifica tonalità. Una tinta molto satura ha un colore vivido e squillante; al diminuire della saturazione, il colore diventa più debole e tende al grigio. Se la saturazione viene completamente annullata, il colore si trasforma in una tonalità di grigio. Di conseguenza, per esempio, la desaturazione di una fotografia digitalizzata è una delle tecniche con cui si può trasformare un'immagine a colori in una in bianco e nero.

La saturazione è una delle tre coordinate con cui si definisce un colore nei sistemi Hue Saturation Lightness (HSL) e Hue Saturation Brightness (HSB).

La saturazione di un colore dipende dall'intensità della luce e dallo spettro di lunghezze d'onda su cui viene distribuita. Il colore puro si ottiene quando la luce è su una singola lunghezza d'onda (come nel caso del laser).

Per desaturare un colore in un sistema sottrattivo (come l'acquerello) si possono aggiungere bianco, nero, grigio, o il colore complementare.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

fotografia Portale Fotografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fotografia