Idrossido di magnesio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Idrossido di magnesio
Hydroxid hořečnatý.PNG
Struttura della brucite
Nome IUPAC
Idrossido di magnesio
Nomi alternativi
E528
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare Mg(OH)2
Massa molecolare (u) 58,3197
Aspetto solido bianco
Numero CAS [1309-42-8]
Numero EINECS 215-170-3
PubChem 14791
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 2,3446
Indice di rifrazione 1,559[1]
Solubilità in acqua 0,0014 g/100 mL
Temperatura di fusione 350 °C (decomposizione)
Proprietà termochimiche
ΔfH0 (kJ·mol−1) -925,16[1]
ΔfG0 (kJ·mol−1) -834,14[1]
S0m(J·K−1mol−1) 63,22[1]
C0p,m(J·K−1mol−1) 70,08[1]
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg) 8500 (oral rat)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante
Frasi H 315 - 319 - 335
Consigli P 261 - 305+351+338

L'idrossido di magnesio è il composto inorganico con formula Mg(OH)2. In condizioni normali è un solido bianco inodore. In Natura è presente come minerale brucite. È un composto di notevole importanza industriale. In forma di sospensione in acqua è spesso chiamato latte di magnesia o magnesia, ed è usato in medicina come antiacido e lassativo.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Nel 1818 un inventore statunitense di nome John Callen ricevette un brevetto (N. X2952) per un liquido medicinale alla magnesia.[2]

Nel 1829 Sir James Murray usò un liquido alla magnesia di sua invenzione per curare il Lord luogotenente d'Irlanda Henry William Paget, I marchese di Anglesey. La cura fu così efficace che Murray fu nominato medico ufficiale di Anglesey e dei due successivi Lord luogotenenti, e divenne anche cavaliere. Il suo liquido alla magnesia fu brevettato nel 1873 due anni dopo la sua morte.[3]

Il termine "latte di magnesia" fu usato per la prima volta nel 1880 per una sospensione acquosa bianca, leggermente alcalina, fatta da Charles Henry Phillips con idrossido di magnesio (circa 8% p/v). Il prodotto era venduto per uso medico con la marca "Phillips' Milk of Magnesia". Attualmente (2013) i marchi "Milk of Magnesia"[4] e "Phillips' Milk of Magnesia"[5] risultano posseduti dalla Bayer.

Struttura[modifica | modifica sorgente]

La struttura cristallina della brucite è tipo CdI2, caratterizzata da una struttura cristallina esagonale, gruppo spaziale P3m1, con costanti di reticolo a = 315 pm e c = 477 pm, una unità di formula per cella elementare.[6] Gli anioni idrossido formano un impacchettamento esagonale compatto, mentre i cationi magnesio occupano i siti ottaedrici riempiendo strati alternati (uno strato sì e uno no).

Sintesi[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte dell'idrossido di magnesio è prodotto da acqua di mare o da salamoie. In questi processi occorre dapprima rimuovere lo ione bicarbonato per evitare la precipitazione del carbonato di calcio assieme all'idrossido di magnesio. Successivamente l'idrossido di magnesio è precipitato per aggiunta di una base forte. In genere si usano idrossido di calcio (reazione 1), calce o calce dolomitica (reazione 2).[1]

(1) Mg2+ + Ca(OH)2 → Mg(OH)2 + Ca2+
(2) Mg2+ + CaO•MgO + 2H2O → 2Mg(OH)2 + Ca2+

In laboratorio si può ottenere idrossido di magnesio trattando una soluzione di un sale solubile di magnesio con una base forte come l'idrossido di sodio:[1]

Mg2+ + 2OH → Mg(OH)2

Reattività[modifica | modifica sorgente]

Mg(OH)2 è scarsamente solubile in acqua, dove si comporta come una base debole. Sopra i 350 °C perde acqua e forma l'ossido:[1]

Mg(OH)2 → MgO + H2O

Usi[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte dell'idrossido di magnesio è usata nell'industria della carta. Inoltre, viene usato per produrre magnesio metallico e altri composti di magnesio tra i quali MgO, MgCl2 e MgSO4. È usato anche in altri campi industriali per la fabbricazione di ceramiche, farmaci, materie plastiche, ritardanti antifiamma, e per il trattamento delle acque reflue.[6] In medicina è usato come antiacido e lassativo.[1] Nell'Unione europea è omologato come additivo alimentare con il numero E528.

Tossicità / Indicazioni di sicurezza[modifica | modifica sorgente]

L'idrossido di magnesio è disponibile in commercio. Il composto è irritante per gli occhi, le vie respiratorie e la pelle. Non ci sono evidenze di effetti cancerogeni.[7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i Patnaik 2003
  2. ^ Callen 1818
  3. ^ Ulster History Circle
  4. ^ Risultati del server TARR per Milk of Magnesia, http://tarr.uspto.gov/servlet/tarr?regser=serial&entry=70024049 . URL consultato il 20 dicembre 2013.
  5. ^ Risultati del server TARR per Phillips' Milk of Magnesia, http://tarr.uspto.gov/servlet/tarr?regser=serial&entry=71016576 . URL consultato il 20 dicembre 2013.
  6. ^ a b Jackson et al. 1998
  7. ^ Sigma-Aldrich

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • J. Callen, Patent No.: X2952, 1818. URL consultato il 20 dicembre 2013.
  • (EN) L. C. Jackson, S. P. Levings, M. L. Maniocha, C. A. Mintmier, A. H. Reyes, P. E. Scheerer, D. M. Smith, M. T. Wajer, M. D. Walter, J. T. Witkowski, Magnesium Compounds in Kirk-Othmer Encyclopedia of Chemical Technology, 4ª ed., John Wiley & Sons, 1998.
  • (EN) P. Patnaik, Handbook of inorganic chemicals, New York, McGraw-Hill, 2003, ISBN 0-07-049439-8.
  • Sigma-Aldrich, Scheda di dati di sicurezza di Mg(OH)2.
  • Ulster History Circle, Sir James Murray. Inventor of Milk of Magnesia. 1778 to 1871. URL consultato il 20 dicembre 2013.
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia